Ducati Multistrada 1200 Enduro: animo avventuroso

La nuova versione avventurosa della maxi crossover di Borgo Panigale si distingue dalla sorella stradale per numerosi componenti progettati specificatamente per l'uso in offroad e nelle condizioni più difficili. Vediamoli nel dettaglio e approfondiamo la conoscenza della dotazione elettronica di serie
 

IMPRONTATA ALL’AVVENTURA

In occasione del Salone di Milano 2015 Ducati ha presentato al pubblico numerose novità (cliccate qui per conoscerle tutte), tra di queste anche la nuova Multistrada 1200 Enduro (qui le foto e qui il prezzo). Rispetto alla sorella "stradale" questo nuovo modello si differenzia per un look più offroad e per tanti nuovi componenti, realizzati per dare il massimo nei viaggi e in condizioni difficili. Ogni singolo componente è stato pensato in questa ottica: dal serbatoio da 30 litri, per avere maggiore autonomia, all’ammortizzatore di sterzo, voluto dai collaudatori per massimizzare la stabilità anche nei fondi più sconnessi. Ogni scelta tecnica riflette quindi la massima attenzione alle esigenze del pilota, dalla sicurezza al comfort. Prima di addentrarci nei dettagli vi ricordiamo che per permetterci di conoscere meglio questo nuovo modello, la Casa di Borgo Panigale ha realizzato una serie di video, intitolata “The wild side of Ducati”; al momento sono stati rilasciati solo i primi tre episodi: nel primo si parla dei contenuti tecnici e della guida in offroad, nel secondo dei riding mode e della posizione in sella e nel terzo di viaggi avventurosi

LE DIFFERENZE rispetto alla SORELLA STRADALE

Le doti da avventuriera della nuova Multistrada 1200 Enduro si percepiscono anche dal lungo elenco di componenti progettati specificatamente; vediamoli nel dettaglio e scopriamo le differenze rispetto alla “sorella” stradale: 
  • Serbatoio: con capacità di 30 litri (20 litri la capienza massima della Multistrada 1200) per un'autonomia dichiarata di oltre 450 km
  • Pannelli laterali in alluminio e relativi supporti: studiati per proteggere il serbatoio dagli urti e conferire alla moto un look più robusto
  • Parafango anteriore: progettato per il massimo della protezione
  • Becco allungato per riparare meglio il pilota dal fango
  • Specchi: con nuovo braccetto in alluminio per non interferire con le braccia del pilota durante la guida in piedi
  • Manubrio: con altezza delle manopole aumentata di 50 mm per una migliore ergonomia nella guida off-road
  • Ammortizzatore di sterzo
  • Sella pilota: realizzata per offrire il massimo comfort sulle lunghe percorrenze e permettere i movimenti anche nella guida in piedi
  • Sella passeggero rivista
  • Forcella CDCi Sachs: con escursione ruota di 200 mm e dotata di taratura ottimizzata per un impiego all-road (sulla Multistrada 1200 l'escursione ruota è di 170 mm e la taratura è maggiormente improntata alla guida su asfalto); nuovo anche il piedino forgiato con perno avanzato
  • Monoammortizzatore posteriore CDCi Sachs: con taratura ottimizzata per un utilizzo all-road della moto e 200 mm di escursione (contro i 170 mm della Multistrada 1200) 
  • Cerchio anteriore a raggi da 19”: con canale e mozzo in lega di alluminio (la Multistrada 1200 ha cerchi in lega da 17")
  • Cerchio posteriore a raggi da 17": con canale e mozzo in alluminio, riprogettato per il forcellone bibraccio
  • Forcellone bibraccio: in alluminio, fuso in conchiglia, per sopportare al meglio le sollecitazioni della guida in fuoristrada (la Multistrada 1200 adotta, invece, un forcellone monobraccio)
  • Parafango posteriore: per offrire maggiore protezione contro i detriti
  • Pedane pilota: dotate di inserto in gomma removibile, sono realizzate in microfusione d’acciaio per contenerne il peso (sulla Multistrada 1200 sono in alluminio pressofuso);
  • Leva del cambio: realizzata in lamiera d'acciaio, anziché forgiata in alluminio come sulla Multistrada 1200, ha la parte terminale snodata per prevenire rotture in caso di caduta
  • Leva freno posteriore: realizzata in lamiera d’acciaio è regolabile in altezza sue due posizioni
  • Piastra portapedana passeggero destra: funge anche da supporto per il nuovo terminale di scarico
  • Cavalletto centrale: riprogettato per integrarsi al forcellone bibraccio e non interferire con la guida in piedi
  • Cavalletto laterale: rivisto per integrarsi con le nuove dimensioni della moto
  • Fianchetti sottosella: per proteggere la parte inferiore della sella da eventuali contatti con gli stivali
  • Terminale di scarico: più alto e stretto rispetto al doppio terminale della Multistrada 1200, ha camicia esterna in acciaio inox e design compatto per permettere il montaggio delle borse Ducati Performance
  • Paracalore impianto di scarico: in lamiera d’alluminio è fissato al telaio mediante nuove staffe in alluminio forgiato
  • Maniglie passeggero: migliorata l’ergonomia e permettono il montaggio delle borse laterali in alluminio Ducati Performance by Touratech
  • Borse laterali Ducati Performance by Touratech: in alluminio, di grandi dimensioni e disponibili come accessorio (1.585 euro)

RICCA DOTAZIONE DI SERIE

La nuova Multistrada 1200 Enduro è dunque equipaggiata per essere pronta all’avventura nelle zone più remote ma, al contempo, è in grado di offrire elevata sicurezza anche nell’utilizzo quotidiano. Tra le chicche elettroniche della dotazione di serie troviamo il cornering ABS (regolabile su tre livelli), che ripartisce la frenata tra anteriore e posteriore e, in piega, limita l’azione frenante in modo da ottenere la massima decelerazione senza perdite di aderenza o variazioni indesiderate di assetto. Ci sono poi fari full LED, con funzione Cornering, e la funzione Vehicle Hold Control, che agevola le ripartenze in salita a pieno carico anche su fondi scivolosi, modulando il freno posteriore e lasciando al pilota il solo compito di gestire acceleratore e frizione.

La dotazione elettronica di serie è inoltre completata da:
  • Riding Mode, selezionabile tra Touring, Sport, Urban, Enduro
  • Power Mode
  • Traction Control, regolabile su 8 livelli
  • Wheelie Control, regolabile su 8 livelli
  • Sospensioni semi-attive
  • Cruise Control
  • Infotainment (Multimedia System e Link App)
  • Cruscotto TFT a colori 5”
  • Comandi al manubrio retroilluminati
  • Avviamento Hands-free (senza chiave meccanica)
Inoltre, per soddisfare le esigenze di chi vuole viaggiare senza confini in sella alla nuova Multistrada 1200 Enduro, Ducati offre anche una rete di assistenza diffusa in oltre 90 Paesi, con 766 tra service point e dealer Ducati.
 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA