21 January 2009

Da BMW, 3M e il Politecnico di Milano progetti futuristici per la sicurezza stradale

Dai progetti di tre studenti potrebbero arrivare le soluzioni future per la sicurezza stradale, grazie all’impegno di BMW, 3M e delle amministrazioni comunali che aderiscono all’iniziativa. Le proposte sono: un segnalatore di veicoli in arrivo in prossimità di incroci o curve cieche, un segnalatore di buche e punti pericolosi dell’asfalto, paletti dissuasori della sosta in materiale hi-tech.

Da bmw, 3m e il politecnico di milano progetti futuristici per la sicurezza stradale




Milano 21 gennaio 2009
- Prosegue il progetto “Strade più sicure”, lanciato da BMW, 3M e Politecnico di Milano, grazie al quale, fra le numerose soluzioni in tema di sicurezza stradale presentate da 60 studenti della facoltà milanese, sono state selezionate le tre ritenute più interessanti. Queste saranno sviluppate con il contributo delle amministrazioni comunali che aderiscono all’iniziativa. Il progetto riguarda l’ambiente urbano, dove si muove il motociclista tra mille insidie e difficoltà. Una delle proposte raffigura un sistema di segnalazione dei veicoli in arrivo, da posizionare in prossimità di incroci o curve cieche. In estrema sintesi un sensore individua il tipo di veicolo in arrivo e la velocità di spostamento per segnalarne l’approssimarsi su un pannello luminoso. Un altro consente di segnalare buche e punti pericolosi dell’asfalto, grazie una colorazione degli strati sottostanti il manto stradale (fluorescente per essere visibile di notte) che risalta in caso di rottura dello stesso. Un terzo progetto prevede la sostituzione dei dissuasori della sosta (i classici paletti di metalli posizionati sul marciapiede) con dei “ciuffi” di materiale sintetico deformabile che segnalano anche la velocità di percorrenza di un veicolo mutando colore… Sono alcune delle idee (non tutte realizzabili) che aspettano di essere sperimentate, con il sostegno economico di BMW e 3M. La terza fase quella della sperimentazione pratica, dirà quali di questi progetti potrà avere un futuro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli