SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Enduro delle Nazioni Europee 2015: Italia al 3° posto

Il Team Senior (composto da Rossi, Spandre, Nicoletti e Micheluz) agguanta la medaglia di bronzo nell’ultimo round stagionale in Germania; vincono i padroni di casa, con la Gran Bretagna seconda. Coniglio, Pavoni, Aresi e Macoritto (gli Junior) sfiorano il podio. Maurizio Micheluz e Mirko Spandre campioni europii rispettivamente E1 e Under 20. Foto e classifiche

“Mezza” Italia a podio

Termina a Rüdersdorf, in Germania, il Campionato Europeo Enduro 2015. La quarta ed ultima tappa della competizione continentale (qui la gallery) è valida sia per definire la classifica piloti individuale che per il titolo europeo a squadre nazionali. L’Italia è tra le nazioni protagoniste grazie al terzo posto nel Trofeo (dietro a Germania e Gran Bretagna) e al quarto con la squadra Junior, alle spalle di Francia, Gran Bretagna e Finlandia.
1/14 Europeo Enduro 2015, Germania: le Kawasaki KE-Moto di Matteo Rossi e Federico Aresi

Italiani terzi nel "Trofeo" Senior, due titoli europei nella "Individuale"

Nel Trofeo la lotta per la vittoria è combattuta. La Germania conquista il successo con un tempo totale di 6 ore 40’ e 28’’, precedendo rispettivamente britannici e azzurri di 34’’ e 2’ e 36’’. L’Italia si mette in evidenza soprattutto nel Day2, quando chiude la giornata in seconda piazza dietro ai tedeschi, quest’ultimi agevolati, senza dubbio, dal fattore “campo”. Anche a livello individuale, i piloti azzurri concludono il loro 2015 con ottimi risultati (anche se, complessivamente, forse si sperava di poter lottare di più con Germania e Gran Bretagna). Maurizio Micheluz (Husqvarna RigoMoto, 2° nella classifica assoluta generale) e Mirko Spandre (KTM) conquistano rispettivamente i titoli europei E1 e Under20. Diego Nicoletti (Beta) e Matteo Rossi (KE Moto) concludono la loro stagione in seconda piazza rispettivamente nella E2 Senior e nella E1 Junior. Attenzione a non confondere le categorie: Spandre e Rossi corrono individualmente nella Under20 e nella Junior, ma fanno parte della squadra Senior, da non confondere con la squadra Junior, protagonista del prossimo paragrafo e riservata esclusivamente ai piloti più giovani.

Le giovani promesse

I ragazzi della Maglia Azzurra Junior rimangono ai piedi del podio con soli 53’’ di svantaggio dalla Finlandia. La Francia – nettamente più forte delle nazioni rivali - vince con un tempo totale di 6 ore 38’ e 20’’, con un distacco di 12’ e 55’’ sulla Gran Bretagna e di 13’ e 27’’ sulla Finlandia. La Maglia Azzurra ben figura davanti al pubblico tedesco, ma deve fare i conti con il ritiro di Ivan Coniglio (Yamaha Sicilia Racing) nel Day 2 per un problema tecnico. Dal canto loro Federico Aresi (KE Moto), Lorenzo Macoritto (KTM) e Matteo Pavoni (KTM) si sono ben comportati. Da segnalare, nelle classifiche individuali, il terzo posto di stagione di Macoritto nell’Europeo Under 20.

Le dichiarazioni

Al termine della competizione, il Commissario Tecnico FMI Cristian Rossi dichiara: “Domenica siamo stati più veloci rispetto a sabato; nel secondo giorno i ragazzi, invece che essere più stanchi, hanno fatto registrare tempi migliori rispetto al Day1. Peccato non aver concretizzato il risultato: con la squadra del Trofeo avremmo potuto lottare per la vittoria se il sabato avessimo corso come la domenica. Nella classifica Junior invece la Francia è andata davvero forte, ma noi abbiamo dimostrato di essere lì. I risultati di entrambe le squadre confermano che i giovani azzurri sono ad un buon livello. Il titolo Europeo di Spandre e il terzo posto in Campionato di Macoritto sono risultati che fanno ben sperare per il futuro dell’Enduro azzurro. Dalla Germania torniamo a casa con un podio tutto tricolore; nella somma delle due giornate di gara infatti Pavoni, Spandre e Macoritto sono risultati i più veloci, andando così a completare il podio finale. Peccato per Ivan Coniglio, costretto a rientrare al paddock nel Day2 per un problema alla sua moto”.

Mirko Spandre, Campione Europeo Under20: “La gara è stata veramente impegnativa. Sabato non mi aspettavo di vincere, ho stretto i denti tutta la giornata per il dito rotto agli Assoluti d’Italia di Borno. Non pensavo di poter battagliare per la vittoria, ma alla fine sono riuscito a salire sul gradino più alto del podio e a portare a casa punti importanti per il Campionato. La domenica ho faticato di più, sempre per il dito, ma quando ho visto che il mio diretto avversario, Sealey, si era ritirato, ho cercato di amministrare la gara, senza fare troppi errori. Ringrazio la Federazione, il Team e tutta  la mia famiglia per il supporto che mi hanno dato in questa stagione".

Giancarlo Comotti (Team Manager KE Moto SpA managed by Motorace): “Non ho parole. Siamo tutti immensamente felici per questa vittoria di Matteo Rossi di domenica e della prova positiva di Federico Aresi. Rossi è stato superlativo e si è meritato alla grande questa sua prima vittoria nel Campionato Europeo nella classe Junior E1. Rossi, inoltre, domenica ha terminato terzo assoluto e, grazie ai punti conquistati nella classe Junior E1, è inoltre riuscito a fare sua la seconda posizione nella classifica finale di Campionato Europeo della Junior E1 con un risultato a dir poco strabiliante. Non è stata una stagione facile perché all’inizio partivamo per debuttare con la nuova KE Moto SpA, ma non abbiamo mai mollato e siamo andati avanti a lavorare. Questo è il risultato di tutto quello che è stato fatto durante l’arco della stagione. Qui, in Germania, sono state due giornate di gara importantissime per noi, soprattutto in chiave Campionato, dove abbiamo ottenuto un grande risultato. Ne approfitto, anche a nome di tutto il Team, per ringraziare i nostri partner, sponsor e tecnici. Un ringraziamento particolare va ad Alfredo Ciresa di KE Moto SpA per il supporto ricevuto. Adesso ci attende un inverno di lavoro. Siamo però carichi e fiduciosi per il futuro. Ancora il più sincero grazie a tutti quelli che hanno contribuito a raggiungere questi risultati. Non ci resta che continuare insieme in questa direzione”.

Matteo Rossi (pilota Team KE Moto SpA managed by Motorace, classe Junior E1): “Sono molto contento perché finalmente è arrivata la prima vittoria. Sono anche molto emozionato per la terza posizione ottenuta domenica nella classifica assoluta e per avere terminato il Campionato Europeo in seconda posizione nella classe Junior E1. Dedico questi miei risultati e la vittoria di domenica alla squadra, ma anche a mio padre Gianmarco, che quest’anno mi ha dato una grande mano per crescere professionalmente grazie alla sua esperienza di tre volte Campione del Mondo Enduro. Adesso speriamo di continuare a fare esperienza con la KE Moto 250 4T anche nel 2016”.

Tutti i risultati

Clicca qui per consultare tutti i risultati, classe per classe, prova speciale per prova speciale, oppure clicca sui link sotto l’immagine d’apertura dell’articolo per scaricare e consultare le classifiche delle Nazioni.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA