SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Crash di Valentino Rossi al GP di Aragón: il suo casco dopo il botto

Dopo il crash del pilota di Tavullia nel Gran Premio in terra iberica, il suo casco è stato attentamente analizzato dai tecnici di AGV: le analisi escludono criticità strutturali e dimostrano che l’impatto è stato ben assorbito. La dinamica dell’incidente e le foto

Crash di valentino rossi al gp di aragón: il suo casco dopo il botto

La tappa spagnola del Motomondiale di qualche settimana fa è stata caratterizzata dal maltempo: nella MotoGP a metà gara un temporale ha obbligato i piloti a cambiare moto. In gare come questa oltre al gas dato in pista è fondamentale anche la tattica. Quello che ha scelto il momento migliore per prendere la moto con il setup da bagnato e... ha dato più gas è stato Jorge Lorenzo, il maiorchino ha così conquistato la sua prima vittoria stagionale. Sono molti i piloti che sono finiti a terra nel Gran Premio di Aragón: Iannone, Rossi, Marquez, Pedrosa e Dovizioso. Una delle cadute più brutte di è stata proprio quella di Valentino: al quarto giro di gara, dopo aver messo le ruote sull’erba sintetica, Rossi ha perso il controllo della sua M1 ed è stato sbalzato al suolo, qui potete analizzare il crash report. Valentino è rimasto a terra per qualche secondo e i commissari hanno deciso di potarlo fuori in barella. Per fortuna nulla di grave per il pilota di Tavullia, solo una forte botta. Dopo questa brutta caduta il casco AGV del Dottore è rientrato in Azienda per essere completamente smontato ed essere sottoposto ad una verifica.

 

DANNI ESTETICI MA NON STRUTTURALI

Questo è ciò che emerge dopo il controllo eseguito dai tecnici del reparto ricerca e sviluppo dell'Azienda italiana: la calotta esterna presenta evidenti tracce di impatto con il suolo e contro l’M1. A seguito di un high side Valentino ha dapprima sbattuto contro il terreno ed il casco ha impattato nella parte posteriore sinistra, in prossimità dello spoiler, che si è staccato come previsto da progetto. Dopo una serie di rotolamenti nella via di fuga il casco è venuto a contatto direttamente con la moto. Nella parte laterale destra, si riscontrano evidenti e violenti segni di impatto della calotta con elementi strutturali della parte posteriore della Yamaha. Sempre sul lato destro della calotta e della visiera, si trovano inoltre delle tracce di gomma, risultato del contatto avvenuto tra il pneumatico in rotazione e il casco Pista GP. L’elevato attrito creatosi tra pneumatico e casco, ha staccato la parte destra della visiera dalla calotta, con la rottura del meccanismo (in metallo) di rotazione e fissaggio della stessa. Inoltre la visiera si è crepata anche sul lato opposto, sempre in prossimità del meccanismo di aggancio, senza però staccarsi dalla sua sede di ancoraggio. Le verifiche sul casco non hanno evidenziato criticità strutturali e dimostrano come il casco abbia assorbito egregiamente l’impatto.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA