05 July 2010

BMW Motorrad Days 2010: tre giorni di festa a Garmisch Partenkirchen

Abbiamo partecipato al più grande evento dedicato alle moto BMW.

Bmw motorrad days 2010: tre giorni di festa a garmisch partenkirchen

Garmisch Partenkirchen (GERMANIA) 4 luglio 2010 – Si sono conclusi i tre giorni in cui gli appassionati della BMW provenienti da ogni parte d’Europa hanno preso d’assalto la cittadina bavarese per partecipare alla decima edizione dei BMW Motorrad Days, che si è tenuta fra il 2 ed il 4 luglio. Noi siamo partiti venerdì 2 luglio da Milano e abbiamo viaggiato in sella a una F 800 GS, carichi di bagagli, entusiasmo e aspettative per quello che si sarebbe rivelato un week-end memorabile. Abbiamo percorso la Lecco-Colico e siamo arrivati a Saint Moritz, in Svizzera, valicando il Passo del Maloja. Dopo una breve sosta siamo ripartiti alla volta di Garmisch: circa 370 chilometri di curve e tornanti mozzafiato, immersi nella natura alpina. Giunti a destinazione, accaldati dalla temperatura mai scesa sotto i 30°, abbiamo scoperto una piccola città circondata dalle pinete, con le strade costellate da migliaia di moto, mentre in lontananza si avvertiva il chiaro e inconfondibile eco dei boxer BMW che si avvicinavano all’area del raduno.

Dopo una rapida cena in un ristorante tipico abbiamo avviato la nostra GS 800 con la voglia di scoprire cosa fosse stato organizzato nella zona dei Motorrad Days: musica dal vivo, numerosi stand di preparatori e produttori di parti speciali, prove moto, esibizioni degli stunt e tanta, tanta birra… consumata a litri per tutto il week-end!

Sabato, quando siamo arrivati nell’area del raduno la mattina presto, siamo rimasti incantati ad ammirare gli “esemplari” esposti nella sala principale: dalla prima mitica R 80 G/S alla mostruosa R 900 RR Paris Dakar passando per la monocilindrica F 650 RR Paris Dakar condotta in gara da Richard Sainct nel 1999 e per la leggendaria boxer pilotata da Gaston Rhaier alla Dakar del 1985. Successivamente abbiamo avuto la fortuna di ascoltare gli aneddoti raccontati dai personaggi invitati da BMW per festeggiare il trentesimo compleanno della serie GS: Hubert Auriol, due volte primo a Dakar (1981 e 1983) in sella a una boxer GS, e Jutta Kleinschmidt, avventuriera e pilota nei rally in terra d’Africa con la R 100 GS. Oltre ai piloti erano presenti anche i “padri fondatori” del progetto GS: Laszlo Peres, collaudatore e pilota e Karl Gerlinger, direttore marketing e vendite di BMW Motorrad dal 1978 al 1986. A intrattenere i presenti con le sue battute c’era anche l’attore Charley Boorman, protagonista insieme con l’amico Ewan McGregor di viaggi, diventati poi serie televisive, come Long Way Round: giro del mondo da Londra a New York, via est, naturalmente in sella a due BMW R 1150 GS Adventure.

Nell’area esterna sono state organizzate tre sfide a “base” GS: la più datata, quella con più chilometri e la più bella. La prima gara è stata vinta da una R 80 G/S del 1980, in condizioni perfette; la seconda da una GS con “solo” 525.147 km all’attivo e l’ultima, grazie all’insindacabile giudizio di Auriol, da una splendida GS due valvole profondamente modificata e preparata per il fuoristrada. Alle 16.00 circa è arrivato il momento di strabiliarsi di fronte alle evoluzioni pazzesche di Chris Pfeiffer. Il campione mondiale di stunt riding, in sella alla sua F 800 R ha realizzato uno show di circa mezz’ora, con evoluzioni indescrivibili a base di stoppie, impennate, sgommate e chilometrici traversi!

Poi è arrivato il momento di lasciare Garmisch, ma non prima di aver dato un’occhiata ai tracciati di enduro, dove, durante il fine settimana, numerosi appassionati e curiosi hanno potuto testare le capacità fuoristradistiche delle moto dell’elica: F 650 GS, F 800 GS, R 1200 GS, R 1200 GS Adventure, G 450 X e tutti i modelli Husqvarna, compresa la nuova piccola 125 4 tempi.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA