10 July 2012

Ducati e Cal Crutchlow: si farà?

Il combattivo pilota britannico ha confermato di essere in contatto con la Ducati per un posto nel team ufficiale con contratto biennale. Prenderebbe il posto di Hayden o di Valentino Rossi?

Ducati e cal crutchlow: si farà?

Restiamo in tema di MotoGP dopo il precedente articolo (è qui) e parliamo di mercato. Una delle voci più insistenti è quella che vorrebbe Crutchlow in trattativa con Ducati. Sembrerebbe una scelta ottima, considerando che la Desmo16 ha dimostrato di gradire una guida arrembante, come quella che Cal ha dimostrato di avere. Ci torniamo su più tardi, ora vediamo a che punto è la vicenda.

YAMAHA NON HA NIENTE PER ME: GUARDO ALLA DUCATI
La trattativa c’è, lo ha confermato lo stesso Cal e lo riporta la stampa specializzata (la BBC ed il sito www.autosport.com, ad esempio), secondo cui Crutchlow ha affermato di essere in “profonda discussione” con la Ducati per un posto nella squadra ufficiale. “Stiamo approfondendo la discussione con Ducati perché per ora Yamaha non ha niente per me. Potrei continuare con Tech3, ma dovrei rinunciare ad una moto ufficiale. E per vincere il titolo hai bisogno di una moto ufficiale. Semplicemente è tutto qui”.

IL BIENNALE FA GOLA A CRUTCHLOW
C’è poi la questione del contratto. “Chiunque firmi per una Casa ufficiale”, dice Cal, “in genere lo fa per due anni, quindi se non firmo adesso con una Casa non lo potrò fare per altri due anni. E io, a costo di puntare fin troppo in alto, sono qui per vincere il Mondiale. Vincerlo l’anno prossimo è un po’ irrealistico, ma forse il successivo…”. Anche se non è stata presa alcuna decisione, al momento Crutchlow sta parlando fitto con un altro Costruttore rispetto a Yamaha. E non può essere la Honda.

CAL È UNO DA DUCATI
Resta infatti la Ducati, che sembra puntare decisamente su Valentino Rossi dopo l’arrivo definitivo dei nuovi padroni dell’Audi, vuole impostare un discorso di lungo periodo e forse per Vale cerca un compagno più efficace del pur volonteroso Hayden (solo 5 podi in 4 anni). Per Nicky si parla sempre di un futuro in SBK, magari ufficiale Ducati sulla Panigale. Crutchlow sembra il candidato ideale per la Ducati MotoGP per via della sua guida aggressiva che sulla GP12 dovrebbe funzionare, ricordando quella di Stoner. Il fatto è che più di una persona in Ducati (Hayden stesso e Guareschi, ad esempio) dichiarano che la guida di Cal non è per nulla simile a quella di Casey. L’australiano lascia infatti che la moto si muova ma mantiene un’impostazione equilibrata in sella, fa “sfogare” la moto controllandola. Il britannico, invece, secondo gli “osservatori” Ducati è violento ed è lui a far muovere la moto con la sua guida muscolare, più sporca. Questo significa solo che alla Ducati non sottoscrivono il parallelo Crutchlow/Stoner, ma la trattativa ormai è sotto gli occhi di tutti.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA