BMW M 1000 RR: come va, pregi e difetti

La nuova BMW M 1000 RR è la versione “anabolizzata” della supersportiva made in Monaco. Si presenta con un biglietto da visita di tutto rispetto: 212 CV, 192 kg e sospensioni e aerodinamica progettate per le massime prestazioni in pista. Ecco il nostro test, con le prime impressioni di guida e i pregi e i difetti della moto

1/43

BMW M 1000 RR 2020

1 di 6

Dopo che lo scorso autunno BMW ha presentato la nuova M 1000 RR, eccoci arrivati al momento del test. La nuova M 1000 RR 2021 è il primo modello a due ruote a far parte dell’esclusiva serie “M-Motorsport” della Casa di Monaco, una famiglia finora riservata solo alle auto più sportive ed esclusive e prestazionali di BMW. Si tratta di una versione “anabolizzata” della supersportiva made in Monaco che si presenta con un biglietto da visita di tutto rispetto: 212 CV, 192 kg e sospensioni e aerodinamica progettate per le massime prestazioni in pista. Rispetto alla S 1000 RR “standard” la versione “M” si presenta con un motore più potente, ciclistica ottimizzata, appendici aerodinamiche, cerchi in carbonio, scarico completo in titanio… e numerosi altri dettagli pensati per il massimo della sportività.

Delle caratteristiche tecniche di questa moto vi abbiamo già parlato nel nostro articolo di presentazione, ora è arrivato il momento di salire in sella. Abbiamo messo alla prova la nuova BMW M 1000 RR sul tracciato di Vallelunga, nelle pagine successive trovate le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto, il prezzo, gli optional disponibili e la scheda tecnica completa.

1/40

BMW M 1000 RR 2020

La M 1000 RR è una versione più performante della S 1000 RR. Affermazione semplice e lineare, eppure perlomeno destabilizzante. Chi di voi ha mai guidato una S-RR avrà intuito dove vogliamo andare a parare. Insomma, dai: ANCORA più performante? E che cavolo è? Parliamo di una delle supersportive più performanti del panorama, un vero e proprio mostro che ti prende, ti mastica e ti sputa. Ed esiste qualcosa di più? Non fa per me, vien da dire. Non ho bisogno più CV, né più agilità, nulla. Il livello è già così elevato che l'unica cosa di cui ci sarebbe davvero bisogno è un fisico perfettamente (e sottolineo: perfettamente) allenato e un polso bello lubrificato. Ma la M 1000 RR è qui, con le sue ali in carbonio e la lunga lista di parti più performanti. Una Vallelunga torrida è pronta ad accoglierci. È il caso di mettere da parte il senso di inadeguatezza e di affrontare la situazione.

Prima buona notizia: la M non è più impegnativa della S. È, come la sorella, una moto dalle prestazioni incredibili, quindi in assoluto esigente. Ma lo step in termini di efficacia non l'ha resa più difficile o ostica o esigente. È, in generale, più generosa in termini di feedback. Le sospensioni meccaniche trasmettono molte più informazioni rispetto alle semiattive, per loro natura portate ad "aggiustare" l'asfalto e, all'occorrenza, l'assetto. Questa caratteristica migliora il feeling che un pilota molto veloce riesce a instaurare con la moto, perché non c'è alcun filtro elettronico - oltretutto capace di iniziativa - tra asfalto e polsi. I freni, da parte loro, hanno una miglior modulabilità. E una riserva di potenza apparentemente superiore.

La guida è molto simile a quella della S 1000 RR. Soprattutto perché la RR di cui ho ricordo era equipaggiata con i cerchi in carbonio optional, che sono di serie sulla M. Si tratta di una supersportiva molto agile e brutalmente veloce. Non è, in generale, la più facile della sua categoria; ma sull'efficacia non si discute. I tempi pazzeschi di cui è capace sono frutto di una grande rapidità di esecuzione di ogni manovra, di una consistente velocità a centro curva e di un'accelerazione furibonda. Caratteristiche che descrivono bene anche la M. La quale aggiunge una spolverata extra di maneggevolezza e, secondo i piloti ufficiali del team BMW WSBK, più sostegno in accelerazione. Il motore ha un carattere del tutto simile a quello della S e, ovviamente, un potenzialmente migliore una volta elaborato. In configurazione di serie stupisce come il "fratello" lungo tutto l'arco di erogazione con un vigore eccellente. In più, ha 500 giri/min extra che possono essere utili per raccordare due curve.

1/11
  • Parabrezza alto
  • BMW Motorrad ABS e ABS PRO
  • 7 modalità di guida Pro (Rain, Road, Dynamic, Race, Race Pro 1-3)
  • Pit-Lane-Limiter
  • Launch Control
  • Controllo di trazione dinamico (DTC) +/- Shift
  • Wheelie Control
  • Slide Control
  • Ausilio alla partenza in salita automatico (HSC) Pro
  • Controllo di frenata dinamico (DBC)
  • Cambio elettro-assistito Pro
  • Display TFT
  • Faro a LED, luce posteriore e indicatori di direzione
  • Manopole riscaldabili
  • Cruise Control
  • Kit Chassis M con regolazione dell'altezza posteriore e del pivot del forcellone
  • Pacchetto M Competition con leva del freno e della frizione M, pedane M, paramotore M, M Brake-Leverguard, pacchetto M Carbon, forcellone anodizzato, catena M Endurance, M GPS Laptrigger, pacchetto passeggero con copricodino
  • Antifurto con allarme acustico

Accessori speciali

  • Griglia di protezione radiatore
  • Parabrezza brunito
  • Parabrezza bubble brunito
  • Scaldagomme M
  • Datalogger M e Laptrigger M
  • Cover Kit M

La nuova M 1000 RR sarà in vendita a partire da 33.800 euro, vale a dire 14.250 euro in più della S 1000 RR “standard” (prezzi a partire da 19.550 euro).

Per i più esigenti è disponibile anche il pacchetto M Competition che, oltre al software laptrigger M GPS e al corrispondente codice di attivazione, comprende il pacchetto di parti fresate M, il pacchetto in carbonio M, un forcellone più leggero da 220 g, la catena M Endurance ottimizzata per l'attrito, senza manutenzione e con trattamento DLC e il pacchetto passeggero, che include la cover monoposto per il codone.

MOTORE

Tipo

Motore 4 cilindri in linea raffreddato a liquido/olio con 4 valvole in titanio per cilindro e distribuzione variabile BMW ShiftCam lato aspirazione.

Alesaggio x corsa

80 mm x 49.7 mm

Cilindrata

999 cc

Potenza nominale

212 CV a 14.500 giri/min

Coppia massima

113 Nm con 11.000 giri/min

Rapporto di compressione

13.5 : 1

Alimentazione / gestione del carburante

Iniezione elettronica, lunghezza variabile del condotto di aspirazione.

Depurazione dei gas di scarico

Catalizzatore a 3 vie regolato, normativa sui gas di scarico EU-5.

PRESTAZIONI / CONSUMO

Velocità massima

306 km/h

Consumo per 100 km secondo il WMTC (World Motorcycle Test Cycle)

6.5 l

Emissioni di CO2 secondo il WMTC

151 g/km

Tipo di carburante

Benzina super (plus) senza piombo a 95-98 ottani, grazie alla regolazione antidetonazione anche a 95 ottani (coppia massima a 98 ottani).

IMPIANTO ELETTRICO

Alternatore

450 Watt

Batteria M

12 V / 5 Ah, ioni di litio.

Frizione

Bagno d'olio a dischi multipli (anti-saltellamento).

Cambio

A sei marce a innesti frontali con dentatura dritta.

Trasmissione secondaria

Catena 525 17/46

Controllo trazione

DTC BMW Motorrad

ASSETTO / FRENI

Telaio

Telaio a doppia trave in alluminio composito, a culla aperta.

Guida ruota anteriore / sospensioni

Forcella telescopica a steli rovesciati con un diametro foderi di 45 mm, precarico molla e livelli di estensione e compressione regolabili.

Guida ruota posteriore / sospensioni

Forcellone oscillante a doppio braccio in alluminio con ammortizzatore centrale, precarico molla e livelli di estensione e compressione regolabili.

Escursione complessiva anteriore / posteriore

120 mm / 117

Passo

1,457 mm

Avancorsa

99.8 mm

Inclinazione sterzo

66.4°

Cerchi

Cerchi in carbonio M.

Dimensione cerchio anteriore

3.50 x 17"

Dimensione cerchio posteriore

6.00 x 17"

Pneumatico anteriore

120/70 ZR 17

Pneumatico posteriore

200/55 ZR 17

Freno anteriore

Freno a doppio disco M flottante, diametro 320 mm, pinza fissa a quattro pistoncini radiale.

Freno posteriore

Freno a disco singolo M, diametro 220 mm, pinza fissa a due pistoncini.

ABS

BMW Motorrad Race ABS, versione semi-integrale.

ABS Pro

ABS Pro con diverse regolazioni per Rain, Road, Dynamic, niente ABS Pro in Race e modalità Race Pro 1-3.

MISURE / PESI

Altezza sella con peso a vuoto

832 mm

Lunghezza al cavallo con peso a vuoto

1,845 mm

Capacità utile del serbatoio

16.5 l

Riserva

Circa 4 l.

Lunghezza

2,073 mm

Altezza (senza specchi)

1,197 mm

Larghezza (compresi specchi)

848 mm

Peso a secco

170 kg (pacchetto M Competition 169,8 kg) senza batteria.

Peso in ordine di marcia con pieno di benzina 1)

192 kg (pacchetto M Competition 191,8 kg) senza batteria.

1)

Peso totale ammesso

407 kg

Carico utile (con equipaggiamento di serie)

212 kg

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA