BMW CE 04, scopriamo com’è fatto

Lo scooter elettrico della Casa tedesca nasconde dentro di sé soluzioni avanzate derivate dall'esperienza maturata nel mondo delle automobili. Interessante la gestione dell'alto voltaggio, oltre all'elettronica presente come "aiuto" nella guida

1/7

BMW CE 04

Motore

Il BMW CE 04 è equipaggiato con un motore elettrico costruito in Germania con tecnologia automotive: raffreddato a liquido, è a magneti permanenti, ha una potenza massima di 42 CV a 4.900 giri/min e una coppia di oltre 60 Nm, disponibile da subito (il picco è di 62 Nm a 1.500 giri/ min).

Assicura un’ottimo spunto (da 0 a 50 km/h in 2,6 sec. dichiarati), una buona accelerazione (da 0 a 100 km/h in 9,1 sec. dichiarati) e la velocità massima è limitata a 120 km/h dichiarati. La coppia è trasmessa con una semplice riduzione primaria e una secondaria a cinghia dentata (il rapporto totale è di 10,5:1).

Batteria

L’accumulatore, come gran parte dell’elettronica di controllo, è realizzata in collaborazione con la sezione automobili BMW. Prodotta con energie rinnovabili, è agli ioni di litio e applica la stessa tecnologia delle batterie delle vetture iX e i4.

Il sistema di raffreddamento è ad aria, con alette dimensionate per mantenere la corretta temperatura di esercizio (di norma tra i 20 e i 50 °C, in base al calore ambientale), tale da non ridurre la potenza, né danneggiare le celle. La gestione del sistema è complessa, anche perché la tensione è molto elevata (148 Volt) e sono applicati gli standard di sicurezza e affidabilità dell’alta tensione stabiliti dai principali produttori di automobili. Sono quindi di fondamentale importanza tutte le funzioni di controllo, del motore, della batteria, dell’isolamento, il sistema di distribuzione dell’alta tensione e infine del convertitore che la trasforma in bassa per alimentare il circuito a 12 Volt.

La capacità dell’accumulatore è di 8,9 kWh, tale da assicurare un’autonomia di circa 130 chilometri e, da 0% a 100%, si ricarica con il cavo standard (2,3 kW, di serie) in circa 4 ore e 20 minuti; con il caricatore rapido (optional, fino a 6,9 kW), il tempo scende a 1 ora e 40 minuti. Nell’uso reale però non si arriva mai a zero: la ricarica più frequente è dal 20 all’80% e si esegue in soli 45 minuti (sempre con il caricatore rapido).

Elettronica

La gestione del CE 04 offre numerose funzioni. La centralina elettronica che controlla il motore riceve il segnale dell’acceleratore misurando la tensione e decide se e quanta energia recuperare sotto forma di coppia frenante dalla ruota posteriore.

Offre 3 (+1 opzionale) modalità di guida: la Eco, per il massimo risparmio; la Rain, per fondi scivolosi; la Road, per la guida a piena potenza e recupero medio; la Dynamic (opzionale), con piena potenza e recupero intenso.

Ai riding mode si affiancano i sistemi di assistenza alla guida BMW utilizzati anche su altri modelli: l’ASC (Automatic Stability Control), che limita la coppia erogata in caso di slittamento della ruota posteriore e l’ABS Bosch 9.3 a due canali (indipendente sulle due ruote). Gli stessi sistemi sono offerti con la funzionalità cornering, con piattaforma inerziale: il DTC (Dynamic Traction Control) e l’ABS Pro.

La piattaforma inerziale permette di offrire, sempre optional, la Headlight Pro adattiva, cioè la funzione del gruppo ottico anteriore che attiva degli elementi a LED aggiuntivi nel faro principale che illuminano al meglio la strada in curva adattandosi all’inclinazione (si attivano automaticamente da un angolo superiore a 10° e a velocità superiori a 10 km/h). Tutti i gruppi ottici, indicatori di direzione compresi, sono full LED, e c’è anche la luce diurna che crea una “firma” a forma di U. Il CE 04 è il primo modello BMW ad avere la chiamata di emergenza di serie (c’è il pulsante vicino al blocchetto destro).

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA