14 January 2012

Dakar 2012: Coma su KTM vince la dodicesima tappa e riprende il comando in assoluta

Marc Coma, in sella alla KTM, ha vinto la dodicesima tappa della Dakar 2012 ed è tornato al comando della classifica assoluta, dove precede di 1’35” Cyril Despres, che, sulla KTM, nella tappa è arrivato quarto. Mancano due giorni alla conclusione della Dakar, che finirà con l’arrivo a Lima, in Peru

Dakar 2012: coma su ktm vince la dodicesima tappa e riprende il comando in assoluta

 

Nasca (PERU) - Mar Coma, in sella alla KTM ufficiale MRW, ha messo a segno la sua quinta vittoria nella Dakar 2012, percorrendo nel minor tempo la dodicesima tappa. Il catalano ha fermato i cronometri a 2 ore 24’38”, precedendo di 2’43” lo spagnolo Joan Barreda Bort, che, in sella all’Husqvarna ha concluso in 2 ore 27’21”. Il terzo tempo è stato messo a segno da Jordi Viladoms che, in ritardo di 3’10”, con un crono di 2 ore 27’48” ha regalato un altro podio alla scuderia italiana della KTM Bordone-Ferrari. Cyril Despres, sulla KTM ufficiale del team Red Bull, ha terminato quarto in 2 ore 28’35”, arretrato di 3’57”.

Il distacco di Despres, in questa tappa, è stato sufficiente a ribaltare la situazione nella classifica assoluta: Coma ha superato il francese. Ora il catalano è al comando con un tempo complessivo di 39 ore 38’16” e precede di 1’35” Despres, che ha totalizzato 39 ore 39’51”. È sempre stabile in terza posizione Helder Rodrigues, che in sella alla Yamaha, ha accumulato 40 ore 52’05” di speciale e ha un distacco di 1 ora 13’49”.

Per vincere, Coma è stato abile nello sfruttare la posizione di partenza: terzo. Poi ha tenuto il gas sempre aperto in tutti i 197 km di prova speciale cronometrata, andando ad aggiudicarsi la sua ventunesima vittoria di tappa nella Dakar. Despres, che faceva da apripista essendo partito per primo, ha avuto delle difficoltà e ha tentato il tutto per tutto per rendere nulla la strategia del catalano, ma gli sforzi del francese non sono serviti. Despres aveva pensato di concedere all’avversario al massimo trenta secondi, prima di affrontare le dune dell’ultimo tratto di speciale. Sul terreno sassoso della tappa, il francese, pur divertendosi, non ha potuto non perdere tempo per via della navigazione e quindi non ha potuto salvaguardare il suo vantaggio dalle insidie di Coma, che guadagnava progressivamente tempo. Mancano due tappe alla conclusione, che sarà a Lima, in Peru e nella classifica generale, fra i due piloti in testa, ballano meno di due minuti. Perciò la contesa della vittoria fra Coma e Despres sarà imperdibile. Con il francese che potrebbe aver fatto una mossa vincente, concludendo quarto in questa tappa per partire dalla quarta piazza nella prossima, sfruttando la navigazione fatta dai piloti davanti e guadagnando tempo.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA