SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa
10 November 2016

Ducati Scrambler Desert Sled: off road action e poi... la festa!

Ducati Scrambler Desert Sled 2017: info, dettagli e foto. Pensata per la guida offroad non impegnativa, vanta un motore da 803 cc ma a spiccare è un'estetica che richiama le "Slitte del deserto" americane degli anni '60 e '70: cerchio anteriore da 19", parafango alto, paramotore, nuova posizione di guida e sospensioni a lunga escursione

LAND OF JOY!

Ispirata alle "slitte del deserto" arriverà a febbraio, ad un prezzo di...

Nel 2017 arriva nella Land of Joy la Scrambler Desert Sled (qui le foto). si tratta di una nuova versione che prende ispirazione dal mondo delle moto da fuoristrada che negli anni ’60 e ’70 hanno fatto storia negli Stati Uniti. Le desert sled sono nate nel Southwest californiano e nella Baja in Mexico, tra gli anni ’60 e ’70. Erano moto stradali di oltre 500 cc, private di ogni accessorio non essenziale e sulle quali venivano montate gomme da offroad, cerchi a raggi, sospensioni modificate e piastre paramotore. Il loro nome, che significa letteralmente “slitta da deserto”, deriva proprio dalla piastra paramotore, indispensabile per riparare la parte inferiore del motore dai detriti. Con il passare degli anni queste moto sono diventate una vera e propria “categoria a parte” nel mondo delle due ruote.

La Scrambler Desert Sled riprende esattamente questo spirito, estendendo la gamma del Brand bolognese verso “l’easy offroad”. Grazie al telaio e alle sospensioni modificate, alle ruote a raggi con anteriore da 19" e alle linee inedite, questa moto strizza l’occhio a chiunque desideri poter uscire dalle strade asfaltate e affrontare percorsi meno battuti. L’attitudine al fuoristrada della Scrambler Desert Sled è sottolineata inoltre dalla presenza della griglia omologata per il proiettore anteriore, parafanghi alti appositamente disegnati per questa versione e, ovviamente, il paramotore.
Questa nuova Scrambler è inoltre caratterizzata da una nuova posizione di guida, grazie a una seduta più alta (è disponibile come optional una sella con altezza ridotta di 20 mm), sospensioni con escursione maggiorata (ora di 200 mm, sia davanti che dietro) e pedane di ispirazione fuoristradista con gommini amovibili. Le pedane del passeggero, separate da quelle del pilota, possono essere rimosse.

La nuova Scrambler Desert Sled arriverà sul mercato nel mese di febbraio 2017, in due colorazioni: rossa a 11.200 euro e bianca a 11.400 euro.

Il motore

Il motore della Scrambler Desert Sled è il bicilindrico Desmodue da 803 cc raffreddato ad aria e olio dell’Icon, omologato Euro 4. Assieme alla nuova omologazione è arrivato un nuovo comando gas e una inedita calibrazione motore che ha permesso di guadagnare fluidità di erogazione, soprattutto nelle prime fasi di apertura. Dotato di cambio a sei rapporti, il bicilindrico Desmodue della Scrambler è stato progettato per privilegiare la regolarità di marcia e la fluidità dell’accelerazione a ogni regime ha una potenza di 75 CV a 8.250 giri/minuto ed una coppia di 68 Nm a 5.750 giri/minuto. Nato per essere semplice ed accessibile, ha intervalli di manutenzione richiesti ogni 12.000 chilometri. 

Una ciclistica ispirata all'offroad semplice

La Scramble Desert Sled è dotata di una ciclistica inedita, pensata per il soft offroad. Rispetto alle altre versioni della Scrambler 800, il telaio della Desert Sled è stato irrobustito per resistere alle sollecitazioni proprie della guida fuoristrada. Inoltre è stato dotato di due piastre laterali forgiate che abbracciano il motore e sostengono il nuovo forcellone, rinforzato e più lungo rispetto a quello delle altre versioni da 800 cc. Al forcellone sono applicati un nuovo paracatena e una “pinna” per proteggere la corona, proprio come sulle moto da fuoristrada.   Anche le piastre di sterzo sono nuove sulla Scrambler Desert Sled e vantano un interasse steli maggiorato e un avanzamento incrementato.

Le sospensioni sono state pensate per offrire comfort e controllo anche fuori dall’asfalto. Per questo motivo hanno una escursione di 200 mm all’anteriore e al posteriore. La forcella è una Kayaba con steli rovesciati da 46 mm di diametro regolabile nel precarico molla, in compressione e in estensione mentre l’ammortizzatore, sempre Kayaba, è regolabile nel precarico molla e in estensione ed è dotato di serbatoio gas separato. Il nuovo assetto ha portato la Desert Sled ad avere un’altezza sella di 860 mm e un interasse di 1.505 mm.

Le ruote della Scrambler Desert Sled sono a raggi nelle misure di 19’’ all’anteriore e 17’’ al posteriore e montano i nuovi pneumatici Pirelli Scorpion Rally STR. Nelle misure 120/70 R19 M/C 60V M+S TL anteriore e 170/60 R 17 M/C 72V M+S TL posteriore.

La Scrambler Desert Sled è equipaggiata con un impianto frenante Brembo dotato di sistema ABS Bosch 9.1 MP con sensore di pressione. All’anteriore è stato montato un disco singolo da 330 mm, con uno spessore di 5 mm, accoppiato a una pinza a quattro pistoncini monoblocco Brembo M4.32B con attacco radiale. La scelta di un impianto frenante anteriore monodisco è stata fatta per lasciar libera la vista della ruota sul lato destro. Al posteriore invece c’è un disco da 245 mm su cui lavora una pinza ad un pistoncino da 32 mm di diametro.

Dirt, Fun & Style

In perfetto stile Scrambler, Desert Sled si presenta con una linea di accessori e abbigliamento dedicati, come il paracolpi da applicare al traversino del manubrio, una coppia di faretti anteriori aggiuntivi, indispensabili per i viaggi più avventurosi, paramani e uno scarico alto omologato. Inoltre, per chi desiderasse una seduta più bassa, è disponibile una sella con altezza ridotta di 20 mm.
Nella linea di abbigliamento dedicato alla Scrambler Desert Sled spicca il casco da fuoristrada Bell disegnato dal leggendario customizzatore e designer di Los Angeles Roland Sands, oltre a una inedita serie di guanti, felpa e magliette in stile offroad.

Ducati Scrambler Desert Sled in pillole

  • Motore bicilindrico Desmodue Euro 4 con finiture in nero
  • Scarico con doppio terminale e cover nere o Telaio rinforzato per l’uso fuoristrada
  • Nuovo forcellone in alluminio
  • Ruote a raggi anteriore da 19’’ e posteriore da 17’’ con pneumatici Pirelli Scorpion Rally STR. Nelle misure 120/70 R19 M/C 60V M+S TL anteriore e 170/60 R 17 M/C 72V M+S TL posteriore
  • Sella dedicata con altezza da terra di 860 mm
  • Manubrio a sezione variabile con traversino
  • Forcella a steli rovesciati Kayaba regolabile con escursione da 200 mm
  • Ammortizzatore posteriore Kayaba regolabile con serbatoio separato
  • Serbatoio in acciaio a goccia con guance intercambiabili
  • Faro anteriore con griglia omologata
  • Parafango anteriore alto
  • Parafango posteriore allungato
  • Portatarga alto
  • Colorazioni: Bianco con telaio nero e ruote a raggi con canali oro; Rosso Ducati con telaio nero e ruote a raggi con canali oro

Motociclismo a EICMA 2016

Motociclismo vi aspetta ad Eicma 2016 al padiglione 14, stand M44; passate a trovarci per un saluto e per partecipare alle numerose iniziative, che mettono in palio numerosi premi e gadget per tutti (cliccate qui per i dettagli). Vi aspettiamo! 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA