di Beppe Cucco
23 June 2021

CIV Junior, qui nascono i futuri piloti della MotoGP

Il lavoro che la Federazione Motociclistica Italiana sta facendo per formare i nuovi campioni di domani è enorme. Ad affiancare la FMI in questo progetto c’è Ohvale. Le gare riservate alla GP-0 160 hanno attirato l’attenzione anche di Dorna, che ha avviato il percorso “Road to MotoGP” per portare i piloti vincitori dei trofei nazionali verso il Motomondiale

1/7

CIV Junior 2021

1 di 2

Siamo stati a Varano in occasione della terza tappa del CIV Junior 2021 (il Campionato Italiano Velocità riservato ai giovani piloti) e abbiamo scoperto una realtà molto migliore delle nostre più rosee aspettative. C’è profumo di benzina nei paddock del CIV Junior, aria di competizioni, di quella che si respira nei campionati “per i grandi”. Box allestiti alla perfezione, hospitality, meccanici che corrono ovunque… tutto è proprio come nel CIV dei “piloti veri”, ma manca una cosa, la rivalità, intesa come quella “cattiva”, e l’invidia. Qui si vedono ancora i bambini giocare tra loro, impennare con le loro biciclette nel paddock, mentre le famiglie di team rivali sono sedute insieme sotto ad un gazebo per il pranzo (nel pieno rispetto nelle norme anti-covid, su questo non si sgarra!). Quando è ora di darsi battaglia in pista, però, casco in testa e non si guarda in faccia a nessuno. Ma il bello è che una volta finita la sessione e rialzata la visiera tutto torna come prima, con quel fantastico mondo in cui i bambini si divertono nonostante la competizione. I sorrisi dei piloti, delle famiglie e di tutti i presenti nel paddock parlano da soli.

Il lavoro che la Federazione Motociclistica Italiana sta facendo per far sì che ciò sia possibile, e per formare i nuovi campioni del domani, è enorme. Allenamenti mirati per i bambini, borse di studio, test collegiali, affiancamenti nella crescita formativa e agonistica, regolamenti sensati e contenimento dei costi. I baby piloti al CIV Junior vengono trattati proprio come i piloti più grandi, con tanti di controlli tecnici su moto e abbigliamento e briefing. Ma questi ultimi studiati dai tecnici federali in modo da catturare l’attenzione dei piccoli piloti e non annoiarli. Pensate che nel pomeriggio del giorno prima delle gare c’è anche un giro di pista tutti insieme (in bicicletta!), per studiare i segreti del tracciato. Ad affiancare la FMI in un progetto di rinnovamento, a partire dal 2015, c’è Ohvale. L’Azienda italiana si è inserita dapprima nel progetto “Talenti Azzurri” e poi nel CIV Junior, dove oggi collabora con la Federazione in ben due categorie su tre: la Ohvale 160/FIM MiniGP Italy Series e la FMI Aprilia Sport Production (che si disputa in sella alle Aprilia RS 250 SP e SP2, sviluppate da Ohvale). Moto uguali per tutti, stessi pneumatici, motori punzonati, modifiche limitate… non c’è scampo, e qui non contano nemmeno i soldi che una famiglia può permettersi di spendere, visto che più di tanto non si può operare sulle moto, ma è solo il pilota a far la differenza. FMI e Ohvale, due realtà italiane che insieme stanno lavorando sodo per cercare di cambiare il futuro delle corse in pista riservate ai più giovani. E che il pareggiamento dei mezzi meccanici e l’abbattimento dei costi sia una formula vincente se n’è accorta anche Dorna, che quest’anno ha creato il progetto “Road to MotoGP”, che vuol dare la possibilità ai bambini più talentuosi di trasformare quella che è la loro passione in un vero e proprio sogno.

Nasce così la FIM MiniGP World Series, che si pone l’obiettivo di unificare e standardizzare le competizioni MiniGP in tutto il mondo, con l’idea di creare una piattaforma uguale per tutti i giovani piloti al fine di aumentare le loro opportunità di successo. Ma veniamo al sodo, in cosa consiste questa nuova formula? I primi tre piloti di ogni competizione nazionale Ohvale GP-0 160 del 2021 saranno invitati a competere in una speciale gara finale che si terrà a Valencia, in concomitanza con ultimo l’ultimo appuntamento del Motomondiale (9-11 novembre). A sfidarsi ci saranno i baby piloti rappresentanti di Italia, Malesia, Francia, Paesi Bassi, Nord America, Spagna, Regno Unito, Indonesia, Irlanda, Portogallo, Qatar e i tre migliori dell’Alpe Adria. Moto con la livrea del proprio paese, tuta e casco abbinati, live streaming con tanto di grafica MotoGP… provate per un attimo a mettervi nei panni di un bambino di 10-11 anni che potrebbe vivere un’esperienza simile! I tre migliori della gara, che non necessariamente saranno i tre che finiranno sul podio, avranno poi un posto assicurato in uno dei programmi del Road To MotoGP, per fare un ulteriore passo avanti nella propria carriera. A seconda della loro età e nazionalità, i giovani piloti avranno infatti l’accesso diretto alla selezione Idemitsu Asia Talent Cup o la disponibilità di fare ingresso alla Honda British Talent Cup, Northern Talent Cup o all’European Talent Cup. Il progetto, poi, continuerà anche nei prossimi anni e raggrupperà un numero ancor maggiore di Paesi che ne faranno parte.

Per quanto riguarda la cronaca, doppie gare al Riccardo Paletti di Varano per tutte le categorie del CIV Junior. Nel campionato Ohvale 160/FIM MiniGP Italy Series il podio di gara 1 è occupato da Cristian Borelli, che vince scattando dalla pole e mantenendo la prima posizione per tutta la gara, Gabriel Fabio Vuono ed Edoardo Liguori. Ad aggiudicarsi gara 2, invece, è Cristian Borelli, che anticipa sul traguardo Gabriel Fabio Vuono e Edoardo Liguori. Con quattro vittorie e due secondi posti Cristian Borelli è il leader di campionato con 140 punti seguito da Edoardo Liguori con soli 104 punti e Gabriel Fabio Vuono a una sola lunghezza con 103 punti.

Nelle Mini GP è Matteo Gabarrini a tagliare il traguardo in prima posizione di gara 1, davanti a Mathias Tamburini e Manfredi Balducci. Gara 2, chiusa anticipatamente per delle bandiere rosse, va invece a Giacomo Noto, seguito da Gabriel Tesini e Luca Maria Casagrande Contardi. Matteo Gabarrini si conferma leader nella classifica generale con 108 punti. Gabriel Tesini e Mathias Tamburini seguono rispettivamente con 96 punti e 83 punti.

Gara1 del Trofeo FMI Aprilia Sport Production SP1 è una lotta serrata tra Gianmaria Ibidi e il poleman Erik Michielon con il primo che riesce ad imporsi sull'avversario all'ultimo giro andando a vincere. Valentino Sponga chiude il podio. In gara2 la vittoria va a Christian Stringhetti seguito da Mattia Cecchini e Valentino Sponga. Gianmaria Ibidi aggiunge 26 punti alla classifica di campionato e conferma la sua leadership con 108 punti. Valentino Sponga sale in seconda posizione con 92 punti e Maxime Schmidt passa dal secondo al terzo posto, a quota 89 punti.

Tra le Aprilia Sport Production SP2 in gara1 vince Lorenzo Frasca, davanti a Samuel Treccani e Massimiliano Moro. All'arrivo di gara2 vince invece Leonardo Abruzzo seguito da Enej Krsevan e Lorenzo Frasca, che rimane primo in campionato con 129 punti. Frasca aumenta anche il gap sul secondo, Leonardo Abruzzo, che si trova a 106 punti. Terzo con 72 punti è Mattia Bosello.

Prossimo appuntamento con il CIV Junior in programma l'11 luglio all'Autodromo di Modena con il quarto round stagionale.

1/10

CIV Junior 2021 - Varano - Ovhale 160/FIM MiniGP Italy Series

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA