di Marco Gualdani - 05 novembre 2019

Fantic si rilancia nel fuoristrada con le XX e XE a 2 tempi

Il Marchio veneto ritorna al primo amore presentando tre inedite 2 tempi da cross ed enduro. Con un programma sportivo molto ambizioso

1/5

Fantic Motor XE 125

Il legame tra Fantic e il fuoristrada non si è mai dissolto, nonostante un lungo periodo di assenza dalle competizioni di enduro e cross. Oggi si torna al passato con l’arrivo di due inedite 125, la XX da cross e la XE da enduro. La base tecnica è quella della Yamaha YZ da cui si ereditano telaio e motore, quest’ultimo aggiornato e modificato dalle esperte mani di Jan Witteween, assieme a Gaetano Cocco. Le soprastrutture sono invece del tutto nuove e lanciano un nuovo design delle Fantic da fuoristrada. Per il momento le moto sono dotate di alimentazione a carburatore, ma è plausibile vedere a breve una versione a iniezione elettronica, anche in ottica omologazione Euro 4.

Ma non è tutto: è stata mostrata anche una XX 250 da cross, sempre su base Yamaha, da cui presto verrà sviluppata una versione da enduro. Le moto saranno disponibili dai concessionari Fantic nella prossima estate; i prezzi saranno allineati a quelli del mercato, probabilmente poco sotto ai 9.000 euro.

1/5

Fantic Motor XX 125

Ritorno alle gare

Parallelamente al ritorno sul mercato, c’è un’importante rilancio anche in campo agonistico, con tre strutture dedicate al racing. Le 125 da cross saranno gestite direttamente da Corrado Maddii per schierarsi al via dell’Europeo, del Mondiale e dell’Italiano 125, mentre per l’enduro saranno i team Jolly Racing di Franco Mayr e il Sicilia Racing di Marco D’Arpa a portare in gara le XE nel Mondiale e negli Assoluti. Mayr si schiererà con le 250 nella E1 con Harry Edmondson (figlio del campione Paul) e di un secondo pilota che ancora deve essere ufficializzato; ma che dovrebbe avere passaporto inglese. D’Arpa, invece, si occuperà della gestione delle 125.

Fantic riparte con le idee chiare con un progetto ambizioso che ha rimesso insieme alcune figure come Mariano Roman, Witteween, Cocco e Maddii… Che insieme, ai tempi dell’Aprila, fecero la storia degli anni d’oro del fuoristrada. Oggi ci riprovano, in una nuova era.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli