a cura della redazione - 18 settembre 2019

Domani l'addio a Giorgio Savio

Era uno dei personaggi più noti dell'enduro dell'Oltrepo Pavese: Giorgio Savio, 59 anni, aveva un passato di agonista. I funerali si svolgeranno domani, 18 settembre, a Casteggio

Era uno dei personaggi più noti dell'enduro dell'Oltrepo Pavese: Giorgio Savio, 59 anni, aveva un passato di agonista, ma era conosciuto soprattutto per avere ideato e gestito il motodromo di Castelletto di Branduzzo. C'era del suo anche nell'attività enduristica della Torretta di Borgo Priolo, inoltre era una guida turistica, un istruttore e aveva collaborato con la scuola di Fabio Fasola. In più scriveva romanzi noir-fantasy. Il 3 settembre è uscito per un giro in fuoristrada in zona Costa Pelata e non è più tornato; dopo giorni di ricerche, condotte anche dagli enduristi locali, il suo corpo senza vita è stato trovato l'11 in fondo a un dirupo, a notevole distanza dalla sua KTM, che era stata posteggiata sulla stampella laterale. Il casco e il suo marsupio erano sulla moto.

I funerali si svolgeranno alle 15 di giovedì 18 settembre a Casteggio, nella chiesa di S. Pietro, sulla collina di Pistornile. Ci sarà un corteo di motociclisti che accompagnerà il feretro: se volete partecipare, la partenza è dal parcheggio del Carrefour di Casteggio.

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli