Ducati presenta la nuova Panigale V4 2023

La superbike bolognese, la Ducati Panigale V4, affina il pacchetto elettronico grazie all'esperienza maturata tra i cordoli dei campionati di velocità. Scopriamo di cosa si tratta

1/9

Ducati Panigale V4 2023

Una storia in continua evoluzione, questa della Panigale V4, la supersportiva di Ducati che oggi si mostra nella sua veste 2023. Che non cambia nell’estetica né nel fisico - rimasti immutati rispetto al my 22 - quanto per l’affinamento apportato al pacchetto elettronico, sempre più importante nel permettere al pilota di sfruttare l’enorme potenziale della moto, non solo dinamico ma soprattutto prestazionale: perché il V4 da 1.103 cc mette sul piatto 215,5 CV a 13.000 giri/min e 123,6 Nm a 9.500 giri/min di coppia massima dichiarata.

Ma torniamo a quello che c’è di nuovo, o meglio di migliorato. Prendendo come sempre spunto dalle competizioni - in SBK la Ducati Panigale V4R comanda la classifica grazie a un incredibile binomio con un velocissimo Alvaro Bautista - la famiglia Panigale V4 my 23 (in tutte le sue versioni, quindi comprese la S e la SP2) si fa bella di un rinnovato controllo del freno motore, l’Engine Brake Control (EBC) EVO2. Grazie a una nuova strategia di funzionamento marcia per marcia il sistema dovrebbe ottimizzare l’intensità del freno motore in funzione del carico sul posteriore, riducendolo in staccata quando si va ad alleggerire il retrotreno per via dell’improvviso trasferimento di carico pinzare forte (evitando bloccaggi fastidiosi), per poi aumentarlo gradualmente con l’ingresso di curva e il raggiungimento del punto di corda, sfruttando così il “tiro” del posteriore non solo per rallentare la moto tenendola in asse ma anche aiutandola a chiudere la traiettoria.

Aggiornato anche il cambio elettronico Ducati Quick Shift (DQS) alla ricerca di una sempre maggiore fluidità e velocità di cambiata in qualsiasi grado di apertura dell’acceleratore, soprattutto quando si va a parzializzare il gas.

Oggetto di migliorie anche il controllo della ventola di raffreddamento, per consentire al propulsore di lavorare a temperature di esercizio favorevoli - dando così il meglio di sé - oltre a garantire al pilota un minore stress dato dal caldo, soprattutto nell’uso su strada della moto. Senza poi dimenticare il controllo di trazione (Ducati Traction Control, di tipo cornering) e la gestione elettronica dell’acceleratore.

Il bello di tutte queste migliorie è che possono essere “caricate” anche sulla Panigale V4/V4S/V4SP2 targate 2022 attraverso un semplice intervento da effettuare presso i Ducati Servive a partire da fine luglio.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA