Fuego2ice: 32.000 km di viaggio da CapoHorn all’Alaska, in sella a una Beta 50. Report 2

Argentina: da Rio Grande a El Calafate

TERZA SETTIMANA 7-14 DICEMBRE

SECONDA SETTIMANA: 30 NOVEMBRE-7 DICEMBRE Le Beta corrono più del previsto ma consumano di conseguenza; non vanno oltre i 120 chilometricon un pieno di sette litri. Nell’estremo Sud dell’Argentina trovare un benzinaio, fare che questo sia aperto ed abbia combustibile ha un tasso di probabilità molto basso, quindi dobbiamo recuperare delle taniche. E trovare il modo di fissarle alle Beta.

I primi giorni di viaggio sembrano una perenne caccia al tesoro, dove il tesoro stesso si nasconde e anche molto bene. Cerchiamo: fascette in plastica, cinghie per tenere fermo il bagaglio, elasticoni con ganci metallici finali. Se pensate che sia facile trovare tutto, magari in un solo posto, non avete fatto bene i calcoli. Il record è stato stabilito a Rio Grande, dove per un intero pomeriggio non abbiamo fatto altro che cercare uno spacciatore di fascette di plastica, quelle comunissime da elettricista.

Nel primo sterrato arrivando a Rio Gallegos, nella parte cilena risalendo verso Nord, le Beta e tutto il nostro bagaglio assaggiano finalmente polvere, buche e sassi. Le prime si comportano con grande stile, facendoci veramente divertire nonostante la scarsa potenza e velocità. Il bagaglio invece si muove e si scompone, cadendo nella polvere un paio di volte. Compito per i prossimi giorni: trovare un modo migliore per fissarlo e tenerlo in posizione, altrimenti rischio di perdere tutto nel giro di 150 chilometri.

VIDEO SECONDA SETTIMANA

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA