Chaz Davies, rinnovo con Ducati nel 2021 a rischio?

Il pilota gallese potrebbe salutare il team ufficiale. Tre le opzioni: salire in sella alla Panigale V4 del team satellite, rinnovare (Petrucci permettendo) o partire da Borgo Panigale per spostarsi in “oriente”

1/9

1 di 2

Negli ultimi tempi i giochi di mercato della MotoGP hanno condizionato quelli della WSBK. È accaduto anche in passato, ma a tener banco in questi giorni è l’addio di Petrucci. Il ternano, sostituito da Jack Miller, potrebbe non trovare posto nella Classe Regina a meno che KTM o Aprilia scelgano di affidargli una sella. Tralasciando il Motomondiale (qui trovate un approfondimento su mercato e contratti), la partenza di Petrucci potrebbe scombinare la scacchiera della Superbike, dato che Chaz Davies, in scadenza di contratto con Ducati, non sembra aver ancora digerito del tutto il passaggio dal bicilindrico alla V4. Le prestazioni sono arrivate nella seconda metà della scorsa stagione, a fronte però di un ingaggio che lo scorso anno era ben più alto di quello offerto a Bautista (in Honda HRC lo spagnolo ora guadagna decisamente di più). L’arrivo di Scott Redding e la possibilità per il team Aruba.it di annettere Danilo creerebbe i presupposti per una coppia “exMotoGP” da mondiale, pronta a vincere alla prima stagione. L’addio di Chaz Davies in quel caso sarebbe certo. Al gallese non resterebbe che pensare al team satellite, Barni Racing, qualora volesse restare nell’orbita di Ducati, ma sarebbe vissuta senza dubbio come una retrocessione. Tra le possibilità del numero 7 c’è anche quella di volare in altri nidi e in questo caso pensiamo soprattutto a Yamaha, dove potrebbe prendere il posto di chi è a fine contratto nel 2020.

1/5

“Non abbiamo iniziato a parlare davvero del futuro con Ducati, non ancora, o comunque non seriamente. Tutti si chiedono come faremo a uscire dalla crisi del coronavirus e come vada gestita la situazione, dando al tempo stesso anche il via alle discussioni in ottica 2021. Questa è la mia seconda stagione in sella alla V4 e per me è una possibilità per continuare ciò che abbiamo fatto l’anno scorso che ovviamente è stato complesso. Da metà a fine stagione abbiamo messo insieme un sacco di belle gare e in tante occasioni ho avuto un passo da podio. Non è un segreto che l’inizio dell’anno scorso sia stato difficile ma, alla fine, nella passata stagione abbiamo vinto una gara e siamo arrivati sul podio numerose volte. Vuoi sempre battere il tuo compagno di box e non cambia se io vada o meno d’accordo con Scott, il lavoro e la fame di fare meglio di loro restano gli stessi. Penso però che con Scott possiamo trovarci bene anche fuori dalle gare e divertirci”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli