Non solo F 850 XR, in arrivo altre novità da BMW

La Casa di Monaco ha comunicato che al Salone di Milano porterà quattro nuovi modelli 2020. Ad Eicma potremmo vedere un'inedita F 850 R, ma anche la G 310 RR, la F 850 GT, la F 850 XR, un nuovo scooter elettrico e la versione definitiva della R18, la cruiser di 1.800 cc. Ecco le nostre anticipazioni sui modelli 2020

1/7

1 di 8

BMW ha comunicato che al prossimo Salone di Milano, ad affiancare le nuove livree 2020 e la nuova collezione di abbigliamento Rider’s Equipment BMW Motorrad, presenterà quattro anteprime mondiali.

Tutte le novità saranno svelate martedì 5 novembre, durante la conferenza stampa che si terrà alle 10 nel padiglione 13 di Eicma. Nel corso della giornata, poi, si parlerà anche degli impegni di BMW nel Motorsport (14) e nel segmento Heritage (15,30).

Considerando che il 5 novembre è la prima giornata del Salone, quella dedicata alla stampa, per il pubblico che non potrà presenziare all’evento la Casa di Monaco trasmetterà la conferenza in diretta streaming sulla propria pagina Facebook.

Ma quali sono le quattro novità che BMW porterà al Salone di Milano? Nelle pagine successive trovate le nostre anticipazioni di quello che potrebbe arrivare nel futuro di BMW.

1/21 BMW S 1000 RR 2019

BMW potrebbe presentare due nuove moto sviluppate sulla base del propulsore che equipaggia, dal 2018, le GS “medie”. L’arrivo della F 850 GS (e della sorella Adventure) ha aperto infatti le porte alla creazione di modelli che ne sfruttino la piattaforma.

Allo stesso tempo, crediamo che BMW sia al lavoro per aggiornare la F 800 R. La probabilità che le due cose siano collegate è alta: la logica porta a pensare che tutta la linea a due cilindri possa sfruttare il nuovo motore.

1/30 BMW F 800 R 2017 nella livrea BMW Motorsport (lightwhite pastello/lupinblau metallizzato/racingred pastello)

Come già fatto da KTM, Yamaha, Kawasaki... anche la Casa di Monaco potrebbe buttarsi nel mercato delle sportive da 300 cc. La nuova BMW G 310 RR sarebbe la sorella carenata della G 310 R e della G 310 GS.

Il passo da compiere dalla Casa di Monaco sarebbe breve, avendo già a disposizione una piattaforma utile alla creazione del modello che manca: il motore da 313 cc. L’arrivo di una 300 cc e l’attuale presenza della supersportiva da 1.000 cc offrirebbe inoltre a BMW la possibilità di colmare il “buco” presente con una media. Crediamo infatti che la Casa tedesca possa essere al lavoro anche su una supersport di 600 cc.

1/86 Ecco la piccola BMW G 310 R: la monocilindrica da 313 cc della Casa di Monaco. Made in India ma qualità tedesca

Al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2018 BMW ha mostrato il Concept 9cento. Fin da allora era ovvio che si trattava di una moto che difficilmente avremmo visto in quelle forme sulle nostre strade, tuttavia pensiamo che alcune caratteristiche possano essere sfruttate da BMW per affiancare alla S 1000 XR una bicilindrica turistica di cilindrata minore: la F 850 XR.

Inoltre, l’attuale S 1000 XR è in gamma fin dal 2015 e da allora non è mai stata aggiornata. Considerando che lo scorso anno la “sorella” S 1000 RR è stata rivista da cima a fondo, potremmo aspettarci un aggiornamento anche per la muscolosa crossover bavarese. A conferma di ciò è arrivato un video teaser che ne anticipa l'imminente presentazione.

1/18 Foto spia della nuova BMW F 850 XR 2019

All’ultimo Concorso di Eleganza di Villa d’Este BMW ha tolto i veli alla Concept R18, una cruiser che trasporta l’essenza delle grandi moto classiche di BMW degli anni passati ai giorni nostri. Una moto pura, composta solo dall’essenziale, dove tutto il superfluo è stato rimosso. Il suo cuore è il nuovo motore boxer di 1.800 cc raffreddato ad aria/olio e alimentato da un doppio carburatore Solex. In piena tradizione old style BMW troviamo poi telaio a culla, serbatoio a goccia verniciato di nero e trasmissione a cardano in bella vista.

Purtroppo, però, come suggerisce il nome, quella moto era solo un prototipo (il terzo prototipo nato intorno al nuovo boxer di 1.800 cc, che arrivava sulla scia della Departed e della Birdcage). Possiamo dunque ipotizzare che ad Eicma BMW porterà la versione definitiva della R18.

Anche perché, pochi giorni fa dalla Francia è arrivata la conferma che dalla Concept R18 nascerà un modello di serie, che arriverà nel 2020. La divisione francese di BMW Motorrad ha, infatti, già aperto le prenotazioni per questo nuovo modello, ma ancora non si conoscevano i dettagli tecnici e nemmeno era mai stata vista la moto in versione definitiva. Ad anticipare la Casa di Monaco con l’unveiling della nuova R18 ci ha pensato pero un gruppo di trasportatori “distratti”, che durante le fasi di trasporto della moto si sono fatti pizzicare da un fotografo. Come potete vedere dalle foto qui sotto la R18 non si vede completamente, ma quel tanto che basta che capire che si tratta del modello definitivo: fari, frecce, catarifrangenti, targa… E poi, sotto al telo blu, si vede bene l’imponente motore, che sembra identico a quello visto sul concept, se non fosse per la targhetta che invece di “R18” riporta ora la cilindrata “1800cc”. Il prototipo utilizzava un motore a carburatori, ma ipotizziamo che sul modello di serie ci sarà l’iniezione, non solo per far fronte alle stingenti norme antinquinamento Euro 5, ma anche per poter interagire più facilmente con l'elettronica della moto. Oltre a queste immagini, nei giorni successivi vi abbiamo mostrato anche le foto spia che immortalano il “muletto” della R18 catturato su strada durante i collaudi.

Anche il telaio e il serbatoio a goccia sembrano simili a quelli del Concept, ma dietro alla forcella, dall’aspetto maestoso, vediamo ora comparire un ammortizzatore di sterzo. Cambiano anche il cerchio anteriore e i terminali di scarico: quelli “a coda di pesce” sono stati sostituiti da delle unità lunghe, cromate e con fondello tagliato in diagonale.

Come detto, la versione definitiva della moto dovrebbe arrivare nel 2020, ma dopo aver visto questo foto ci aspettiamo di vederla già ad Eicma e da quel che sappiamo potrebbero esserci più versioni: la bagger, la cruiser e la touring. Indiscrezione confermata, almeno in parte, dalle immagini: analizzando bene le foto notiamo infatti che le moto immortalate rappresentano due differenti versioni. La R18 ripresa posteriormente, infatti, sotto al telo nasconde un cupolino alto, che potrebbe appartenere alla touring.

1/51

BMW R18 2020 durante i collaudi su strada (foto Ángel Sánchez - Motociclismo.es) 

Sempre a Villa d’Este, ma questa volta nel 2017, BMW aveva mostrato il concept di un nuovo scooter elettrico, il Concept Link. Un veicolo green dalle linee futuristiche e dotato di tecnologie avanzate, in grado di connettere il pilota al veicolo stesso ma anche all’ambiente circostante.

Durante un’intervista rilasciataci ad inizio 2018 poi, Stefan Schaller, Amministratore Delegato di BMW, ci disse che la versione definitiva del Concept Link sarebbe arrivata nel giro di tre anni. La vedremo ad Eicma?

1/21 BMW Concept Link: il prototipo di scooter elettrico, presentato al Concorso d'Eleganza Villa d'Este 2017, prefigura il futuro della mobilità urbana secondo la Casa bavarese

Pochi giorni fa BMW ha depositato in Germania i nomi M 1000 RR, M 1000 XR e M 1300 GS, questo lascerebbe pensare all’intenzione della Casa di voler sfruttare il fascino della serie M per spingere nuove e muscolose versioni delle attuali S 1000 RR, S 1000 XR e R 1250 GS. Finora, infatti, la serie M in campo moto era stata utilizzata solo per pacchetti di accessori, come il "kit M" destinato all’ultima S 1000 RR, che comprende livrea bianco/rosso/blu, cerchi in carbonio, sella sportiva, kit per regolare l’altezza del forcellone, batteria più leggera e mappa motore dedicata. Con questi tre nuovi nomi depositati ora potrebbero, invece, nascere dei nuovi modelli top di gamma, ben più prestazionali delle rispettive versioni “standard”.

Se M 1000 RR e M 1000 XR ci lasciano pensare a versioni anabolizzate della supersportiva e della crossover, la sigla M 1300 GS ci lascia un po’ più perplessi, anche perché il nuovo motore a fasatura variabile è da poco entrato in gamma e pensiamo che il suo pensionamento sia ancora lontano. Più probabile invece che si tratterà di una versione equipaggiata con motore di cilindrata standard (1.254 cc), ma in grado di erogare una potenza maggiore.

Non ci resta che aspettare il Salone di Milano per scoprire se le nuove M 1000 RR, M 1000 XR e M 1300 GS prenderanno forma.

1/17 BMW S 1000 RR 2019

Non è invece una novità quella che riguarda le livree e gli optional BMW Motorrad 2020, già svelati dalla Casa di Monaco durante l’estate. Gli aggiornamenti interessano R 1250 GS, R nineT, R 1250 RT, G 310 R, G 310 GS, C 650 Sport, C 650 GT, F 750 GS, F 850 GS, S 1000 R, S 1000 RR e K 1600.

Qui sotto le foto, qui i dettagli.

1/78 BMW S 1000 RR 2020

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA