Conclusi i test di Robert Rolfo sulla Moto2 a Valencia

Rolfo è tornato sul circuito Ricardo Tormo per ulteriori test sulla Moto2 del team Siemens Gigaset Laglisse. Roberto ha fatto un totale di 118 giri, di cui 58 nella prima sessione di mercoledì 17 giugno e il resto nella successiva di domenica 21, quando alle 10 era già in pista per cominciare un lavoro molto tecnico sugli pneumatici Dunlop, richiestogli direttamente dai tecnici della Casa produttrice delle coperture. Rolfo è andato molto bene: mercoledì ha girato in 1’37”5, domenica in 1’37”16.

Conclusi i test di robert rolfo sulla moto2 a valencia



Valencia (SPAGNA) 22 giugno 2009
- Robert Rolfo è tornato sul circuito Ricardo Tormo per ulteriori test sulla Moto2 del team Siemens Gigaset Laglisse. Roberto ha fatto un totale di 118 giri, di cui 58 nella prima sessione di mercoledì scorso e il resto nella successiva di domenica, quando alle 10 era già in pista per cominciare un lavoro molto tecnico sugli pneumatici Dunlop, richiestogli direttamente dai tecnici della Casa produttrice delle coperture. Per seguire Rolfo, Dunlop ha messo in campo quattro specialisti, che hanno raccolto i suggerimenti del pilota italiano.

Roberto ha concluso la prima giornata di test con un 1’37”5, dopo una lunga serie di passaggi dal via con il passo di 1’37 alto. Il miglior tempo del giorno uno è arrivato all’ultimo giro e con una gomma già utilizzata in 18 tornate. Il tempo di riferimento di sabato era quello del francese Mike di Meglio, che stava girando con l’Aprilia che utilizza nel Motomondiale in Classe 250 e che ha realizzato un 1’37”16.

Nel secondo giorno Rolfo ha fatto meglio: i suoi tecnici hanno lavorato sul setting della ciclistica e Roberto ha potuto abbassare il suo tempo di oltre mezzo secondo, chiudendo la giornata dopo aver fatto 60 giri di pista e con il miglior tempo di 1’36”8, lo stesso segnato da Hector Barbera in sella all’Aprilia RSA ufficiale.

Ha detto Rolfo: “Aver avuto la possibilità di provare una novità assoluta per il mondiale 2010 è stata per me una enorme soddisfazione. Le temperature non proibitive, poi, - 33°, 47° sull’asfalto nel Sud della Spagna in questa stagione sono frescura – non ci hanno permesso di portare a termine il programma che ci eravamo prefissi. Mi sono subito concentrato, sin dalla prima mattinata di mercoledì sui test del telaio Suter e su alcune soluzioni di pneumatici. Dunlop. Il telaio ospitava un motore Yamaha e entro il mese di agosto sarà consegnato il nuovo telaio per il motore Honda 600, che si utilizzerà nel Mondiale 2010. Il team mi ha assecondato in tutto, facendo tesoro dei miei suggerimenti. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Logicamente si è solo agli inizi e il lavoro non ci manca, ma la strada è quella giusta”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA