Il report Dainese sul crash di Rossi nei test precampionato in Qatar

Durante gli ultimi test MotoGP sulla pista di Losail, il 9 volte campione del Mondo è stato vittima di una caduta, senza conseguenze per lui. I dati immagazzinati dai sensori presenti nella tuta di Valentino, la Dainese D-air con airbag, sono stati analizzati dai tecnici della Casa Vicentina, ecco cosa ne è emerso

Il report dainese sul crash di rossi nei test precampionato in qatar

Il Campionato del Mondo MotoGP (qui il calendario completo) è ormai alle porte, il semaforo rosso sta per spegnersi nella notte del Qatar (qui gli orari TV) dando il via ad un nuovo anno di emozioni. Chissà se Marc Marquez riuscirà a dimostrare la sua supremazia come lo scorso anno o se qualcuno saprà dargli del filo da torcere… Dagli ultimi test in Qatar è emerso che le Ducati sono velocissime, ma Marc non molla; il Campione del Mondo in carica ha chiuso in seconda posizione dietro a Dovizioso, che ha fatto segnare il nuovo record della pista. Alle loro spalle l’altro ducatista, Iannone, e i due piloti del Team Movistar Yamaha, Lorenzo e Rossi. Non dimenticatevi che con il via del Motomondiale ricomincia anche il FantaMOTOCICLISMO: fate il vostro pronostico sulle prime 5 posizioni della gara della classe regina e, a fine stagione, chi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno (qui il regolamente completo). Per partecipare cliccate sul pulsante aranzione qui sotto:

 

 

La caduta di valentino rossi nei test in qatar

Nel corso dei test in Qatar Valentino è incappato in una caduta, per fortuna senza conseguenze per lui. Al rientro in Italia la tuta Dainese D-air del “Dottore” è stata analizzata dai tecnici della Casa vicentina e, grazie ai sensori posizionati tra i vari strati di pelle, sono stati in grado di dirci di più sulla caduta. Innanzitutto si è trattato di una scivolata, dovuta alla chiusura dell’anteriore (low side), avvenuta alla curva 8 del tracciato. Al momento in cui è iniziata la caduta Valentino viaggiava ad una velocità di 160 Km/h e, nei 4,1 secondi  di scivolata, Rossi ha percorso ben 108,5 metri prima di fermarsi completamente. All’interno della tuta di Rossi era installato il D-Air, l’airbag di Dainese che protegge il pilota, il sistema ha impiegato solamente 20 millesimi di secondo per rilevare la caduta e 24 millesimi di secondo per gonfiarsi, meno di un battito di ciglia!

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA