“Dainese fa taglie variabili”

Un lettore ci scrive in seguito all'acquisto online di alcuni capi Dainese. Abituato ad acquistare l'abbigliamento del Marchio è rimasto sorpreso da una discrepanza relativa alle taglie utilizzate rispetto a quelle scelte in passato. La risposta di Dainese e il commento di Motociclismo

1/3

1 di 3

Caro direttore, ho comprato online, per me e la mia compagna, dei pantaloni Dainese Drake Super Air. Al solito li prendo una taglia in più rispetto a quella reale: io porto una 50 quindi prendo una 52, lei una 46 visto che ha la 44. La 46 ha una vestibilità 40/42, io ho dovuto cambiarli con una 54 (e sono giusti). Così per tutti i capi tecnici che possiedo: le giacche tecniche che ho passano da una 48 ad una 54, e io sono sempre lo stesso. Capisco che i capi, con tagli e usi diversi, possano differire nella vestibilità, ma due taglie in più o in meno è davvero tanto.

Luca Speziale - email

Gentile Luca, abbiamo letto con attenzione la Sua email e riteniamo valga la pena chiarire alcuni aspetti. Da sempre Dainese lavora per trovare il giusto bilanciamento tra protezione, comfort e design: perché venga indossato, un capo deve essere protettivo, ma al tempo stesso confortevole. Per essere efficace, ogni tecnologia protettiva deve essere utilizzata nel modo corretto ed essere abbinata al fit adeguato. La protezione deve aderire al corpo e lavorare in maniera specifica, particolare e sinergica. I capi sportivi, per esempio, hanno come prerogativa la performance. Quelli in tessuto, invece, pensati per trascorrere tante ore in sella, si focalizzano sul comfort e hanno l’obiettivo di non affaticare chi li indossa. I capi adventure richiedono praticità e grande libertà di movimento. Ciascun capo è progettato per rispondere a dei bisogni specifici dettati dall’ambiente e dalle condizioni di utilizzo. A parità di taglia, dunque, i capi sportivi avranno una vestibilità più asciutta rispetto a quelli dedicati al turismo o all’adventure, poiché le esigenze variano notevolmente. Questo modo di progettare i capi ha lo scopo di mettere a disposizione del consumatore il massimo della tecnologia disponibile, declinata a seconda dei diversi segmenti e modi d’uso della moto. Ci auguriamo che questa nostra risposta possa aver chiarito le Sue perplessità.

Caro Luca, capita anche a noi con Dainese di avere “taglie variabili”, ma nessun altro Marchio di abbigliamento è esente da piccole o grandi oscillazioni in questo senso. Il consiglio è di provare sempre i capi prima dell’acquisto, indipendentemente da chi li produce.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA