di Beppe Cucco - 23 marzo 2019

deBolex trasforma l’Energica Eva in una racer retró

I customizzatori inglesi di deBolex hanno trasformato la naked elettrica Energica Eva in una special dal sapore vintage. La moto è caratterizzata da una carenatura avvolgente colorata con diverse tonalità di grigio
1/38 Energica Eva Special by deBolex

I customizzatori inglesi di deBolex hanno trasformato la naked elettrica Energica Eva in una special dal sapore vintage. Il progetto è stato proposto loro da Gareth Maxwell Roberts, regista del film documentario “Oil in the Blood”, che tratta appunto il fenomeno delle moto special, e lancia uno sguardo anche al futuro della customizzazione.

Così, quando Gareth ha commissionato la realizzazione di questa moto, ha deciso che la special doveva guardare al futuro e per questo motivo è stata scelta come moto di partenza una moto elettrica, una Energica Eva.

Considerando i valori di potenza e coppia della Eva (145 CV e 200 Nm) i customizzatori hanno deciso di non intervenire in nessun modo per aumentarne le prestazioni. Il primo lavoro fatto è stato quello di spogliare la moto di partenza di tutte le sovrastrutture per metterla a nudo. È stato poi riposizionato il modulo ABS e modificato il telaietto posteriore.

Dopodiché si è passati alla nuova carrozzeria, realizzata completamente a mano battendo lastre di alluminio. Il lavoro più difficile e complesso è stato quello di nascondere il pacco batterie squadrato riuscendo allo stesso tempo a dare alle nuove carene una forma filante e sinuosa. Nella realizzazione delle nuove sovrastrutture si è dovuto pensare poi a canalizzare l`aria per il raffreddamento di motore e batterie: per questo motivo sono presenti due prese d`aria laterali poste in basso lateralmente. La presa di ricarica è stata spostata da sotto il “serbatoio” a sotto alla nuova sella, realizzata in alcantara.

I cerchi di serie sono stati sostituiti con nuove unità Dymag UP7X equipaggiati con pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa. Anche i freni sono stati aggiornati, con pinze e dischi Brembo, oltre a una pompa master Magura. Completano la moto il monoammortizzatore Maxton RT 10, pedane, leve e serbatoi dei liquidi freno Rizoma e nuovi semi manubri Renthal. Per la livrea è stato scelto un mix di grigi, argento e bianco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news