26 March 2012

CIV 2012: i magnifici sette del Mugello

Conferme e sorprese nel primo round del Campionato Italiano Velocità. Un week end di passione, sport e agonismo. Il debutto della Moto3, la SBK al cardiopalma, i dominatori della 125GP e delle classi Stock...

Civ 2012: i magnifici sette del mugello

125 GP: domina Moretti

Un po’ ce lo si aspettava, e puntualmente si è verificato. Il binomio italo/indiano Riccardo Moretti-Mahindra ha centrato la prima vittoria della 125GP, arrivando al traguardo con oltre 16 secondi di vantaggio sul secondo, il debuttante al CIV Lorenzo Dalla Porta. Completa il podio il ferrarese Andrea Mantovani.“Abbiamo fatto un bel lavoro tutto il fine settimana – dice Riccardo – questa è una squadra davvero professionale e mi trovo molto bene con loro e con la moto, che mi fa sentire a mio agio. Devo scoprire ancora tante cose di questa realtà ma oggi è andata alla grande e sono davvero soddisfatto”.

1 Moretti Riccardo (ITA) Mahindra

2 Dalla Porta Lorenzo (ITA) Aprilia

3 Mantovani Andrea (ITA) Aprilia

4 Enderlein Max (GER) KTM

5 Alt Florian (GER) KTM

6 Mazzola Simone (ITA) Aprilia

 

Moto3: storico Ferrari

Per il primo anno, la classe Moto3 è titolata nell’Italiano Velocità, e negli annali rimarrà per sempre che la prima gara di questa categoria è stata vinta da Matteo Ferrari. Per tutta la gara in battaglia con Kevin Calia e Andrea Locatelli, il quattordicenne riminese è riuscito nel finale ad allungare quel tanto che bastava (7 decimi) e tagliare per primo il traguardo. Primo della sua categoria, però, perché la bandiera a scacchi della gara vera e propria l’ha visto finire sesto. “Mi sono divertito molto – dice il vincitore –pensavo di non riuscire a farcela perché per tutta la gara mi sono rimasti in scia e invece nelle ultime tornate li ho staccati e ho vinto la prima gara. Grazie ai tecnici, avevo una moto perfetta”.

1 Ferrari Matteo (ITA) Honda

2 Calia Kevin (ITA) Honda

3 Locatelli Andrea (ITA) Honda

4 Valtulini Stefano (ITA) Honda

5 Grunwald Luca (GER) Honda

 

STK 600: largo al Team Italia

Nella categoria più frequentata dai piloti (è la più abbordabile), primo e secondo sono i due alfieri del Team Tricolore, ma non affiancati. Riccardo Russo scatta bene al via e supera presto Sabatino, prendendo un margine che nessuno riuscirà più a recuperare. Nemmeno il suo compagno di squadra, Luca Vitali. Questi, partito male, rimonta con convinzione e autorità, ma Russo è imprendibile. Terzo il mugellano Yuri Menchetti, che gioca in casa.“Non sono partito benissimo ma quando sino riuscito a superare Sabatino ho tenuto un ottimo passo – dichiara Moretti –nel finale la moto scivolava molto ma ho centrato un gran risultato, anche grazie al lavoro della squadra”.Tra i nomi illustri della categoria, c’è anche Mamola. Dakota, però: il figlio del grande Randy è arrivato 5° in gran recupero.

1 Russo Riccardi (ITA) Yamaha

2 Vitali Luca (ITA) Yamaha

3 Menchetti Yuri (ITA) Yamaha

4 Oppedisano Luca (ITA) Kawasaki

5 Mamola Dakota (ESP) Yamaha

 

STK 1000: Corradi Docet

Come già evidenziato in prova, il veloce pilota dell’Aprilia Nuova M2 regola gli avversari con una prestazione maiuscola. Messa subito in chiaro con una bella serie di giri veloci la propria intenzione di vincere la prima gara del 2012, Alessio Corradi ha la meglio sulla BMW di Alessio Velini (comunque in grado di rimontare dopo una brutta partenza, ma non abbastanza da togliere il mezzo secondo che lo separa da Corradi) e su Goi e la sua Ducati Panigale, che ha debuttato sul podio. “Mi sembra di essere tornato ai vecchi tempi e sono davvero contento di questo risultato – confida emozionato Corradi –ringrazio il team per in gran lavoro svolto e dedico questa vittoria alla mia famiglia”.

1 Corradi Alessio (ITA) Aprilia

2 Velini Alessio (ITA) BMW

3 Goi Ivan (ITA) Ducati

4 Saltarelli Simone (ITA) Ducati

5 Perotti Fabrizio (ITA) BMW

 

Supersport: Dionisi in solitaria

Giusto per stabilire che il titolo tricolore del 2011 non l’ha certo vinto per caso, Ilario Dionisi si impone anche nella prima gara del 2012, con una prestazione che nessuno degli avversari è in grado di contrastare. Dalla pole position al primo gradino del podio, detto fatto. E l’intenzione evidente è di portarsi a casa il titolo. Sono tutti avvisati, compresi Stefano Cruciani e Roberto Tamburini, che la gara toscana candida  come i due più accreditati contendenti. Non che Mirko Giansanti e Alex Gramigli vogliano stare a guardare, stiamo pur sempre parlando di un ex Campione del Mondo (il Gram) e di uno che ha vinto gare di campionato Mondiale.“Sapevamo di avere un bel passo e così dopo aver preso un buon margine ho amministrato il vantaggio, senza forzare – sono le parole di Dionisi a fine gara – il team ha fatto un bel lavoro e sono carico per Imola. La vittoria? La dedico a mia figlia Emma”.

1 Dionisi Ilario (ITA) Honda Mz.

2 Cruciani Stefano (ITA) Kawasaki

3 Tamburini Roberto (ITA) Honda

4 Giansanti Mirko (ITA) Kawasaki

5 Gramigni Alessandro (ITA)  Yamaha

 

Moto2: Andreozzi si conferma

la Moto2 è una categoria un po’ cenerentola nel CIV 2012, ma questo non toglie che i piloti che vi corrono diano il meglio. Ad aggiudicarsi la prima vittoria di categoria è Alessandro Andreozzi, Campione Italiano Moto2 in carica, che batte gli unici due avversari di classe, Ferruccio Lamborghini e il danese Robbin Harms, su Bimota. La gara della Moto2 si svolge in concomitanza con la Supersport, e i tre alfieri della categoria “GP media” si piazzano in generale settimo, ottavo e nono. Nel dopo gara Andreozzi è soddisfatto: “È andata bene. Ho sbagliato la partenza ma sono riuscito a recuperare nel corso dei primi giri e a fare la mia gara battagliando con le 600. Sono contento di questa vittoria e ringrazio la squadra che mi ha permesso di fare la differenza in gara”.

1 Andreozzi Alessandro (ITA)

2 Lamborghini Ferruccio (ITA)

3 Harms Robin (DEN) Bimota

 

CIV Mugello, gara SBK: Baiocco al fotofinish

Le gare sono così, pensi di aver capito tutto e poi succede qualcosa che stravolge tutti i pronostici. Nel caso della SBK CIV sembra proprio che Matteo Baiocco possa vincere in tranquillità, avendo accumulato un discreto vantaggio durante la gara. Ma Gianluca Nannelli, dopo un inizio in cui si prende fin troppi rischi, raccoglie le idee e organizza una rimonta culminata con un ultimo giro da antologia in cui recupera 2 secondi. La gara finisce così con i due piloti separati da un soffio, solo 33 millesimi! Il terzo classificato è il milanese Fabrizio Lai, che fa il giro veloce della gara all’inizio ma deve poi cedere per un dolore ad un braccio. “Sapevo che il Nanna sarebbe arrivato nel finale, anche perché me lo segnalavano dai box – rivela Baiox – lui è un gran pilota e anche sul circuito di casa va molto forte. Ho cercato di difendermi al meglio e sono riuscito a spuntarla ma il campionato non sarà facile”.

1 Baiocco Matteo (ITA) Ducati

2 Nannelli Gianluca (ITA) Ducati

3 Lai Fabrizio (ITA) Ducati

4 Conforti Luca (ITA) Ducati

5 Mauri Lorenzo (ITA) Ducati

 

Tutte le classifiche, il calendario e l'analisi dettagliata dei risultati e dei tempi categoria per categoria su: www.civ.tv

La prossima gara l'8 aprile ad Imola

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA