di Nicolas Patrini
- 03 February 2020

Dall’Igna: “Importante avere il miglior motore. Passi avanti, ma è relativo”

Sono molte le novità presenti sulla Desmosedici GP 2020, a partire dal motore per arrivare all’aerodinamica e all’evoluzione dell’elettronica. I feedback sono buoni e il lavoro di Pirro a Sepang prosegue per consegnare a Dovizioso e Petrucci una moto più competitiva. Ecco le parole di Gigi Dall’Igna

1/4

“Sulla Desmosedici 2020 ci sono molte innovazioni e abbiamo cercato di migliorarla in tutte le aree. Maneggevolezza, motore, aerodinamica le principali. Un buon tecnico deve essere capace di raggiungere il limite stando all’interno del regolamento; c’è anche da dire che l’obiettivo deve essere quello di superarli, i limiti. Solo così si ottengono buoni risultati. A Sepang lavoreremo per migliorare in tutti i settori, ma con l’attuale regolamento ci sono molti paletti. Lo scorso anno, Honda ha fatto la differenza soprattutto con un motore molto competitivo, sarebbe bello ripristinare il vantaggio che avevamo negli anni precedenti in termini di potenza e velocità di punta. Abbiamo provato un propulsore più potente già negli ultimi test 2019 e la guidabilità è buona. Abbiamo avuto ottimi feedback e anche nel test di durata al banco è andato bene: occorre ricordare che con lo stesso numero di motori dovremo fare due gare in più quest’anno. Non so dire ora quanto siamo competitivi perché non è una questione assoluta, bensì relativa al miglioramento degli altri. Noi sappiamo di essere migliori, ma non sappiamo quanto siano cresciuti gli altri”.

Qui sotto le foto della Desmosedici GP 2020 di Dovizioso e Petrucci.

1/68

La Ducati Desmosedici GP 20 di Dovzioso

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli