“I corsi di guida sono utili, ma non ne ho mai fatto uno”

Corsi di guida in pista e off road: dal nostro sondaggio emerge che la maggior parte dei motociclisti italiani non vi ha mai preso parte, anche se ritiene che possano essere molto utili. Il motivo della scarsa partecipazione potrebbe essere che…
1/19 BMW GS Academy: si inizia dalle basi, la ricerca della giusta posizione in sella

Corsi per tutti

In questi ultimi anni sta crescendo fortemente l’offerta di corsi di guida, più o meno specialistici, organizzati dalle Case, da enti istituzionali vari o da società nate appositamente. Ad esempio, noi ultimamente abbiamo partecipato alle scuole guida di BMW (GS Academy, specifica per l’offroad) e Aprilia (#bearacer Academy, dedicata alla guida sportiva in pista); ma ci sono anche corsi che possono aiutare ad incrementare la propria consapevolezza in termini di sicurezza, e altri che vi daranno l’opportunità di provare certe esperienze un po’ sui generis (tipo il Flat Trak, per dire…), che riescono a far divertire ma lasciano anche in eredità una miglior conoscenza della moto e, perché no, anche di se stessi.

Come vedete, l’offerta di corsi è molto ampia, ma cosa ne pensano, e che rapporto hanno, i motociclisti nostrani con queste scuole di guida? Da quanto emerge dal nostro sondaggio (circa 1.000 voti ricevuti) la maggior parte dei motociclisti italiani (65%) non ha mai preso parte a cosio di guida, anche se ritiene che questi possano essere molto utili (94%), soprattutto se organizzati bene (82%). Solo il 5,5% dei votanti ritiene invece che questi corsi non servano a nulla: c’è chi dice che siano soldi buttati (2,2%), chi invece pensa che l’esperienza quotidiana in sella valga più di ogni tipo di lezione (3,3%).
BMW GS Academy è la scuola guida della Casa bavarese che insegna a condurre la moto in off road

“Ora guido davvero meglio”

Tra coloro che hanno partecipato ad un corso, il 50% lo ha fatto per migliorare il proprio stile di guida tra i cordoli, i restanti si dividono tra chi lo ha fatto per acquisire maggiore sicurezza su strada e chi in off road. In ogni caso, la stragrande maggioranza di coloro che sono... andati a scuola si dice soddisfatta dell’esperienza, in quanto ritiene che grazie alle lezioni ora guida veramente meglio. Solo il 2% di chi ha preso parte ad un corso ritiene invece che questo non gli sia servito, poichè sostiene di non aver imparato nulla di più di quanto già non sapesse fare.

La scelta di un corso piuttosto che un altro dipende anche da chi lo organizza: le vostre preferenze indicano che i corsi migliori siano quelli organizzati dalle case (34,5%), seguiti da quelli tenuti da società private (26,6%) e dalla FMI (19,9%). Meglio poi se il corso si tiene con una moto fornita dall’organizzatore (54,7%), anche se ciò potrebbe fra aumentare il costo, per evitare di far danni alla propria due ruote.
Aprilia #bearacer Academy è la scuola guida della Casa di Noale dedicata a chi vuole migliorare le proprie abilità tra i cordoli

“No ai corsi di guida obbligatori”

Anche se i corsi che ritenete più utili (58%) sono quelli che permettono di migliorare la propria sicurezza nella guida su strada (seguiti da corsi in pista 25% e off road 12%), pensate che non sia giusto rendere obbligatori altri corsi di guida oltre a quelli previsti dal Codice per il conseguimento della patente (46,8%). Allo stesso tempo c’è anche chi metterebbe dei corsi obbligatori per chi voglia guidare moto con cilindrata dai 600 cc in su (17,6%), una moto con più di 90 CV (16,5%) o anche solo un maxiscooter (2,6%). Ad altri piace invece l’idea di un corso “preventivo” obbligatorio, da menzionare sulla patente, senza il quale non si possa comprare una moto sportiva (16,5%).

Ma visto che considerate i corsi molto utili, perché la maggior parte di voi non vi ha mai partecipato? La risposta potrebbe essere il loro costo: secondo voi infatti il corso “ideale” dovrebbe costare meno di 500 euro (47,9% tra 100 e 300 – 36,3% tra 300 e 500), ma, come sappiamo, attualmente i corsi ben fatti superano quella cifra… Il lato economico potrebbe essere dunque uno dei motivi che finora hanno fermato molti motociclisti a prendere parte ad un corso di perfezionamento. Noi siamo dell’idea però che la propria sicurezza non abbia prezzo e piuttosto che spendere soldi per l’ultimo accessorio alla moda sarebbe meglio investirli in un buon corso di guida.
BMW GS Academy è la scuola guida della Casa bavarese che insegna a condurre la moto in off road

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA