Crisi Continental(e): il gruppo tedesco taglia 1900 posti di lavoro in Francia e Germania

1900 dipendenti perderanno il posto di lavoro nella tedesca Continental, secondo produttore europeo di componenti per auto e moto, dopo che la società ha annunciato la chiusura degli stabilimenti di Hannover (Germania), con un taglio di 780 posti, e di Clairoix (Francia), dove lavorano 1120 persone. Inutile l’intervento sindacale, aspra la protesta dei lavoratori: guarda il video.

Crisi continental(e): il gruppo tedesco taglia 1900 posti di lavoro in francia e germania


[$EmbedVideo ID:="yPpMAtOHluc"; $]

Milano 17 marzo 2009
- 1900 dipendenti perderanno il posto di lavoro nella tedesca Continental, secondo produttore europeo di componenti per auto e per moto, dopo che la società ha annunciato la chiusura di due stabilimenti: in una prima fase quello di Hannover, in Germania, che comporterà un taglio di 780 posti di lavoro, successivamente sarà interrotta la produzione nell'impianto di Clairoix (dove lavorano 1120 persone) per il quale è prevista la chiusura definitiva a partire dal 31 marzo 2010. Inoltre è prevista una riduzione del 20% della produzione nell'impianto slovacco di Puchov. Il taglio occupazionale è pari all'1,3% della forza lavoro dell'azienda tedesca e rientra nel piano di riorganizzazione varato per far fronte alla crisi del mercato dell’auto.

Continental ha motivato la decisione giustificando i tagli con la debolezza del mercato nel Vecchio Continente. Spiegano i manager: “Abbiamo studiato diverse opzioni e abbiamo deciso che la divisione pneumatici può restare competitiva solo con la chiusura dei due stabilimenti più costosi�. In particolare ad Hannover sono prodotte coperture per veicoli commerciali, mentre dallo stabilimento di Clairoix arrivano le gomme per auto e moto. Hanno aggiunto i massimi dirigenti: “sfortunatamente non c’era un’alternativa� alla chiusura dei due siti per via del forte calo della domanda di pneumatici in Europa, pari a oltre il 30% nei primi due mesi di quest’anno. Dalla Casa madre di Continental fanno sapere che la ristrutturazione delle attività nelle filiali europee è stata resa necessaria “da un sovraccapacità di circa 15 milioni per i pneumatici da auto e moto e 1,7 milioni per quelli da veicoli commerciali e industriali a causa dell’elevato calo delle vendite di ricambi originali e del rallentamento dell'attività di sostituzione�.

Inutile la trattativa dei sindacati che hanno provato ad evitare il “taglio delle teste�, sostenendo che nel 2008 Continental ha realizzato utili per 27 milioni di euro grazie alle sue attività in Francia. Dura la reazione dei lavoratori: a Clairoix sono stati presi a calci i manichini utilizzati per i crash test (qualcuno dei quali è finito impiccato a un albero), poi gli operai hanno bersagliato il direttore dello stabilimento ed il direttore del personale con lancio di uova e di oggetti contundenti, costringendo i due alla fuga. A Reims, dove si sono recati centinaia di operai partiti da Clairoix con l’autobus, è stata interrotta per protesta una riunione tra delegati tedeschi della società e rappresentanti del management locale, quando un gruppetto di uomini, parte della folla che ha cominciato a concentrarsi all’esterno, è riuscito a fare irruzione nell’Hotel dove era in corso il vertice e ha bersagliato nuovamente i dirigenti con le uova. Secondo i sindacati francesi si tratta di “azioni legittime�: per Cgt e Solidaires “la violenza fatta ai dipendenti vittime di un licenziamento è ben più grave�. Laurent Fabius, esponente del Partito Socialista Francese, avverte che potrebbero scatenarsi “movimenti profondi e radicali di rivolta�.

I commenti più significativi dei dipendenti Continetal sono stati: “Se Continental chiude, saranno costrette a chiudere anche tutte le fabbriche del posto, perché tutti sono in difficoltà� considerando che il Gruppo tedesco supporta la filiera locale, a cui sono legate molte imprese e “Come non essere delusi? Noi siamo in due a lavorare nella stessa fabbrica, e in alcune famiglie sono in cinque�.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA