Brabus 1300 R: in arrivo una KTM 1290 Super Duke R ancor più cattiva

Brabus si allarga al settore delle due ruote. È stato depositato il nome “Brabus 1300 R”, che indica la prima moto dei preparatori tedeschi. Base di partenza una KTM 1290 Super Duke R, che verrà modificata e alleggerita

1/8

Brabus è un nome che gli appassionati di auto conoscono molto bene, è uno dei preparatori più importanti sulla scena. Dagli anni ’80 l 'Azienda di Bottrop, vicino a Düsseldorf, in Germania, è intrinsecamente legata alle auto Mercedes modificate. Mecedes e ultimamente anche Smart. Ora, però, sembrerebbe che le attività di Brabus si stiano allargando al settore delle due ruote.

Stando ai documenti scovati dai colleghi di inglesi di BikeSocial.com Brabus GmbH ha fatto richiesta preso l’ufficio brevetti europeo per depositare il nome 'Brabus 1300 R'. Nome che, stando ai documenti emersi, sarà utilizzato su “Motociclette; parti strutturali per motocicli; parti e accessori per veicoli terrestri; veicoli a motore a due ruote”. Quindi, è abbastanza chiaro è inevitabile che la Brabus 1300 R sarà una nuova moto.

Ma che moto sarà? I documenti di omologazione ci dicono che sarà una moto realizzata sulla base della KTM 1290 Super Duke R. Informazioni tecniche ufficiali ancora non ce ne sono, ma stando a quanto trapelato la moto di base dovrebbe rimanere tecnicamente identica, ma dimagrire di cinque kg ed essere più compatta. Sulla Brabus 1300 R troveremo quindi il motore della KTM 1290 Super Duke R completamente di serie: 176 CV di potenza massima a 9.750 giri/min. e 141 Nm di coppia a 7.000 giri/min. Sempre stando ai documenti, l’altezza dovrebbe rimanere la stessa della 1290 R, mentre la lunghezza diminuirà di 46 mm e la larghezza calerà di 30 mm, magari per l’installazione di semimanubri. Calerà anche l’interasse, che diventerà più corto di 5 mm, probabilmente per via di una rapportatura diversa. Le informazioni circolanti dicono che la Brabus 1300 R sarà 5 kg più leggera della 1290 Super Duke R, probabilmente per via di numerosi componenti in carbonio che verranno installati sulla moto. Chiunque conosca Brabus può aspettarsi infatti di vedere sulla nuova 1300 R una lista infinita di parti aftermarket in carbonio, che faranno sì scendere il peso della moto, ma molto probabilmente crescere il prezzo.

Se Brabus seguirà poi lo stessa schema che utilizza con le auto Mercedes anche con le moto di KTM, la 1300 R potrebbe essere solo la prima di un'intera serie di moto a portare il nome del preparatore tedesco sulla carena. Non ci resta che aspettare la presentazione ufficiale della Brabus 1300 R per saperne di più.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA