BSB 2017: doppietta di Haslam a Donigton, top 10 per Giugliano

British Superbike 2017, Donington Park: risultati, video highlights e classifiche del primo round dei Campionati britannici. Leon Haslam impone il proprio ritmo in SBK e vince entrambe le gare. Bene Giugliano, nono in Gara 2. Incidente fatale nella Ducati Cup, muore Mick Whalley

British Superbike 2017, Donington Park: classifica Gara 1

Pos. Pilota Moto - Team GAP Miglior giro
1 Leon HASLAM Kawasaki - JG Speedfit Kawasaki Lead 1’29”551
2 Luke MOSSEY Kawasaki - JG Speedfit Kawasaki 5’253 1’29”675
3 Christian IDDON BMW - Tyco BMW Motorrad 7’966 1’29”961
4 Peter HICKMAN BMW - Smiths Racing 9’114 1’29”951
5 James ELLISON Yamaha - McAMS Yamaha 12’360 1’29”771
6 Glenn IRWIN Ducati - Be Wiser Ducati Racing Team 12’537 1’30”023
7 Josh BROOKES Yamaha - Anvil Hire TAG Racing 13’132 1’29”539
8 Michael LAVERTY Yamaha - McAMS Yamaha 16’525 1’29”663
9 Jake DIXON Kawasaki - RAF Regular & Reserve Kaw 21’923 1’30”276
10 Jason O'HALLORAN Honda - Honda Racing 25’395 1’30”770
11 Dan LINFOOT Honda - Honda Racing 25’736 1’30”839
12 Tommy BRIDEWELL Kawasaki - Team WD-40 26’642 1’30”986
13 Davide GIUGLIANO BMW - Tyco BMW Motorrad 27’610 1’30”124
14 Jakub SMRZ BMW - Lloyd & Jones PR Racing BMW 37’480 1’31”197
15 Shaun WINFIELD Yamaha - Anvil Hire TAG Racing 1’04”301 1’32”135
16 Michael DUNLOP Suzuki - Buildbase Suzuki 1’04”447 1’32”437

British Superbike 2017, Donington Park: risultati Gara 2

Pos. Pilota Moto - Team GAP Miglior giro
1 Leon HASLAM Kawasaki - JG Speedfit Kawasaki Lead 1’29”085
2 Josh BROOKES Yamaha - Anvil Hire TAG Racing 2’716 1’29”255
3 Glenn IRWIN Ducati - Be Wiser Ducati Racing Team 9’535 1’29”798
4 Christian IDDON BMW - Tyco BMW Motorrad 9’849 1’29”764
5 Luke MOSSEY Kawasaki - JG Speedfit Kawasaki 10’193 1’29”726
6 James ELLISON Yamaha - McAMS Yamaha 12’287 1’29”105
7 Sylvain GUINTOLI Suzuki - Bennetts Suzuki 16’339 1’30”103
8 Peter HICKMAN BMW - Smiths Racing 18’093 1’29”851
9 Davide GIUGLIANO BMW - Tyco BMW Motorrad 20’627 1’30”012
10 Jason O'HALLORAN Honda - Honda Racing 21’291 1’30”053
11 Tommy BRIDEWELL Kawasaki - Team WD-40 29’051 1’30”240
12 Dan LINFOOT Honda - Honda Racing 29’277 1’30”163
13 John HOPKINS Ducati - Moto Rapido 31’783 1’30”086
14 Bradley RAY Suzuki - Buildbase Suzuki 32’007 1’30”614
15 Jakub SMRZ BMW - Lloyd & Jones PR Racing BMW 35’703 1’30”540
16 J. WESTMORELAND Kawasaki - Gearlink Kawasaki 1’06”584 1’31”876
17 Michael DUNLOP Suzuki - Buildbase Suzuki 1’10”510 1’32”255
18 Shaun WINFIELD Yamaha - Anvil Hire TAG Racing 1’15”477 1’31”040

Addio, Mick Whalley

Mick Whalley, un pilota della Ducati Cup, ha perso la vita nella prima gara al Donington Park
Prima di parlare delle gare è d'obbligo un ricordo di Mick Whalley, che ha perso la vita durante la prima gara della Ducati TriOptions Challenge, un evento di contorno alla British Superbike. Il pilota, nato a Sheppey 42 anni fa, non ha avuto scampo in un brutto incidente che ha coinvolto sette moto in totale. Malgrado l’intervento tempestivo dei soccorsi, impegnati da subito a bordo pista per cercare di salvare la vita a Mick, non c’è stato nulla da fare. Whalley è stato trasportato d’urgenza al Queens Medical Centro di Nottingham ma le ferite erano troppo gravi per evitare il triste epilogo. Gli altri piloti coinvolti nell’incidente sono fuori pericolo, tuttavia Mike Honey ha riportato fratture multiple agli arti inferiori ed è tutt'ora ricoverato a Nottingham.

Haslam in grande spolvero, suo il sigillo sulle gare di Donington

Riapre il sipario dei Campionati britannici, dopo una stagione 2016 vinta da Shane Byrne all’ultimo appuntamento del Campionato BSB. Il pilota del Team Be Wiser Ducati si presenta a Donington con in dote il titolo ma senza fortuna, dato che è costretto a non schierarsi sulla griglia di partenza a causa di una commozione cerebrale, rimediata a causa di una caduta nel warm up (il pilota ha fatto sapere attraverso i social network che sta bene e presto tornerà in pista). Con il Campione in carica fuori dai giochi, è Leon Haslam, suo diretto rivale nella stagione passata, a salire in cattedra. Pocket Rocket sigla con la sua Kawasaki il miglior tempo combinato della sessione di prove libere e parte dalla pole position, dato che le qualifiche vengono annullate in seguito alla perdita d’olio sul tracciato di una moto della Ducati TriOptions Challenge.

Malgrado la stagione parta a rilento, Haslam non perde la concentrazione e vince la prima gara con un buon margine. Alle sue spalle il compagno di squadra, Luke Mossey, chiude con un ritardo di 5”253. I due piloti del Team JG Speedfit battagliano inizialmente con James Ellison, ma ben presto prendono il largo. Alle loro spalle la gara è tutta da decidere, con Iddon, Ellison, Hickman, Irwin e Brookes decisi a conquistare la terza piazza. A spuntarla è la BMW del Team Tyco, guidata da un buon Christian Iddon che tiene botta e nel finale di gara guadagna il gap necessario a tagliare il traguardo con un margine sufficiente a dargli sicurezza. A seguire, completano la top ten Hickman, Ellison, Irwin, Brookes, Laverty, Dixon e O’Halloran. Il nostro connazionale Davide Giugliano, alla sua prima esperienza con il Team Tyco BMW Motorrad, chiude in 13esima posizione con un ritardo dal leader di 27”610. Un risultato lontano dalle aspettative dato che, prima del week end di gara, sperava di poter chiudere fra i primi cinque. Ma oggettivamente, per un pilota italiano abituato alle raffinatezze tecniche, alle piste e alle abitudini dei piloti del mondiale SBK, alla fine possiamo considerarlo un discreto risultato.

In gara 2 Leon “Pocket Rocket” Haslam fa il bis, conquistando nuovamente la prima posizione e archiviando i due round di Donington a bottino pieno. L’alfiere Kawasaki JG Speedfit non ha però vita facile e deve impegnarsi per superare un ottimo Josh Brookes, partito forte, su Yamaha. I due hanno un ritmo decisamente migliore rispetto al resto del gruppo ma Haslam riesce a dare qualcosa in più nel finale di gara, quel tanto che basta per tagliare il traguardo al primo posto con 2”716 di vantaggio. Alle spalle di Haslam e Brooks la battaglia è serrata e si protrae fino a fine gara: Irwin, Iddon e Mossey continuano a spingere al massimo e tagliano il traguardo racchiusi in poco più di mezzo secondo, ma con un ritardo di 7” dal duo di testa. A spuntarla e a salire sul podio è Glenn Irwin, in sella all’unica Ducati Be Wiser presente in griglia. Seguono, in ordine, Iddon, Mossey, Ellison, Guintoli, Hickman, Giugliano e O’Halloran. Il nostro connazionale migliora quindi la posizione finale, centrando la top 10. Nella classifica generale, guidata da Haslam con 50 punti, il pilota capitolino è nono a 10 punti.

Cliccate qui per vedere le foto delle gare.
Leon Haslam e Brookes si danno battaglia in gara 2

British Superbike 2017, Donington Park: video highlights gara 1

British Superbike 2017, Donington Park: video highlights gara 2

British Superbike 2017, Donington Park: classifica generale

Posizione Pilota Punti Gap
1 Leon HASLAM (Kawasaki) 50
2 Luke MOSSEY (Kawasaki) 31 19
3 Christian IDDON (BMW) 29 21
4 Josh BROOKES (Yamaha) 29 21
5 Glenn IRWIN (Ducati) 26 24
6 Peter HICKMAN (BMW) 21 29
7 James ELLISON (Yamaha) 21 29
8 Jason O'HALLORAN (Honda) 12 38
9 Davide GIUGLIANO (BMW) 10 40
10 Dan LINFOOT (Honda) 9 41
11 Tommy BRIDEWELL (Kawasaki) 9 41
12 Sylvain GUINTOLI (Suzuki) 9 41
13 Michael LAVERTY (Yamaha) 8 42
14 Jake DIXON (Kawasaki) 7 43
15 Jakub SMRZ (BMW) 3 47
16 John HOPKINS (Ducati) 3 47
17 Bradley RAY (Suzuki) 2 48
18 Shaun WINFIELD (Yamaha) 1 49

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA