Comparativa enduro stradali: Yamaha XT660Z Ténéré

L’unica monocilindrica nella nostra comparativa in Sicilia ma ha saputo farsi notare per la versatilità e le poche vibrazioni

Comparativa enduro stradali: yamaha xt660z ténéré

 

Sembrava una forzatura mettere una monicilindrica contro le bi e tricilindriche, ma ci abbiamo visto giusto, perché la piccola Yamaha XT660Z Ténéré se l'è cavata alla grande. E non stiamo parlando del comportamento fuoristrada, ottimo un po' ovunque, soprattutto grazie al ridotto volume, quanto per la notevole polivalenza che ha dimostrato.

 

E' l'unica monocilindrica sul mercato con caratteristiche all terrain, protezione aerodinamica e maxi serbatoio. Le alternative sono la Husqvarna TE630 (che tuttavia è priva  di cupolino e non ha un'autonomia paragonabile) e la KTM 690 Enduro R, eccellente sia offroad sia su strada, ma anche lei priva di qualunque riparo dall'aria. E allora eccola qua la nostra 660, in mezzo ai bisonti, a far valere le sue doti di gazzella. In realtà il peso non è proprio da enduro racing, anzi: durante la guida si apprezza la sua snellezza, ma quando cade e va rialzata, non è che pesio tanto meno di una bicilindrica... Quello che ha stupito è il ridotto tasso di vibrazioni, non solo considerando che è una mono, ma in senso assoluto: in autostrada il riparo è discreto (ottimo per busto e casco, così così sulle spalle) e si viaggia comodamente a 140 km/h indicati. Dove poi la strada si fa tortuosa è capace di far divertire chiunque, pur con un livello di prestazioni inferiore alle concorrenti 2 e 3 cilindri.

 

 

I PRECEDENTI ARTICOLI

 

Comparativa enduro stradali: il programma di viaggio

Le moto che partecipano: quali sì, quali no e perchè

Prima giornata in Sicilia

Seconda giornata in Sicilia

Terza giornata in Sicilia

Quarta giornata in Sicilia

Quinta giornata in Sicilia

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA