STK1000 “sprint” a Misano: Faccani vince il duello con Rinaldi

European Superstock 1000 2017, Misano: risultati gara e classifica GP Riviera di Rimini. Dopo la bandiera rossa, Marco Faccani ci crede fino all’ultimo: si mette alle spalle la Ducati di Michael Rinaldi e ottiene la prima vittoria in STK. Scheib porta Aprilia sul podio, sfortunato Sandi
Marco Faccani infila Michael Rinaldi all'ultimo giro

European Superstock 1000 2017, Misano: risultati gara

Pos Pilota Moto Gap Giro Veloce
1 FACCANI Marco BMW S 1000 RR LEAD 1'37”626
2 RINALDI Michael Ruben Ducati Panigale R 0”362 1'37”686
3 SCHEIB Maximilian Aprilia RSV4 RF 0”812 1'38”009
4 VITALI Luca Aprilia RSV4 RF 1”911 1'37”783
5 MARINO Florian Yamaha YZF R1 2”700 1'38”043
6 RAZGATLIOGLU Toprak Kawasaki ZX-10RR 3”321 1'38”192
7 GUARNONI Jeremy Kawasaki ZX-10RR 3”429 1'38”612
8 JONES Mike Ducati Panigale R 6”826 1'38”312
9 MYKHALCHYK Illia Kawasaki ZX-10RR 7”102 1'38”218
10 SCHACHT Alex Ducati Panigale R 7”385 1'38”772
11 FRITZ Marvin Yamaha YZF R1 7”929 1'38”767
12 FERRARI Matteo BMW S 1000 RR 8”675 1'38”333
13 PUSCEDDU Emanuele BMW S 1000 RR 10”296 1'39”233
14 MARCHIONNI Fabio Yamaha YZF R1 10”339 1'38”881
15 SCOTT Glenn Kawasaki ZX-10RR 11”288 1'39”109
16 PINSACH Xavier Kawasaki ZX-10RR 13”894 1'39”839
17 CECCHINI Riccardo Kawasaki ZX-10RR 14”117 1'39”548
18 PUFFE Julian BMW S 1000 RR 14”573 1'39”829
19 D'ANNUNZIO Federico BMW S 1000 RR 14”702 1'39”731
20 MOSER Marc Kawasaki ZX-10RR 19”887 1'41”098
21 CUDEVILLE Maxime Kawasaki ZX-10RR 22”599 1'41”447
RT SALVADORI Luca Yamaha YZF R1 1'39”685
RT SANDI Federico BMW S 1000 RR 1'37”949
RT FINSTERBUSCH Toni Kawasaki ZX-10RR 1'40”124
RT UPTON Daryn Kawasaki ZX-10RR
RT ANDREOZZI Alessandro Yamaha YZF R1
RT MANFREDI Kevin Kawasaki ZX-10RR

La bandiera rossa ferma la "Rossa" di Borgo Panigale. Sandi sfortunato...due volte!

Federico Sandi
Nell’ultima gara della giornata la STK 1000, Rinaldi concretizza la pole e comanda la corsa in solitaria, alle sue spalle ci sono Sandi, Faccani, Razgatlioglu e Tamburini. A 6 giri dalla fine la Yamaha del “Tambu” rompe il motore nel T1, il pilota cerca di stare il più largo possibile ma l’olio rimane sull’asfalto. Nel giro dopo, a causa dell’olio in pista, cade Federico Sandi che si arrabbia visibilmente con i commissari che non hanno esposto nessuna bandiera gialla e rossa. Dopo che in quella stessa curva cade anche lo svizzero Vionnet, i commissari espongono la bandiera rossa. Dato che i 2/3 della gara non erano stati completati, i piloti faranno una ripartenza “sprint” di appena 5 giri.

Nella seconda ripartenza Rinaldi e Sandi vanno alla grande, e Sandi nel T4 si porta davanti alla Panigale numero 12. Nel corso del 3° giro Federico Sandi esce lento dal Tramonto ed è 3°, passa sul traguardo ma la moto lo tradisce sul rettilineo: gara finita per lui. Rinaldi si riporta al comando, ma all’ultimo giro un inarrestabile Marco Faccani si impone sul giovane Ducatista, e così il pilota del Team Althea si porta a casa la prima vittoria in STK100. Con l’amaro in bocca Michael Rinaldi, che può comunque gioire per aver ripreso la leadership dell’Europeo Superstock. Completa il podio il cileno Maximilian Scheib con l’Aprilia RSV4 RF del Team Nuova M2 Racing: è la prima volta che il pilota sudamericano riesce a finire nel parco chiuso. 4° un ottimo Luca Vitali, che precede Florian Marino (5°) e le Kawasaki di Toprak Razgatlioglu (6°) e Jeremy Guarnoni (7°). Completano la Top 10 Mike Jones (8°), Illia Mykhalchyk (9°) e Alex Schacht (10°). In zona punti anche Marvin Fritz (11°), che ben figura dopo lo spaventoso incidente ad Assen, e gli italiani Ferrari (12°), Pusceddu (13°) e Marchioni (14°).

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA