di Marco Riccardi - 28 settembre 2019

Parte il long test della Ducati Multistrada 950

La Ducati Multistrada 950, moto di grande versatilità, e di grande successo nelle vendite, è la nuova candidata alla nostra, durissima, maratona di 50.000 km

1/15 La Ducati Multistrada 950 protagonista del nostro Long Test

Non ci si ferma mai. Ora siamo arrivati alla maratona numero sei. Dopo Yamaha Tracer 900, Honda Africa Twin, BMW R 1200 RT e Suzuki V-Strom 1000 XT e Kawasaki Versys 650, l'impegnativo test di 50.000 km viene affrontato per la prima volta da una moto italiana, la Multistrada 950, una delle bicilindriche Ducati di maggior successo.

L'azienda bolognese ha fatto una scelta coraggiosa nel far mettere sotto il torchio di Motociclismo una delle sue bandiere tecnologiche: ovvero il motore ad L, un propulsore che deriva da quello ideato dall'ing. Taglioni nel 1970 per una sportiva 750. In questa versione raffreddata a liquido di 937 cc, il Testastretta è capace di erogare una potenza di 113 CV a 9.000 giri/min e dispone di una coppia di 96 Nm a 7.750 giri/min.

1/18 Ducati Multistrada 950 2019

Ora tocca a lei

La Ducati Multistrada 950 è una crossover versatile nell'uso, equilibrata nella guida, potente il giusto per soddisfare pure chi ne fa del turismo in coppia o chi si vuole divertire tra le curve di montagna. La prima versione è stata presentata a Eicma 2016 e derivava dalla sorella di 1.200-1.260 cc per quanto riguarda serbatoio da 20 litri, escursione sospensioni e fianchetti laterali e condivide con la Multistrada Enduro il telaietto posteriore, il forcellone, la sella, lo scarico e i cerchi da 19" e 17". Il Model Year 2019 della 950, ovvero la moto che andiamo a provare, riceve vari aggiornamenti che riguardano la gestione del veicolo tramite la piattaforma inerziale a sei assi, la frenata combinata assistita dall'ABS cornering (vuol dire che contrasta il bloccaggio delle ruote anche in curva), l'aiuto per le partenze in salita. Restano i 4 riding mode (Touring, Sport, Urban ed Enduro), il controllo di trazione su 8 livelli, la chiave elettronica d'avviamento e il cruscotto LCD.

1/15 La Ducati Multistrada 950 protagonista del nostro Long Test

Dalla linea di montaggio al nostro centro prove

La Multistrada è stata ritirata direttamente in fabbrica a Borgo Panigale, addirittura alla fine della catena di montaggio. Giusto il tempo di portarla al nostro Centro Prove per le varie ispezioni di rito e poi il via della nuova avventura. La Multistrada ha un intervallo di tagliandi davvero esteso, che prevede la sosta in officina ogni 15.000 km, una percorrenza notevole se pensiamo che la maggior parte delle concorrenti mette il naso nelle concessionarie ogni 10.000 km. Questo è un altro segnale di quanto Ducati sia sicura della affidabilità dei suoi motori. Tra un tagliando e l'altro il nostro Centro Prove continuerà a monitorarla (ogni 7.500 km) per verificare sia le prestazioni del motore, sia il consumo degli pneumatici, delle pastiglie e dei dischi freni, il livello del liquido di raffreddamento e dell'olio motore, l'allungamento della catena di trasmissione. Ad ogni cambio d'olio un campione di lubrificante verrà mandato a Mecoil, l'azienda fiorentina specialista nell'analisi dell'olio che lo sottoporrà a un esame per scoprire lo stato di forma del motore e prima ancora di procedere con lo smontaggio. Inoltre, le sospensioni verranno inviate a EvolutionBike, una struttura specializzata che utilizza un banco prova per verificare la loro scorrevolezza ed efficienza.

1/15 La Ducati Multistrada 950 protagonista del nostro Long Test

Compagni di viaggio

Il nostro "culo di pietra " Fabio Manenti sarà dotato dello "stato dell'arte" in fatto di protezione: Alpinestars ci ha messo a disposizione il rivoluzionario Tech- Air Street, il primo airbag al mondo non elettronicamente connesso al mezzo che si sta guidando. Sensori di attivazione, sacche di gonfiaggio e il sistema di controllo sono contenuti in un gilet indossato sotto una giacca compatibile. Per il casco, ci siamo affidati a un'altra "eccellenza" della protezione: usiamo un Arai Tour-X4, un modello che si abbina adeguatamente alla versatilità della Multistrada, adattandosi anche a un uso completamente fuoristrada.

1/15 Fabio Manenti, il "culo di pietra" protagonista del long test con la Ducati Multistrada 950, con Francesco Bombarda, communication e marketing manager di Berracing, lo specialista italiano che importa i caschi Arai.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli