Su Google Maps arriva la funzione anti-tamponamenti

La nuova funzione di Google Maps è studiata per prevenire gli incidenti. Il celebre navigatore per smartphone sarà in grado di indirizzare gli utenti della strada su percorsi più sicuri

1/9

Su Google Maps arriva la nuova funzione anti-tamponamenti. Presto sul celebre navigatore per smartphone, disponibile per iOS e Android, oltre alle indicazioni sul percorso più breve per raggiungere una destinazione, le informazioni sul traffico, gli autovelox, i rallentamenti, i lavori in corso… arriverà una funzione in grado di prevenire gli incidenti stradali.

L’obiettivo di Google è molto ambizioso: è quello di evitare oltre 100 milioni di frenate d’emergenza in un anno, indirizzando tramite gli automobilisti su percorsi più sicuri. Per determinare quali siano le strade più pericolose, la nuova funzione sfrutta i sensori all’interno dei dispositivi mobili dei conducenti. Grazie agli accelerometri e ai giroscopi presenti praticamente in tutti gli smartphone, Google Maps potrà quindi individuare le aree stradali dove avvengono decelerazioni improvvise, che di solito anticipano frenate brusche. Affidarsi ai soli sensori può provocare però dei falsi allarmi, quindi per migliorare la precisione della funzione Google, tramite l'intelligenza artificiale, analizzerà anche le azioni degli altri veicoli presenti sulla stessa strada allo stesso tempo. Nel caso di un improvviso aumento di eventi di frenata brusca lungo un percorso durante una certa ora del giorno, per esempio quando le persone guidano controsole, il sistema sarà in grado di rilevare questi eventi e di offrire percorsi alternativi. Tenendo gli utenti lontani da strade “pericolose”, Google spera di veder calare il numero di incidenti stradali, e di conseguenza quello di feriti.

Al momento, l’alert anti-tamponamenti è in fase di sperimentazione. Google non ha ancora rilasciato indicazioni sulla tempistica in merito alla disponibilità di questa nuova funzione al pubblico.

1/9

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA