di Nicolas Patrini - 09 aprile 2020

Dorna: annullamento della stagione 2020 come ultima spiaggia

Con un comunicato ufficiale, Dorna ha preso posizione riguardo allo stop forzato dal Coronavirus e ribadito come l’obiettivo principale sia quello di correre i mondiali MotoGP e WSBK 2020

1/6 Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna

Di seguito quanto si legge sul comunicato ufficiale diramato da Dorna, che toglie ogni dubbio riguardo alla volontà di fermare la stagione 2020. Tuttavia, anticipare ciò che accadrà non è possibile ed esiste ancora la concreta possibilità che non si riesca a tornare a correre in tempi utili al completamento di una stagione già in parte compromessa.

“La pandemia di coronavirus è in corso e ha già portato a revisioni del calendario 2020 per il Campionato mondiale MotoGP, incluso il rinvio o la riprogrammazione di una serie di eventi. Alla luce della continua incertezza, Dorna Sports vorrebbe ribadire che correre è la nostra massima priorità. In Dorna, restiamo in continua discussione con i promotori FIM, IRTA, MSMA e Grand Prix mentre monitoriamo da vicino la situazione, mantenendo i canali di comunicazione e supporto tra ogni pilastro del nostro sport il più aperti possibile. Lo scopo di ogni parte coinvolta è di ricominciare a correre non appena è sicuro farlo. Il nostro obiettivo principale è sempre stato e rimarrà quello di organizzare la stagione 2020 con il maggior numero possibile di Gran Premi, concludendo i campionati entro l'anno solare 2020. Tuttavia, agiremo sempre in linea con i consigli sulla salute e la sicurezza dei governi e delle autorità sanitarie competenti. Se la pandemia continua a mettere le nostre vite e lo sport in attesa più a lungo di quanto nessuno di noi sia in grado di anticipare e le restrizioni di viaggio rimangono in vigore, solo come ultima risorsa Dorna Sports prenderebbe in considerazione la possibilità di discutere la cancellazione della stagione 2020 con la FIM, IRTA e MSMA. Vale lo stesso per la stagione WSBK. La priorità di tutte le parti coinvolte è quella di correre in sicurezza e offrire a tutti i fan ciò che amano: le corse in moto”.

Nel frattempo, gli organizzatori hanno pensato a un altro GP virtuale per i piloti della Classe Regine. Qui trovate tutti i dettagli, i partecipanti e gli orari per seguire la gara al Red Bull Ring in diretta.

1/16

Test MotoGP Qatar 2020 - Bradley Smith 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli