Colonia: Kawa la regina, Ducati il desiderio, Aprilia la sorpresa

È il Salone del vintage, ma manca una risposta veramente concreta alle nuove esigenze di turismo e di “mobilità elettrica”. Un’Italia in grande spolvero mette un po’ in ombra giapponesi, teutoni e americani. È quello che emerge dai 2.300 voti del nostro sondaggio

Colonia: kawa la regina, ducati il desiderio, aprilia la sorpresa

A poche ore dallo spegnimento delle luci nei padiglioni di Colonia, già la mente vola a Eicma, dove a inizio novembre ci aspetta uno dei Saloni più scoppiettanti di sempre: i manager di poche Case ci hanno anticipato solo alcune delle novità di Milano ma, anche se molti di loro non si sono pronunciati, possiamo già svelare noi alcune primizie che vedremo tra un mese: i bombardieri Yamaha R1 e Ducati 1299, la Ducati Multistrada e una BMW perfettamente allineata, poi gran finale con la Honda Africa Twin e la Kawa sovralimentata omologata per l’uso su strada (H2 ma senza R). Ecco spiegato perché il 61% dei nostri 2.288 votanti si aspetta da Eicma ancora di più di quanto visto a Colonia.

 

TURBO GIAPPONESE E VINTAGE ITALIANO FANNO SOGNARE

Erano dagli anni delle mitiche Ducati 916 ed MV Agusta F4 che una moto non raccoglieva quasi il 40% dei consensi. La Ninja H2R è, tra quelle di Colonia, la moto che è piaciuta di più ai nostri lettori (38,5%) e ha sconfitto l’unica altra “vera” novità della kermesse tedesca: la Ducati Scrambler (27,5%). Due terzi del pubblico di Colonia sembrava davvero negli stand di Kawasaki e di Ducati, che ironia della sorte erano pure nello stesso padiglione. La terza moto più desiderata, anche se lontanissima dalla coppia di testa, è stata la Aprilia Caponord 1200 Rally (5,5%) che, dopo un lungo testa a testa, ha piegato la KTM 1290 Super Adventure (5%).

 

BMW E YAMAHA: TANTE NOVITÀ, UN PO’ DI DELUSIONE

Tra MT-07 MotoCage e nuove XJR1300 standard e Racer, Yamaha raccoglie solo l’1,5% dei consensi: la Casa di Iwata avrà certamente modo di rifarsi a Eicma. Un po’ sottotono anche le BMW che non fanno sognare quasi nessuno con la bomba da 200 CV S 1000 RR (1,5%), non entusiasmano con la grande novità R 1200 R (3%) e raccolgono il massimo dei consensi, guarda un po’, con la R 1200 RS (3,5%), una moto che avrebbe dovuto incontrare i gusti degli italiani meno delle altre due.

 

TANTO RETRÒ, POCHI CONSENSI

Il vintage è stato uno dei principali fili conduttori del Salone ma, come detto, non ha funzionato. Oppure tutta la sua carica attrattiva è stata assorbita dallo Scrambler di Ducati. Sta di fatto che oltre a Yamaha, ispirata a Deus ex Machina nella rivisitazione della XJR1300, hanno deluso anche Moto Guzzi e soprattutto Triumph. La V7 II non è andata oltre il 2,5% dei voti, mentre le tre Bonneville Newchurch, Spirit e T214 hanno raggiunto, tutte insieme, l’1% delle preferenze. Troppo poco per pensare che le moto anni Settanta possano essere il volano della ripresa del nostro mercato.

 

I SOGNI? QUANDO LA MOTO VA ACQUISTATA CONTANO MENO…

Quale potrebbe essere il tuo prossimo acquisto tra le moto a Colonia? Ecco la domanda che ha stravolto un po’ tutto. Perché un conto sono i sogni, il cuore, la passione, ben altro il portafogli che ti impone scelte razionali. Ecco dunque che lo Scrambler (24%) sopravanza alla grande la H2R (7%), e che tantissime moto prendono all’incirca gli stessi voti della Kawa: la Honda Crossrunner schizza al 6,5% dei consensi e la KTM Super Adventure al 7,5%, come peraltro la Kawasaki Versys (5% la 650, 2,5% la 1000). Ma la vera sorpresa a nostro parere è la Caponord (7,5%) che per un pugno di voti -5 in più di KTM al momento della stesura di questo articolo- è il secondo desiderio di acquisto del Salone dopo lo Scrambler!

 

E LE CASE?

Se si chiede ai lettori di dare un voto al Marchio e non ai modelli, Kawasaki (37%) e Ducati (14,5%) continuano a riceve un buon consenso, ma a sorpresa riemergono Case che, sulla singola votazione della moto, non avevano spiccato. Per esempio BMW. La Casa tedesca raggiunge un ottimo 24% dei consensi, segno che il pubblico ha apprezzato lo sforzo di lanciare tre grosse novità. Fa benino anche Suzuki (7%) che sopravanza KTM (4,5%), Aprilia (3%) e Honda (2%) probabilmente in virtù di un bel pacchetto di novità.

 

VOGLIAMO UNA TOURER E L’ELETTRICO

Che cosa è mancato al Salone di Colonia? Una turistica che sapesse leggere le nuove esigenze di mercato (29%). È da capire se la risposta deriva da una effettiva mancanza delle proposte di Colonia o se invece la voglia di turismo si è fatta irrefrenabile. La sensazione è che la verità stia un po’ nel mezzo, e che comunque il voto è molto frastagliato. C’è chi lamenta la mancanza di una naked di carattere (14,5%) o di una moto vintage (13,5%), ma la vera sorpresa è l’esigenza di uno scooter elettrico (11,5%): lo vuole più di una persona su 10 quando solo pochi anni fa nei desideri di 1 su 100.

 

Cliccate qui per vedere tutte le novità del Salone di Colonia. Ma non perdetevi anche le gallery delle ragazze e delle special.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli