Statistiche web

DELLORTO ha festeggiato 90 anni di storia gloriosa con un evento speciale: The Perfect Lap!

DELLORTO, azienda italiana leader mondiale nella realizzazione di carburatori e sistemi di iniezione elettronica, ha festeggiato 90 anni di storia gloriosa con un evento speciale su 3 giornate, dal 6 all’8 maggio: “The Perfect Lap!”, che ha celebrato il forte legame del marchio lombardo con il mondo delle corse

1/6

Andrea Dell’Orto, nipote del fondatore e oggi vice presidente esecutivo della Dell'Orto S.p.A.

1 di 3
1/4

DELLORTO, azienda italiana leader globale nella realizzazione di carburatori e sistemi di iniezione elettronica, ha festeggiato 90 anni di storia gloriosa con uno speciale evento celebrativo: “The Perfect Lap!”, che si è svolto dal 6 all’8 maggio e ha celebrato il forte legame del marchio lombardo con il mondo delle corse.

La storia di DELLORTO è iniziata nel 1933 in Brianza, a Seregno, come Società Anonima Gaetano Dell'Orto e figli, per poi trasferirsi a Cabiate, dove oggi si trova la sede produttiva. La storia di DELLORTO è costituita da dinamismo costante, di crescita e ricerca tecnologica, che l’hanno resa oggi un’azienda moderna, sostenibile e totalmente integrata a livello produttivo. Il suo è un voto quotidiano di azione, impegno e passione, iniziato con i carburatori e arrivato ora a vantare una produzione di sistemi di iniezione, corpi farfallati, centraline elettroniche e anche progetti sull’elettrificazione.

Nell’evento celebrativo, svoltosi dal 6 all’8 maggio, DELLORTO si è rivelata in 6 tappe, raccontando l’azienda, la sua storia, i suoi successi e la sua attenzione al futuro – passando dal Museo, alla fabbrica e al Motorsport. “Noi siamo il carburatore. Ma siamo più di un prodotto.” – è la filosofia alla base di DELLORTO: l’azienda non è solamente il prodotto che produce, ma è un insieme di valori e soprattutto di persone, con l’obiettivo di portare il suo movimento, il suo know-how e il Made in Italy, fuori dall’Italia.

L’evento è stato strutturato su più giornate, il week-end è stato dedicato ai dipendenti ed alle loro famiglie, un modo per festeggiare insieme questo traguardo come una grande famiglia; lunedì sera è stato organizzato un evento per i clienti, fornitori e partner per condividere il risultato di quanto costruito anche grazie ad ognuno di loro. Tutti i partecipanti hanno effettuato un tour emozionale all’interno di un'azienda all’avanguardia nell’innovazione a due e quattro ruote.

1/2

DELLORTO nasce nel periodo interbellico, iniziando proprio con quello che per decenni sarebbe stato il suo core business: la produzione di carburatori. L'SC26, o Rex, apre la strada a una serie contratti di fornitura con le più importanti realtà motociclistiche italiane dell'epoca. Moto Guzzi, Benelli e Piaggio tra le altre scelgono di equipaggiare i propri prodotti utilizzando i componenti sviluppati da DELLORTO, un'azienda che fin da subito intende perseguire la massima qualità accentrando a sé tutte le fasi di produzione, dalla fusione al montaggio, passando per la lavorazione meccanica. Diventata in breve tempo uno dei nomi più importanti dell'industria a due ruote, nel Secondo dopoguerra DELLORTO decide di dedicarsi anche alla produzione di carburatori per auto, conquistando la fiducia di marchi come Innocenti, Alfa Romeo, Ford, Lotus e Lancia, a cui si aggiungeranno, nel tempo, molti altri. Anche il TA 17, il carburatore della mitica Vespa – vero e proprio simbolo dell'Italia nel Mondo – porta la firma di DELLORTO.

La tecnologia si evolve ma DELLORTO traccia la strada. L'affermazione dell'iniezione in campo automotive e lo sviluppo dei corpi farfallati porta l’azienda italiana ad affacciarsi in nuovi settori alla continua ricerca dell’innovazione, consolidando la sua leadership nel settore delle tecnologie di alimentazione elettronica: corpi farfallati, sistemi a iniezione e centraline. Una vera e propria svolta tecnologica che coincide con il passaggio dell’azienda a una dimensione internazionale. “In poco tempo abbiamo dovuto reinventarci, diventando meccatronici. Non è stato semplice, ma ci siamo riusciti” ha ricordato Andrea DELLORTO, nipote del fondatore e oggi vice presidente esecutivo alla guida del gruppo con il padre Giuseppe, che ricopre la carica di presidente, il fratello Luca, amministratore delegato e il cugino Davide, chief technology officer. È del 2006 lo sbarco in India, nel 2011 tocca alla Cina, dove DELLORTO avvia a Shanghai un nuovo presidio tecnico-commerciale. L’azienda lombarda diventa leader di mercato per i sistemi di carburazione elettronica per ciclomotori e moto di piccola cilindrata. DELLORTO produce ogni anno circa 5 milioni di pezzi, destinati ad equipaggiare le moto di tutto il mondo e auto di massimo prestigio come Ferrari, Bmw, Lamborghini e Porsche.

1/5

DELLORTO vanta oltre 500 titoli iridati, corse su strada e in pista, il cross, l’enduro, la Dakar, i record di velocità, il trial, il supermotard ed il kart, supportando piloti di ogni epoca. Dal recordman Giacomo Agostini a Lucio Cecchinello, Max Biaggi, Valentino Rossi, Marco Simoncelli, Andrea Iannone fino ad oggi al fianco di Aprilia con Vinales ed Espargaro.

DELLORTO è sempre in pista, protagonista nella classe leggera della moto GP, come fornitore unico della centralina in Moto 3 dal 2012 fino al 2025. Dal 2019 è “on board” anche sul progetto Moto E, la nuova categoria elettrica del motomondiale, come fornitore unico del sistema di acquisizione dati fino al 2026.

© RIPRODUZIONE RISERVATA