Comparativa SRV 850, C 600 Sport, Integra e TMax: rispondiamo alle vostre domande

Il dibattito in diretta via Facebook tra i nostri tester e i lettori ha fatto segnare 165 commenti: Grandi! Ecco un riassunto delle vostre domande e delle risposte di Federico Aliverti

Comparativa srv 850, c 600 sport, integra e tmax: rispondiamo alle vostre domande

Come già era successo per la comparativa tra MV Agusta Brutale 675 e Triumph Street Triple R, la vostra partecipazione al dibattito in “diretta Facebook” è stata massiccia. 165 commenti e tante interessanti domande per Federico Aliverti (che è stato infatti bloccato da Facebook per i troppi interventi…)

SONO SCOOTER/MOTO O MOTO AUTOMATICHE?
È un dubbio che si è posto anche Giuliano Monterosso. Di certo “l’Honda è più moto di tutti”. Ma della moto ha anche i limite, come “l'abitabilità per il passeggero, il cambio in città e la capacità di carico”. Edoardo Trevisan chiede quale del gruppo abbia le caratteristiche più scooteristiche, e Aliverti risponde “il BMW C 600 Sport, complessivamente è il più pratico: tanta protezione aerodinamica - plexi regolabile facilissimamente -, tanta capacità di carico, tanto comfort di marcia”.

SI ESALTANO FUORI CITTÀ
In città, per rispondere alla domanda di Luca Pizzorno, “a parte il TMAX sono un po’ sovradimensionati, specie l’Aprilia”. Per Ilario Veronese l’Integra è progettato alla ricerca della massima maneggevolezza, che per lui è tutto. Ma Aliverti replica che “l'Integra non è molto maneggevole. Soprattutto in città, dove sconta uno sterzo un po' pesante”. In effetti la vocazione dei mezzi protagonisti della nostra comparativa non è certo urbana. Piuttosto “hanno creato un nuovo segmento spostando il baricentro verso l'extraurbano, senza rinunciare alla praticità quotidiana e restituendo un buon piacere di guida nei giri più lunghi”.

APRILIA DA SPARO, TMAX SUPER MANEGGEVOLE
E di piacere ne danno parecchio. Nelle prestazioni, risponde Federico a Fabio Marinelli e Romano Bonacina, “Aprilia primeggia, ma è più sportivo nell'estetica che nella ciclistica. Il suo traction control funziona bene in Sport. In configurazione standard è troppo invasivo”. Come maneggevolezza pura il TMAX, “sul misto stretto è davanti, ma di pochissimo, grazie alla trasmissione e alla ciclistica agilissima. Forse è il meno performante, per prestazioni pure. Ma la sua guidabilità è da paura!”.

INTEGRA E BMW SUL VELOCE
Appena le curve si fanno più ampie e veloci, però, svettano BMW e Honda. Il C 600 Sport ha motore e belle sospensioni, l’Integra vanta maggior luce a terra e la stabilità data dalle ruote da 17. A Pier Renzo Francia, che chiede se sia azzeccata la definizione di “automatic tourer”, Federico risponde che “sembra appropriata per Aprilia, ma gli altri si guidano anche molto meglio di tante tourer”.

NON SONO “SOLO” SCOOTERONI
Non sono né moto né scooter. Sono qualcosa di diverso e nuovo, e il fatto che siano divertenti ed efficaci non è in discussione. Lo conferma Mario Savoca Corona, pluri campione italiano maxi scooter che ha partecipato al dibattito: “mi fa sorridere che molti ritengano questi mezzi "solo" degli scooteroni. Forse anni fa, oggi è ben diverso. Io ci ho corso nel Trofeo Maxi Scooter, con il Tmax nel 2005 e 2008, con il Gilera GP800 nel 2010. Ho conquistato 2 titoli nazionali e un 2° posto. Siamo arrivati a girare a Vallelunga in 1’58, Con gomme stradali, senza marce (e freno motore) e telai certamente non nati per la pista”.

TMAX: OTTIMA SCELTA PER L’UOMO QUALUNQUE
Sempre Savoca Corona, chiede quale sia il migliore per un utente qualunque, non appassionato né informato, che voglia un mezzo per sostituire totalmente l’auto su tutti i percorsi, urbani e non. Aliverti è lapidario: “TMAX probabilmente la scelta giusta”. Non è quindi per le prestazioni pazzesche che questi mezzi possono portar via una buona fetta di acquirenti alle moto, piuttosto perché (in risposta a Guido Dolomiti Biker) “sono più versatili”. Anche “un filino cari, a parte Integra, che consuma pure pochissimo”, conferma Federico a Fabrizio Marzuillo.

UNA “QUASI MOTO” PER IL CAMPIONE DEL MONDO
Honda Integra in definitiva è “un mezzo abbastanza pratico (meno di uno scooter convenzionale) ma molto riuscito a livello dinamico: sembra una moto (infatti il cambio ce l’ha)”. Sappiate che questa risposta Federico l’ha data nientemeno che a Mario Lega, campione del Mondo della 250 che chiedeva lumi sulla moto automatica Honda. Con il C 600 Sport, BMW è entrata alla grandissima nel segmento dominato dal TMAX, che per ora sembra ancora imbattibile. Aprilia ha fatto, con investimenti contenuti, un mezzo dalle prestazioni pazzesche e dal fascino unico. Ma non si vive di soli CV: l’SRV 850 è più gran turistico che sportivo.

SU FACEBOOK; SUL SITO E SU MOTOCICLISMO DI SETTEMBRE
Per quanto lungo possa sembrarvi questo articolo, è solo una piccola parte di quanto emerso dalla discussione su Facebook. Cliccate qui per leggere tutte le domande, le risposte e i commenti (alcuni spassosi, altri irritanti, per la maggior parte molto azzeccati e stimolanti).

 

Su motociclismo di settembre l’articolo completo, dove pubblicheremo anche i vostri interventi. Qui su motociclismo.it, invece, presto una gallery in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli