È scomparso Fortunato Nello, storico nome della Regolarità

Lunedì 30 maggio 2011 è morto Fortunato Nello (nella foto al centro in piedi fra le due moto), una figura storica della Regolarità degli anni Settanta. Lo vogliamo ricordare con i suoi successi.

è scomparso fortunato nello, storico nome della regolarità

 

Milano - Ci ha lasciati lunedì 30 maggio Fortunato Nello. I più giovani forse non lo conoscono, ma per chi ha conosciuto la regolarità negli anni Settanta il suo nome porta alla memoria molti ricordi, la maggior parte dei quali legati al Marchio Rond Sachs.

Nello nasce in Calabria sessantanove anni fa e nel 1960 il lavoro lo porta a Bergamo, patria del tassello, dove si appassiona immediatamente alle due ruote. Dopo un periodo alle dipendenze di concessionari Piaggio, nel 1967 apre un’officina in proprio. In quegli anni si appassiona alle gare e corre con un Capriolo 75 4T, con una Moto Guzzi Stornello e infine con una Gilera 5M Regolarità Casa. Nel 1971 l’incontro con Giorgio Mazzilli gli fa ottenere buoni risultati in sella alla 125 milanese.

Ma la svolta arriva nel 1972, quando Fortunato Nello diventa importatore ufficiale delle olandesi Rond Sachs, Marchio al quale rimarrà indissolubilmente legato.

Le moto, preparate dallo stesso Nello, venivano assemblate nell’officina di torre Boldone (BG) per le gare: piloti del calibro di Gino Perego e Gianluigi Paganessi portarono le Rond Sachs ad eccellenti risultati. Ma le moto di Nello salirono sul podio anche con Caccia e Gagni, Panzeri e Teotti, Marinoni e Fusetti.

Gli anni d’oro si spengono dopo la Sei Giorni in Austria: le moto portano il marchio Nello sul serbatoio e Gualdi conduce il prototipo della 50 sette marce. Di questa straordinaria moto e dell’attività di Fortunato Nello, FUORIstrada ha pubblicato un approfondito articolo sul fascicolo di luglio 2004.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA