Ducati SuperSport 950 S 2021: il test in pista

Prestazioni “giuste” e ciclistica a punto: la SuperSport è la dimostrazione di come l’idea di sportività possa conquistare anche senza numeri da urlo. Dopo averla provata su strada in anteprima mondiale, siamo scesi tra i cordoli di Vallelunga per vedere come si comporta in pista

1/12

1 di 2

Il tema moto strada-pista è uno dei più inflazionati - ma non per questo meno appassionanti - del nostro mondo. C'è chi sostiene sia meglio una supersportiva pura per via delle prestazioni, chi tifa per le naked, comode anche su strada. C'è, infine, chi vede nelle sportive stradali la soluzione migliore. Dire quale sia la Sacra Verità, ammesso che esista, è impossibile, perché ognuno ha il suo punto di vista e preferisce, magari, soffrire più in un ambito per avere un vantaggio dall'altra parte. Quel che è certo è che la SuperSport è un'opzione da non sottovalutare. Su strada, ne abbiamo già parlato (qui la prova completa, in anteprima mondiale. In alto le foto), ha il suo perché.

Scopriamo oggi che tra i cordoli vale altrettanto. La sua ragion d'essere è ovvio non sia quella di avvicinare i tempi delle supersportive. È quella, piuttosto, di offrire al pilota una grande facilità di guida e un corretto equilibrio dinamico. La posizione di guida è abbastanza racing da garantire un corretto feeling con l'avantreno. Pedane più alte consentirebbero di andare più forte, ma nell'ottica del doppio utilizzo vanno bene così. Il motore spinge con convinzione, risultando allo stesso tempo sempre gentile nella risposta al gas. Il cambio è rapido e preciso, i freni attaccano dolcemente ma hanno nel taschino tanta potenza. Tutto ciò, col contorno di una ciclistica stabile e rassicurante, che non manca di una certa maneggevolezza. Parlare di difetti sarebbe inesatto, per via della natura stradale della moto. È ovvio che con più CV, un assetto più rigido e bla bla andrebbe più forte. Grazie tante. Per questo motivo, l'unica cosa che modificheremo per questa bella giornata in pista a Vallelunga è il profilo del plexi che, quando ci si trova un carena, regolato nella posizione più bassa e aerodinamica, interferisce con l'orizzonte visivo.

1/12

La nuova Ducati SuperSport 950 è in vendita, nella sola colorazione rossa Ducati Red, con telaio rosso e cerchi neri, ad un prezzo di 14.140 euro c.i.m.*. Vale a dire 400 euro in più della versione precedente, a fronte, però, di una dotazione di serie più ricca.

Ad affiancare la versione “base” troviamo anche la più sportiva “S”, con forcella e mono Öhlins completamente regolabili, cover monoposto per la sella passeggero e “Tag” Ducati Red su cerchi ruota. Disponibile in bianco Arctic White Silk o in rosso Ducati Red, entrambi con telaio rosso e cerchi neri con “tag” Ducati Red, la nuova Ducati SuperSport 950 S è in vendita a 16.040 euro c.i.m.*, 600 euro in più rispetto al modello precedente.

*: prezzi da intendersi con la formula "chiavi in mano", comprensivi di "messa in strada", che Motociclismo quantifica in 250 euro.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli