- 08 July 2017

Ecco la nuova Ducati 1299 Panigale R Final Edition

Ducati 1299 Panigale R Final Edition: la Casa bolognese toglie i veli all’ultima Panigale bicilindrica prima dell’arrivo del V4. Motore Superquadro derivato da quello della 1299 Superleggera, ciclistica con componenti racing e livrea tricolore. Verrà realizzata in serie numerata. Dettagli e foto
1/29 Ducati 1299 Panigale R Final Edition

Derivata dalla 1299 Superleggera

Come vi avevamo anticipato, in occasione del GP di Laguna Seca della SBK (qui gli orari TV) Claudio Domenicali -AD Ducati- e i due piloti ufficiali del team Aruba.it Racing-Ducati (Chaz Davies e Marco Melandri) hanno tolto i veli alla nuova 1299 Panigale R Final Edition (qui le foto). Realizzata in serie numerata (ma non limitata), la 1299 Panigale R Final Edition è una moto stradale omologata Euro 4, equipaggiata con un bicilindrico derivato da quello della 1299 Superleggera (qui il nostro test), in grado di erogare una potenza di 209 CV a 11.000 giri/minuto e con una coppia massima di 142,19 Nm a 9.000 giri/minuto. La ciclistica, invece, è la stessa della Panigale R. L’elettronica sfrutta una piattaforma inerziale Bosch e comprende ABS Cornering, Ducati Wheelie Control EVO (DWC EVO), Ducati Traction Control EVO (DTC EVO) e sistema Engine Brake Control (EBC); tutti questi sistemi sono tarati a seconda del Riding Mode inserito (Race, Sport e Wet) e possono essere personalizzati a piacimento.

Oltre che dalle esclusive caratteristiche tecniche, la nuova Ducati 1299 Panigale R Final Edition è contraddistinta da un’inedita colorazione verde, bianco, rosso con cerchi rossi. Per celebrare la nuova 1299 Panigale R Final Edition, Ducati ha deciso di vestire le due moto ufficiali in gara a Laguna Seca con una speciale livrea ad essa ispirata.

Se volete mettervi in garage un pezzo della storia della Casa di Borgo Panigale preparatevi a staccare un corposo assegno: la nuova Ducati 1299 Panigale R Final Edition arriverà dai concessionari nel corso del mese di luglio, ad un prezzo di 40.240 euro c.i.m.*

*: il prezzo “chiavi in mano” si ottiene aggiungendo al prezzo “franco concessionario” le spese per la messa in strada, che Motociclismo quantifica forfettariamente in 250 euro.
La nuova Ducati 1299 Panigale Final Edition è equipaggiata con un impianto di scarico Akrapovič è completamente in titanio, con doppio silenziatore alto

Tra le bicilindriche Ducati di serie, solo la Superleggera è più potente

Con i sui 209 CV e 142,19 Nm la 1299 Panigale R Final Edition è la seconda bicilindrica Ducati più potente di sempre, dopo la 1299 Superleggera, che ne vanta 215. Il Superquadro della “Final Edition” sfrutta un albero motore alleggerito con perno di biella maggiorato dotato di pastiglie di equilibratura in tungsteno. Le bielle, come le valvole di aspirazione e scarico, sono in titanio, mentre i due pistoni da 116 mm di diametro hanno due soli segmenti, come sui motori Superbike, e scorrono su canne cilindri in acciaio. Le valvole di aspirazione sono da 48 mm di diametro (contro i 46,8 mm della 1299 Panigale) mentre quelle di scarico da 39,5 mm (38,2 mm sulla 1299 Panigale). I condotti di aspirazione e scarico sono stati evoluti di conseguenza per migliorare la fluidodinamica, grazie anche a nuovi alberi a camme che permettono una maggiore alzata valvole. Il sistema di aspirazione sfrutta un filtro dell’aria ad elevata permeabilità, il corpo farfallato è dotato di farfalle aerodinamiche con un profilo studiato per offrire un miglior afflusso d’aria e i cornetti di aspirazione hanno altezze ottimizzate sulle due bancate (sulla 1299 Panigale hanno la medesima lunghezza).
Troviamo poi un sistema di asservimento e antisaltellamento della frizione, studiato per migliorare il feeling e la stabilità nella guida, e una nuova campana frizione forgiata in alluminio. L’impianto di scarico Akrapovič è completamente in titanio, con doppio silenziatore alto, come sulla Panigale ufficiale che corre nel Campionato Mondiale Superbike.
Il bicilindrico Superquadro della nuova Ducati 1299 Panigale R Final Edition deriva da quello della 1299 Superleggera ed è in grado di in grado di erogare una potenza di 209 CV con una coppia massima di 142,19 Nm

Ciclistica raffinata

La struttura monoscocca, fusa in alluminio per aumentarne le caratteristiche di resistenza (sulla Superleggera è in carbonio), utilizza il motore Superquadro come elemento strutturale. È fissata direttamente alla testa del motore e, nella parte anteriore, alloggia due boccole in alluminio nelle quali, a loro volta, sono inseriti i cuscinetti del cannotto di sterzo. Oltre ad assolvere la funzione di telaio, il monoscocca funge anche da airbox. Al suo interno sono infatti alloggiati, oltre al filtro dell’aria, i corpi farfallati ed il circuito carburante completo di iniettori, che sfrutta il fondo del serbatoio in alluminio come coperchio di chiusura. L’airbox integrato nel monoscocca contribuisce ad avere un peso contenuto della moto: soli 179 kg (senza benzina).

La 1299 Panigale R Final Edition è equipaggiata con una forcella Öhlins NIX 30 completamente regolabile, con steli rovesciati da 43 mm con trattamento al TiN; al posteriore troviamo invece un monoammortizzaotre Öhlins TTX36 con molla in titanio, anch’esso completamente regolabile. Del Marchio svedese anche l’ammortizzatore di sterzo (regolabile). L’angolo di sterzo è di 24°. A fermare la moto ci pensano le pinze monoblocco Brembo M50 a quattro pistoncini da 30 mm di diametro, che lavorano su dischi da 330 mm. Il tutto assistito dall’ABS Cornering, che sfrutta la centralina 9.1MP della Bosch.
La nuova Ducati 1299 Panigale Final Edition è equipaggiata con una forcella Öhlins NIX 30 e un monoammortizzaotre Öhlins TTX36 con molla in titanio, entrambi comletamente regolabili

Elettronica da MotoGP

La 1299 Panigale R Final Edition è equipaggiata con la piattaforma inerziale (IMU) Bosch che fornisce le informazioni sulla dinamica del veicolo all’ABS Cornering, al Ducati Wheelie Control EVO (DWC EVO) e al Ducati Traction Control EVO (DTC EVO). Il sistema di calibrazione automatica della dimensione degli pneumatici e del rapporto di trasmissione finale permette il funzionamento sempre ottimale del DTC EVO, del DWC EVO e dell’Engine Brake Control (EBC). Tutti questi sistemi presentano diversi livelli di intervento preselezionati a seconda del riding mode inserito (Race, Sport e Wet) e personalizzabili a piacimento. La 1299 Panigale R Final Edition è inoltre dotata del sistema Ducati Data Analysis+ GPS (DDA+ GPS) e consente anche la registrazione dell’angolo di piega. La dotazione elettronica è completata dal quickshifter up & down e dai pulsanti di comando di derivazione racing montati sul manubrio, per rapide regolazioni dei sistemi DTC, DWC o EBC durante l'uso in pista.
La strumentazione della nuova Ducati 1299 Panigale R Final Edition

"Un tributo al bicilindrico Ducati"

Per Ducati la 1299 Panigale R Final Edition rappresenta un tributo al bicilindrico supersportivo di Casa, una moto che mixa le massime performance mai raggiunte da un due cilindri a una ciclistica racing. Come sostiene Ducati, si tratta di “un vero e proprio attestato di riconoscenza e amore per il motore che ha fatto la nostra storia e ha scritto pagine indelebili del Campionato Mondiale Superbike. Dalla prima vittoria di Marco Lucchinelli del 3 aprile 1988 con la 851 nella prima gara della storia del mondiale delle derivate dalla serie, al 2017 con le vittorie di Chaz Davies e Marco Melandri con la Panigale R, il bicilindrico di Borgo Panigale è sempre stato protagonista della SBK. Desmoquattro, Testastretta, Superquadro. In tre decadi il due cilindri Ducati quattro valvole con comando Desmodromico si è evoluto, equipaggiando moto che hanno sempre lasciato un segno nel segmento delle Supersportive conquistando oltre 330 gare nel Mondiale Superbike. Dalla 851 alla Panigale R passando per la 888, 916, 996, 998, 999, 1098, 1198 e 1199.”
Marco Melandri e Chaz Davies in azione al Mugello con la nuova ​Ducati 1299 Panigale R Final Edition

Domenicali: "Nuovo capitolo, arriva il V4"

La nuova Ducati 1299 Panigale R Final Edition verrà prodotta in serie numerata (ma non limitata!)
Queste le parole di Claudio Domenicali alla presentazione della nuova Ducati 1299 Panigale R Final Edition: "Sono davvero orgoglioso di presentare questa nuova versione della nostra Panigale. Forse nessuna altra Casa motociclistica ha legato il proprio nome in modo così diretto con un motore, come ha fatto Ducati con il bicilindrico sportivo. Oggi siamo qui a celebrarne la storia, trovandoci alla vigilia dell’apertura di un nuovo capitolo nel quale il nostro sistema desmodromico verrà utilizzato su una nuova generazione di motori V4 (qui le prime foto spia della nuova V4) derivati dal knowhow sviluppato in MotoGP, un terreno nel quale il nostro motore ha dimostrato prestazioni fuori dal comune. Ma questo è il futuro, oggi vogliamo rendere omaggio al bicilindrico che, con le sue doti di coppia e le sue dimensioni compatte, ha permesso a Ducati di vincere in SBK in tutti gli anni in cui ha partecipato. È il motore che ha scritto la storia del Mondiale Superbike. Dalla prima vittoria di Marco Lucchinelli, il 3 aprile 1988 con la 851 a Donington Park, nella gara inaugurale del mondiale delle derivate dalla serie, fino alle gare vinte da Chaz Davies e Marco Melandri in sella alla Panigale R quest'anno, costruendo un palmares fatto di 333 vittorie, 17 Titoli Costruttori e 14 Titoli Piloti".

La Ducati 1299 Panigale R Final Edition in pillole

Principali dotazioni
  • Superquadro da 209 CV a 11.000 giri/minuto e 142,19 Nm a 9.000 giri/minuto
  • Omologazione EURO 4
  • Pistoni da 116 mm di diametro con 2 segmenti che incrementano il rapporto di compressione
  • Albero motore alleggerito con pastiglie di equilibratura in tungsteno
  • Valvola di aspirazione e scarico in titanio con diametri maggiorati
  • Testa motore con condotti di aspirazione e scarico specificatamente sviluppati
  • Alberi a camme con alzata maggiorata
  • Impianto di scarico completo interamente in titanio Akrapovič con doppio silenziatore alto
  • Pacchetto elettronica con Inertial Measurement Unit (IMU)
  • Riding Mode (Race, Sport, Wet)
  • Ducati Safety Pack (Cornering ABS e DTC EVO)
  • DWC EVO, EBC, DQS up/down
  • Sospensioni Öhlins meccaniche (forcella NIX30, ammortizzatore TTX36)
  • Ammortizzatore di sterzo Öhlins regolabile
  • Cerchi forgiati in lega leggera
  • Pulsanti ausiliari
  • Filtro aria ad elevata permeabilità
  • Sistema di calibrazione automatica delle dimensioni degli pneumatici e del rapporto finale
  • DDA+ GPS e visualizzazione angolo di piega
  • Batteria Li-ion

Colorazione
  • Livrea verde, bianco, rosso e cerchi rossi
La nuova Ducati 1299 Panigale R Final Edition
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli