SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Dovizioso, Iannone, Pirro: “Barcellona? Pista no per la Ducati”

Non tira una bella aria nei box Ducati a Catalunya. “L’avantreno non chiude, il posteriore pompa, le condizioni fisiche non sono ottimali”. Abbiamo fatto il punto della situazione con il Dovi e i piloti del team Pramac

Dovizioso, iannone, pirro: “barcellona? pista no per la ducati”

INTERVISTA ANDREA DOVIZIOSO

Andrea, sei a soli 7 decimi dalla pole, ma sembri molto deluso

Abbiamo grossi problemi, in gara purtroppo andrà sicuramente peggio che in prova. La moto presenta dei forti pompaggi in base al tipo di curva, e qui in Catalunya sapevamo che il problema si sarebbe amplificato.

 

Non si può girare in 42” già dal venerdì se i problemi sono così grossi…

Questi pompaggi ti fanno andare sicuramente più piano, ma non molto più lento sul giro secco. Semplicemente devi usare più forza. E più forza usi, peggio è in ottica gara, perché lì inevitabilmente si ha un calo fisico. Per giunta Barcellona è uno dei circuito peggiori per il degrado delle gomme, puoi fare due giri tiratissimi ma poi il ritmo si abbassa vertiginosamente.

 

Questo degrado della gomma così vertiginoso dipende anche dal pompaggio?

Questo pompaggio ti mette in difficoltà nel gestire la moto e di conseguenza consumiamo di più le gomme perché forziamo tanto le frenate e facciamo scivolare molto la moto per farle fare la traiettoria desiderata. La Ducati di per sé non ha un consumo superiore alle altre moto, ma siamo noi a stressarle molto per cercare di compensare i limiti che ha la moto.

 

INTERVISTA ANDREA IANNONE

Ti sei ripreso fisicamente dalla nottata di giovedì?

Quest’anno capitano tutte  a me, adesso ci si è messo pure il male all’orecchio: giovedì sono stato fortunato che il dottor Costa mi ha dato una grande mano, altrimenti non sarei riuscito a chiudere occhio…

 

Beh diciamo però che in pista non ti sei risparmiato…

Da Nicky e da Dovizioso non sono affatto lontano, e dalla pole provvisoria di Vale sono solo a 9 decimi (l’intervista è stata fatta il venerdì, ndr). Quindi nonostante i problemi fisici e la messa a punto della moto tutta da affinare, posso dire di essere andato anche meglio delle aspettative.

 

Dove si può migliorare?

Nell’ultima parte della pista faccio molta fatica a inserire la moto in curva, stiamo cercando il set up migliore; non riesco a chiudere la linea come vorrei, il mio problema principale è all’avantreno. Con la gomma dura stamattina non va malissimo, ma con la morbida giro più veloce anche di passo.

 

INTERVISTA MICHELE PIRRO

Sembri deluso dopo i test positivi al Mugello

Purtroppo abbiamo molti problemi al posteriore. La moto si muove molto, sapevamo che questa pista sarebbe stata critica per noi perché qui stai tanto tempo piegato, in continuo appoggio su tante curve veloci. Al Mugello effettivamente ero più ottimista, il problema non era evidente.

 

Di preciso cosa non va?

Tribolo molto col gas in uscita di curva… Alla fine c’aveva ragione Dovizioso quando ci disse che a Catalunya poteva essere critica… comunque alla fine ho preso solo 6 decimi dal Dovi (l’intervista è stata fatta il venerdì, ndr), e c’è margine di miglioramento.

 

E i famigerati problemi di avantreno?

Davanti non funziona male la moto, ma i problemi al posteriore sono maggiori dei benefici all’anteriore: ci sono 7 curve dove stai molto piegato ed è più quello che perdi in uscita che quello che guadagni in ingresso.

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA