L’UE limita l’esportazione di moto in Russia

L’Unione Europea ha approvato il quarto pacchetto di sanzioni economiche contro la Russia. Tra di queste rientra il divieto di esportazione da un paese dell'UE per moto oltre i 5.000 euro

1/8

Guerra Ucraina-Russia: l’Unione Europea ha approvato il quarto pacchetto di sanzioni economiche contro il paese governato da Vladimir Putin. Questo quarto pacchetto riguarda il divieto di esportazione di molti beni di lusso dai Paesi della UE verso la Russia, vieta tutte le transazioni con alcune imprese statali, pone il divieto di nuovi investimenti europei nel settore energetico russo, congela i beni di alcuni oligarchi russi e pone restrizioni all'esportazione di beni e tecnologie per l'industria della difesa, per la sicurezza e per l'industria energetica.

Per quanto riguarda l’esportazione di beni di lusso, è stato posto un tetto massimo su numerosi prodotti. Tra di questi, il quarto pacchetto di sanzioni prevede, al paragrafo 17, il divieto di esportazione verso la Russia di moto del valore superiore ai 5.000 euro e di qualsiasi altro veicolo o imbarcazione (ad esclusione delle ambulanze) sopra i 50.000 euro.

Essendo già state pubblicate in Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea (428/2022) le nuove sanzioni sono già in vigore.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA