a cura della redazione - 01 aprile 2018

Arriva il Grande Fratello della velocità

Impossibile sfuggire ai limiti: lo smartphone comunicherà la nostra velocità direttamente alla Stradale. La patente risiederà sul telefono e riceveremo le multe via SMS. Il provvedimento potrebbe entrare in vigore già dal 25 aprile. Le parole del ministro in pectore
La schermata di avvio della "app Patente"

Motociclismo è riuscito a entrare in possesso di una bozza definitiva di decreto legge di modifica del Codice della strada, scritta dal probabile prossimo ministro dei Trasporti, Lepide Scerpa, gradito a entrambi i partiti che potrebbero dar vita al governo. La modifica più rilevante (e permettetecelo, inquietante) è quella che prevede l’obbligo per tutti i gestori telefonici di comunicare a Vigili Urbani e Polizia i dati rilevati dagli smartphone sulla velocità degli utenti della strada per controllare il rispetto dei limiti ed eventualmente comminare multe.

Raggiunto telefonicamente, il ministro in pectore ha difeso vigorosamente il proprio provvedimento: “Di un intero e articolato Codice, voi giornalisti estrapolate solamente un comma per fare sensazionalismo! La norma è sacrosanta: quando c’è in ballo la sicurezza della comunità, la privacy del singolo passa in secondo piano. E comunque nessuno verrà messo alla berlina: la notifica dell’eventuale sanzione arriverà via SMS direttamente sullo smartphone del trasgressore, che potrà pagare per via elettronica senza che altri lo vengano a sapere”.

"Sradicheremo l’eccesso di velocità"

Oltre a rilevare le infrazioni al codice della strada, l'"app patente" segnalerà tutte le informazioni utili per il viaggio

Ma ministro Scerpa, e in caso di sottrazione di punti o sospensione della patente? “Non mi chiami ministro… ancora” – se la ride il novello Ferri (ricordate il ministro dei 110 km/h?) – “Il nuovo codice prevede la ‘virtualizzazione’ della patente, che sarà custodita nella ‘app patente’ dello smartphone degli automobilisti (e motociclisti, n.d.r.): la app conteggerà anche i punti e nel caso notificherà la sospensione o il ritiro del documento”.

Quando entrerà in vigore il provvedimento? “Non appena formato il governo, introdurremo il nuovo Codice della Strada per decreto, se fosse necessario anche con la fiducia. Sradicheremo l’eccesso di velocità da ogni strada italiana entro il ponte del 25 aprile. La motorizzazione sta già comunicando informalmente ai gestori telefonici i punti patente dei titolari dei contratti. La mattina dopo l’entrata in vigore della legge su tutti gli smartphone comparirà l’app patente, da quel momento le strade saranno più sicure!”

Scorrendo le immagini nella gallery qui sotto trovate le più comuni infrazioni, la relativa multa e sanzione, il numero di punti che vengono decurtati, il periodo di sospensione della patente e l’articolo del Codice della Strada di riferimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news