a cura della redazione - 05 February 2018

Comparativa Supersportive 2018: grazie elettronica!

Il primo giorno della nostra Comparativa Supersportive 2018 è stato segnato dal maltempo, ma grazie alle gomme Pirelli Diablo Rain e all'evoluta elettronica delle moto siamo riusciti ugualmente a mettere alla frusta le sette sfidanti. Ecco com'è andata
  • Salva
  • Condividi
  • 1/25 Comparativa Supersportive 2018: le sette sfidanti, da dx, Aprilia RSV4 RF, BMW S 1000 RR, Ducati Panigale V4 S, Honda CBR1000RR, Kawasaki ZX-10R, Suzuki GSX-R1000R e Yamaha YZF-R1M

    Purtroppo, nonostante la previsioni meteo davano bel tempo, non è andata così! Il primo giorno della Comparativa Supersportive 2018 (cliccate qui per il video di presentazione delle protagoniste) è stato segnato del maltempo e la pioggia ha rovinato i piani del Test Team, o almeno ci ha provato… Infatti, grazie a Pirelli che ci ha fornito dei treni di gomme Diablo Rain, in mescola SC1, e all'evolutissima elettronica delle nostre moto siamo riusciti a scendere in pista ugualmente. Certo, è vero, non è assolutamente la stessa cosa che girare su asfalto asciutto, ma questo ci ha permesso di valutare alcuni aspetti delle moto che in condizioni ottimali magari non avremmo avuto l'occasione di analizzare così attentamente, i controlli elettronici appunto.

    La parola passa ora a Fabio Meloni, che ci racconta com'è andato il primo giorno della Comparativa Supersportive 2018.

    Nel day 2 della Comparativa Supersportive 2018, dopo una mattinata di test, effettueremo la sessione di giri cronometrati, che inciderà per il 50% sulla classifica finale della prova. Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook e qui sul sito per gli aggiornamenti sulla sfida.

    Comparativa Supersportive 2018: grazie elettronica!
    A causa del maltempo si montano le Pirelli Diablo Rain
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultime prove