Due giorni sulle tracce di Puccini e del Carnevale di Viareggio, fra Versilia, Lunigiana e Garfagnana

Con Motociclismo di gennaio pubblichiamo il primo viaggio che propone un nuovo modo di fare il turismo: potrete ripercorrere gli itinerari descritti nella rivista con le tracce GPS scaricabili dal nostro sito internet, con i waypoint che vi porteranno nei punti d’interesse da visitare (luoghi da fotografare, posti dove dormire e mangiare). Questo mese la Toscana: ecco cosa vedrete.

Come cambia il turismo di Motociclismo




Scaricati dal nostro sito i più bei percorsi di Motociclismo


Da questo mese potrete scaricare dal nostro sito il percorso dell’itinerario proposto nell’articolo pubblicato su Motociclismo. Sarà disponibile un file GPX nel quale trovate segnalati i punti d’interesse con relative coordinate, utilizzabile su tutti i navigatori presenti sul mercato (abbiamo selezionato per voi località/scorci/monumenti/locali, che senza il navigatore sarebbe difficile localizzare e raggiungere).
Per poter leggere il file basterà convertirlo con programma fornito con il vostro GPS (oppure scaricabile da internet). Sarà disponibile poi un file GBD immediatamente leggibile da chi dispone di programma Land Navigator Map Source della Garmin e, infine, un file GPI per visualizzare anche le foto scattate lungo il percorso, descrizione dei luoghi e altimetria. Cominciamo con un itinerario in Toscana, in un carosello di belle strade che si snodano fra Versilia, Garfagnana e Lunigiana. Fra i Waypoint che vi segnaliamo ci sono il rifugio di Giacomo Puccini sul Lago di Massaciuccoli, i laboratori dei maghi della cartapesta di Viareggio e i Castelli  dei Malaspina che dominano Carrara.

Tracciato per Garmin Zumo


Oltre al tracciato GPX leggibile da tutti i navigatori previa installazione di programma (fornito insieme al vostro GPS o scaricato dal Web) e il tracciato GDB, immediatamente leggibile dai navigatori Garmin senza ricorrere a conversione, trovate un file GPI leggibile solo dai navigatori Garmin Zumo e Nuvi, con il quale potrete visualizzare oltre al percorso anche le foto dei punti di interesse e informazioni utili che li riguardano. In questo modo sarà possibile per voi ricalcare l’esatto percorso pubblicato sulla rivista ma arricchito con ulteriori immagini e indicazioni turistiche. Le modalità di utilizzo di questo file “avanzato”, le trovate di seguito:

Istruzioni per l'uso del formato GPI


1) Scarica il file .ZIP ed estrai il contenuto sul Desktop del tuo PC.
2) Collega il navigatore al computer tramite l’apposito cavo USB.
3) Esplora la memoria del navigatore ed assicurati che nella cartella "Garmin" sia presente una sottocartella denominata "POI"
4) Nota: Se non esiste una cartella /Garmin/POI/ dovrai crearla.
5) Copia il file GPI nella cartella /Garmin/POI/ del navigatore        
6) Il contenuto è installato: puoi scollegare il navigatore dalla porta USB
7) Per visionare ed utilizzare il contenuto, accendi il tuo Garmin e tocca "Dove si va? -> "Extra" -> "Motociclismo..."
8) Solo per i possessori di nuvi 3**: accendi il tuo Garmin e tocca "Dove si va" > "Kit da viaggio" > "Guida di viaggio"

L'itinerario





Per il numero di gennaio vi proponiamo un itinerario che risveglierà la vostra voglia di viaggiare in moto, anche se il tempo d’inizio anno sarà ancora freddo. Il percorso inizia sulle strade della Versilia, che a febbraio si animano con il Carnevale di Viareggio e dove si sono da poco conclusi i festeggiamenti per i cento anni di vita e passione di Umberto Bonetti, il pittore futurista che ha inventato il Burlacco, la prima maschera del carnevale.

Partiamo da Lucca, città natale di Giacomo Puccini, compositore della Boheme, di cui, nel 2008, si sono ricordati i 150 anni. Lasciamo la moto nel grande parcheggio gratuito vicino al centro storico. Giriamo a piedi. Visitiamo la Chiesa di San Michele ed il Duomo di San Martino, dove sono custoditi il monumento funebre di Ilaria del Carretto di Jacopo della Quercia, un dipinto di Domenico Ghirlandaio raffigurante la Madonna con Bambino e l’Ultima Cena di Jacopo Tintoretto. Ci facciamo poi prendere per la gola dalla storica cioccolateria di via S. Paolino e dal pan dolce all’anice.

Saliti nuovamente in sella, proseguiamo per la strada fra il tunnel di tigli di Torre del Lago, uno dei luoghi favoriti della vita di Puccini. La strada prosegue dritta fino al parco di Migliarino San Rossore e continuiamo per il lago di Massaciuoli.

La sosta è a Viareggio, dove pranziamo con la tipica frittura di pesce e poi visitiamo il museo della Cittadella del Carnevale, in cui è custodita la storia dei maestri della cartapesta. Passiamo dal mercato di Forte dei Marmi e ci fermiamo anche ai castelli di Massa e di Carrara. Ma i lunghi rettilinei della Versilia ci hanno fatto venire nostalgia delle care e vecchie pieghe.

Così, arriviamo nel golfo di Lerici, dove le strade cominciano a farsi tortuose, ceniamo, ci fermiamo per la notte ed il giorno successivo facciamo rotta per Sarzana, percorrendo la statale SP446. Da qui iniziamo la salita per la Lunigiana, tripudio di panorami e di curve divertenti, dove, però, non mancano tratti sporchi o scivolosi ed è necessario procedere con prudenza.

Torniamo verso Lucca attraversando la Garfaganana con la SR445 e fermandoci prima a Capodiponte, poi a Catelnuovo di Garfagnana. Passiamo per gli ultimi due punti d’interesse rilevati con il GPS: il Ponte della Maddalena o Ponte del Diavolo ed il Teatrino di Vetriano, che è il più piccolo teatro del mondo. Terminiamo il nostro giro tornando a Lucca.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL PERCORSO INTERATTIVO CON I PUNTI DI INTERESSE

Il servizio completo su Motociclismo di Gennaio 2009 in edicola dal 24 dicembre 2008

I file allegati sono un .gpx,
formato generico che è possibile inserire in ogni programma di navigazione ed in ogni GPS, mentre il file .gbd è specifico per il programma Land Navigator Map Source della Garmin.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA