di Alberto Motti - 07 settembre 2013

Circolazione: verso blocchi sempre più severi

Per il 2013-14 la Lombardia non cambia: fermi, come sempre, solo i 2T Euro-0. Dall’inverno successivo rischiano lo stop anche i 2T Euro-1. Si va in direzione di norme antismog sovraregionali

Circolazione: verso blocchi sempre più severi

La Lombardia di Bobo Maroni ha ospitato una conferenza sull’inquinamento dell’aria  che ha coinvolto le Regioni del nord, dal Piemonte al Veneto con Emilia Romagna e Provincia di Trento, coinvolgendo anche il Ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando. A ottobre il Piano Nazionale per la Qualità dell’Aria diventerà un accordo di programma. Anche perché a breve, se non vengono presi provvedimenti, inizieranno ad arrivare le sanzioni dell’Unione europea. Nel frattempo Milano sta per varare il proprio Piano Regionale. Se per quest’anno resteranno in vigore le norme di epoca formigoniana, le cose potrebbero cambiare dal 2014 con il paventato blocco delle moto Euro-1 2T (le Euro-0 2T sono già ferme, salvo quelle iscritte ai registri storici: il Ciao potrebbe quindi essere salvo) e dall’inverno 2015-16, con il possibile fermo delle auto diesel Euro3 per sei mesi l’anno.

 

REGOLE UGUALI PER TUTTI

Tra le misure proposte anche un aumento dei pedaggi autostradali per i veicoli più inquinanti (si sa che chi viaggia con una Euro-1 lo fa perché è cattivo e inquina coscientemente…), ai quali però non viene mai contrapposta una riduzione per i più puliti, come, guarda caso, moto e scooter. La nota positiva è che è stata riconosciuta la necessità di omogeneità tra le norme, in modo che chi passa da una regione all’altra non debba preoccuparsi delle varie normative. Inoltre, va “chiusa l’epoca delle misure emergenziali”, come ha spiegato il ministro, costose e poco efficaci e che spesso rendono più difficile la vita dei cittadini.

 

STOP AI VECCHI 2T

Per questo inverno, quindi, restano le limitazioni degli scorsi anni, che per le due ruote prevedono il blocco totale della circolazione degli Euro-0 2T. Tutti gli altri possono circolare: fermo permanente su tutto il territorio regionale della circolazione per i motoveicoli e i ciclomotori a 2T di classe Euro-0. Le restanti tipologie di ciclomotori e motocicli a 2T (Euro-1 o superiori) possono circolare, così come i 4T Euro-0 o superiori, sia moto che ciclomotori.

 

VIA LIBERA ALLA STORIA

Sono esclusi dal blocco i veicoli storici, purché in possesso dell’attestato di storicità o del certificato di identità/omologazione, rilasciato a seguito di iscrizione negli appositi registri storici. Sono inoltre esclusi i veicoli utilizzati dai lavoratori con turni lavorativi tali da impedire l’uso dei mezzi di trasporto pubblico, certificati dal datore di lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA