SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Gara 2 SBK Portimão, Laverty su Guintoli: doppietta Aprilia

Con Sykes a terra nel giro di allineamento, Laverty ne approfitta e domina la gara. La costanza di Guintoli viene premiata da un altro secondo posto davanti a Rea. Melandri fuori dai giochi a causa delle gomme. Ducati in leggera ripresa

Gara 2 sbk portimão, laverty su guintoli: doppietta aprilia

Si torna in pista a Portimão con i piloti della Superbike dopo l’avvincente Gara 1 e quella della Supersport. Purtroppo, a causa del dolore ad un braccio, non è della partita Leon Haslam che rimarrà fermo ai box. Tra i saliscendi del circuito portoghese ci si aspetta la solita battaglia ma i colpi di scena arrivano ancora prima di schierarsi in griglia. Infatti, uno dei protagonisti del primo round, Tom Sykes, durante il giro di allineamento, cade rovinosamente a terra. L’inglese costringe i meccanici Kawasaki ad un lavoro extra, sostituendo cupolino e semi manubrio destro. La moto viene riparata a tempo record, ma Sykes è costretto a partire dalla corsia box in fondo al gruppo.

LAVERTY SALUTA TUTTI
C’è un pilota in griglia che ha una gran voglia di rivalsa. Si chiama Eugene Laverty, guida una Aprilia RSV4 che l’ha tradito in Gara 1 e, allo spegnersi dei semafori, scatta perfettamente, salutando i rivali e fuggendo in solitudine. Partono bene anche Jonathan Rea, Marco Melandri e, poco più indietro, Sylvain Guintoli e Carlos Checa. Dopo un solo giro, Sykes accusa problemi alla sua moto e torna ai box; evidentemente, nella fretta della riparazione, qualcosa è andato storto. Ripresa la gara, è costretto ad un secondo stop. Il rientro in gara gli costa sette giri di ritardo.

VERDE RABBIA
Mentre Laverty fa da lepre, l’unico che riesce a tenere il suo ritmo è Rea che si accoda al codino dell’Aprilia. L’inseguimento non durerà molto perché l’irlandese è velocissimo e non ha nessuna intenzione di lasciare spazio agli altri. I suoi giri veloci sono superati solo da quelli di Sykes che, dopo aver “scollegato il cervello”, guida la sua Kawasaki da indemoniato. Suo il giro più veloce della gara, 1’42”475: un crono davvero straordinario ma inutile ai fini della classifica. Per lui la soddisfazione di aver stabilito il nuovo record della pista.

EFFICACIA APRILIA
Al dodicesimo giro, Leon Camier si ferma con la sua Suzuki in panne. Ma grossi problemi sono in arrivo anche per Melandri che, poco prima di metà gara, quando si trovava nel gruppo dietro Laverty, accusa un’usura precoce della gomma posteriore che in breve tempo finisce praticamente a pezzi, costringendolo ad un deludente dodicesimo posto. Davanti a tutti, viene invece premiata l’efficacia delle Aprilia con Laverty che va a trionfare sotto la bandiera a scacchi, seguito da Guintoli e Rea. La costanza in gara del francese gli vale il secondo posto la vetta della classifica generale. Appena giù dal podio troviamo Loris Baz seguito da Chaz Davies che riesce a passare Carlos Checa all’ultimo giro. Per lo spagnolo e la Ducati comunque, un sesto posto che lascia intravedere un miglioramento, seppur minimo.

Il prossimo appuntamento con la Superbike è fissato a Imola il 30 giugno.

Mondiale SBK 2013 Donington – Classifica Gara2
1. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 38'02.051

2. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 38'06.158

3. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 38'07.904

4. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 38'17.357

5. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 38'19.603

6. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 38'20.417

7. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 38'31.443

8. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 38'40.410

9. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 38'41.372

10. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 38'46.654

11. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 38'47.390

12. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 38'47.480

13. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 39'18.361

14. Alexander Lundh (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 39'18.426

15. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 39'20.354

16. Ivan Clementi (HTM Racing) BMW S1000 RR 39'26.310

Mondiale SBK 2013– Classifica Generale
1. Sylvain Guintoli (Aprilia) 213

2. Tom Sykes (Kawasaki) 185

3. Eugene Laverty (Aprilia) 174

4. Marco Melandri (BMW) 156

5. Chaz Davies (BMW) 133

6. Loris Baz (Kawasaki) 119

7. Jonathan Rea (Honda) 105

8. Michel Fabrizio (Aprilia) 101

9. Davide Giugliano (Aprilia) 79

10. Jules Cluzel (Suzuki) 72

11. Leon Camier (Suzuki) 62

12. Max Neukirchner (Ducati) 53

13. Carlos Checa (Ducati) 50

14. Ayrton Badovini (Ducati) 45

15. Leon Haslam (Honda) 29

16. Federico Sandi (Kawasaki) 23

17. Ivan Clementi (BMW) 18

18. Vittorio Iannuzzo (BMW) 13

19. Niccolò Canepa (Ducati) 11

20. Alexander Lundh (Kawasaki) 10

21. Fabrizio Lai (Kawasaki) 8

22. Glen Allerton (BMW) 6

23. Jamie Stauffer (Honda) 4

24. Kosuke Akiyoshi (Honda) 2

25. Mark Aitchison (Ducati) 2

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA