Ducati Scrambler 2015: svelata in un simpatico video

Storia e attualità, intrattenimento e marketing, filosofia e tecnica, nostalgia e modernità: così si può riassumere l’operazione di lancio della nuova bolognese. Verrà presentata a Colonia il 30 settembre, intanto… ce ne parlano Franco ed Elvira. Chi sono? Continuate a leggere

Ducati scrambler 2015: svelata in un simpatico video

Il 30 settembre al Salone di Colonia (Intermot) la Ducati Scrambler 2015 sarà finalmente svelata. La Casa di Borgo Panigale sta facendo precedere il debutto da un’attenta campagna studiata per attirare l’attenzione sul nuovo modello ma al tempo stesso trasmettere i concetti “filosofici” che stanno alla base del… vivere Scrambler. Ci sono un sito dedicato (www.scramblerducati.com) e la pagina Facebook, gli hashtag #scramblerducati e #scrambleryouare, il video contest, le presentazioni in anteprima in esclusiva dentro il conteiner giallo in fabbrica e al WDW 2014… Ma in sostanza questa moto non è ancora di dominio pubblico, se si escludono le foto che Motociclismo ha pubblicato in esclusiva.

 

CORSI E RICORSI

Una cosa divertente e significativa è che Ducati ha voluto impostare parte della campagna di lancio della Scrambler 2015 sulla falsa riga di quella della fine degli anni ’60 del secolo scorso, quando la Scrambler “originale” venne lanciata in Italia dopo il debutto negli States del 1962. Allora furono presi due dipendenti e fatti diventare protagonisti delle foto. Si trattava di Franco (collaudatore) ed Elvira (bella ragazza del reparto amministrazione), che vedete in questa foto divenuta davvero storica. Oggi a Borgo Panigale vogliono ripetere l’esperienza di “usare” i dipendenti per la campagna di lancio della nuova Scrambler, e lo fanno in una maniera davvero originale.

 

VIAGGI NEL TEMPO, MA LA SCRAMBLER È UNA COSTANTE

Ecco tre simpatici video che ci raccontano, in forma un po’ romanzata e sulle ali della fantasia, proprio la storia di Franco ed Elvira. Si tratta di una web serie realizzata con la tecnica dello “stop motion”, dove i personaggi principali sono appunto i protagonisti della pubblicità anni ’60. E proprio alla fine di quell’epoca mitica viene riportato con una macchina del tempo (la DeLorean di Ritorno al Futuro, precisamente) il… Franco del futuro, che dal 2078 si ritrova al famosissimo mega concerto di Woodstock, 1969. Qui incontra Elvira e la Ducati Scrambler: di entrambi si innamora. Mentre i due scorrazzano con la gialla monocilindrica, primam che riescano a baciarsi, la stessa macchina del tempo li porta al WDW 2014, dove fanno la conoscenza con la nuova Scrambler nel conteiner giallo e con Franco ed Elvira anni ’60 nella famosa foto. Il finale? A che serve descrivere con le parole? Guardiamo i tre video (ah, i cari, buoni, vecchi pupazzi di plastilina…), poi torniamo ad occuparci della moto. A proposito: nei video la Scrambler 2015 è di plastilina pure lei, ma di fatto il modellino ci svela le forme praticamente definitive, come dimostra il confronto con le linee - quelle sì definitive - che avete potuto vedere nella gallery con le nostre foto esclusive. Si sente anche il suono del motore. Sarà proprio quello vero?

 

FRANCO AND ELVIRA STORY (EPISODE 1)

 

FRANCO AND ELVIRA STORY (EPISODE 2)

 

FRANCO AND ELVIRA STORY (EPISODE 2)

 

Avete capito? La Scrambler è una moto che nasce negli anni ’60 del Novecento e viene traghettata ai giorni nostri dalle stesse persone che ne sono state testimonial allora. Ovviamente il tutto tramite un espediente filmico e tramite una tecnica anch’essa molto in voga in quel periodo. I baffi di Franco, tra l’altro, sono diventati un simbolo distintivo del nuovo modello, richiamati nella campagna della nuova Scrambler e una caratteristica irrinunciabile per i partecipanti allo Scrambler Beach Party del 18 luglio durante il WDW.

 

NON CHIAMATELA REPLICA!

Ma la Scrambler dei giorni nostri, ci tengono a sottolineare in Ducati, non è una moto vintage, né tantomeno una replica della progenitrice. Diversa nel motore (un cilindro in più, tanto per cominciare) e nella ciclistica, è più che altro la moto che sarebbe oggi la Scrambler se Ducati non avesse mai smesso di produrla. Nessuno nega che ci siano alcuni richiami estetici e filosofici, ma non si tratta di una mera operazione di “ringiovanimento forzato”. Potrà non piacere a tutti e tra gli appassionati già non manca qualche voce critica, ma questa Scrambler non è roba da nostalgici.

 

Per vedere se Ducati ci ha preso non dobbiamo attendere molto: il 30 settembre a Colonia verrà presentata la nuova Scrambler, che potrà essere acquistata giusto pochi mesi dopo, a inizio 2015. In definitiva, come sempre, dopo tante chiacchiere sarà il mercato ad avere l'ultima parola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli