Dopo la Vespa, anche i “tuboni” elettrici!

Un lettore ci scrive per chiedere alle case produttrici di rimettere sul mercato i motorini degli anni ’80 e ’90 ma con motore elettrico. Ecco come la pensiamo noi
1/9 Garelli Ciclone 2019
Caro direttore, leggo con interesse le notizie riguardanti lo sviluppo dell’elettrico nel mondo moto, sono convinto che il futuro sarà in quella direzione anche se il fascino del motore endotermico rimarrà inalterato per anni. Visto il crollo verticale dei “cinquantini”, non sarebbe auspicabile che le Case facessero tornare la voglia di moto agli adolescenti proponendo le “vecchie glorie” in chiave elettrica? Rimettendo sul mercato i motorini degli anni ’80 e ’90 ma con motore elettrico, come ad esempio il Ciao, il Fifty, i vari modelli Garelli (Vip, Ciclone, Formuno ecc), così come sta facendo Piaggio con la nuova Vespa Elettrica presentata a Eicma. Secondo me potrebbero avere appeal verso i giovani e potrebbero essere incentivati dai genitori ultra quarantenni (come me) che sentirebbero forte l’effetto nostalgia…

Marco Costanzo – Gaggiano (MI)
1/12

La risposta di Motociclismo

Caro Marco, se la Vespa è un’icona assoluta, la cui forma è riconosciuta da tutti e ovunque, temiamo che lo stesso non valga per motorini che – volenti o nolenti – per gli adolescenti di oggi sono qualcosa di simile ad antiquariato puro, un po’ come il telefono con la rotella. Il discorso però può avere una sua valenza per gli over 40. Per esempio il Fantic Issimo e il Garelli Ciclone visti a Eicma hanno riportato alla luce ricordi ormai sbiaditi, anche se per catturare i millennials forse servono giovani designer che sappiano interpretare il presente parlando alla loro stessa generazione senza rifarsi troppo al passato.
1/18 Fantic Motor Issimo 2019

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA