Che fine faranno le vecchie moto col motore a scoppio?

Il giorno che tutti avremo macchine e moto elettriche, che fine faranno i nostri veicoli endotermici? Rimarranno in garage come ricordo del tempo che fu, o avranno una nuova vita elettrica?

1/11 I nuovi silenziatori hanno un look molto aggressivo

1 di 2

Caro direttore, sono un motociclista vecchio stampo e vi leggo da quando avevo 10 anni. Ora ne ho 48 e nel mio garage ci sono moto moderne e d’epoca. Di norma utilizzo una Harley- Davidson Street Bob, ma ho anche una Moto Guzzi Airone Sport 250 del 1949, uno Stornello 125 del 1964, una V35 del 1985 e una Honda 750 K2 del 1974. Il giorno che tutti avremo macchine e moto elettriche, visto che è quello il futuro, che fine faranno i nostri veicoli endotermici? Rimarranno in garage come ricordo del tempo che fu, o avranno una nuova vita elettrica?

Antonio Meta –e-mail

Caro Antonio, dopo l’indigestione di rottamazioni (soprattutto auto) degli anni scorsi, ci si è resi conto che si stava distruggendo un patrimonio storico-collezionistico di grande valore, così le autorità hanno ideato meccanismi per tutelare i veicoli storici. Le Regioni del bacino padano (Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna), per esempio, concedono sempre via libera alle moto iscritte ai registri storici, indipendentemente dall’età. Senza iscrizione, invece, nella stessa area è sempre bloccata la circolazione degli Euro 0 2T, mentre gli Euro 1 2T sono fermi dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 19,30.

Forse in futuro la maggioranza viaggerà a trazione elettrica, teoricamente senza inquinare, ma gli appassionati potranno continuare a circolare con le loro “vecchiette”. Ci piacerebbe che Moto Guzzi riproponesse uno Stornello, magari a zero emissioni, ma mai vorremmo che quelli d’epoca fossero “elettrificati”!

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA