Concluso il giro del Mondo di Paolo Pirozzi

“Giro del Mondo in 80 DOC”: in sella alla Ducati Multistrada 1200, che ha chiamato Lidia, ha percorso quasi 100.000 chilometri in poco più di un anno

Concluso il giro del mondo di paolo pirozzi

 

Ha percorso quasi 100.000 chilometri sulla Ducati Multistrada 1200 a cui ha dato il nome di Lidia. Paolo Pirozzi, trentunenne napoletano, è partito da Misano il 13 giugno 2010 ed ha concluso il suo viaggio lo scorso 28 maggio con arrivo all’Autodromo di Imola, in occasione di Passione in Moto. Gli altri numeri che raccontano il viaggio sono  i 5 continenti attraversati, 80 Ducati Owner Club visitati e 10 treni di gomme consumati.

 

Da Misano verso la Grecia, poi Bulgaria, Romania, Belgio, l’Est e il Nord Europa, tante tappe scandite dall’incontro con i Club di proprietari Ducati del posto. A Mosca un incontro particolarmente significativo con un “ducatista” locale, Dimitri, gli ha fruttato un prezioso compagno di viaggio per le successive tre settimane, attraverso la gelida Siberia.

 

Poi Tokio e il Giappone, dove Paolo ha fatto il secondo tagliando per i 24.000km della sua Multistrada, quindi la Cina, e la partecipazione all’Asian Ducati Week in Malesia - il mega motoraduno tenutosi durante il Campionato MotoGP . Dalla Cina in Pakistan e con i chilometri percorsi cresce anche la sua popolarità, tanto che chilometri e autografi vanno di pari passo. Proprio in Malesia Pirozzi realizza poiun sogno eccezionale, facendo un giro in pista o a fianco del suo mito, Troy Bayliss.

 

Poi ecco l’Australia e il passaggio in Canada, per arrivare negli USA, dove il suo viaggio è stato caratterizzato da un’agenda fittissima d’incontri e appuntamenti statunitensi con Club, eventi Ducati e personalità locali quasi quotidianamente, a 6-700 km di distanza l’uno dall’altro, con molte interviste a TV e giornali locali che si sono appassionati a questo italianissimo, inarrestabile, ambasciatore Ducati.

 

Per la tappa a Miami, Ducati ha organizzato una sorpresa assolutamente unica per Paolo, che ha visto la sua mamma raggiungerlo oltreoceano per festeggiare insieme il compleanno. A Las Vegas la festa non si è esaurita al passaggio di Pirozzi, e la data del 8 novembre, per tutti i “ducatisti” della zona verrà d’ora in poi, celebrata con il “Paolo Pirozzi Day.”una giornata ufficiale a lui dedicata.

 

Il Messico ha regalato finalmente qualche giorno di riposo a Pirozzi, per poi proseguire verso il Sudamerica toccando quindi Costarica, Honduras, Panama, Colombia, Perù, Cile, Argentina fino inTerra del Fuoco, raggiungendo Ushuaia, il luogo abitato più a sud della terra.

Quindi Paolo e la sua Multistrada 1200 sono rientrati nel vecchio continente facendo tappa a Londra e in Francia, Portogallo, Marocco e Spagna, per poi raggiungere il traguardo finale, con l’arrivo al circuito di Imola a fine maggio 2011, ultima tappa di un viaggio ricco di storie, esperienze e tanti nuovi amici. 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA