02 September 2008

BMW: antenna difettosa, il motore non parte, ma in Italia fa partire i controlli

Le vendite di moto dalla Casa di Monaco crescono del 40% ed è crisi: difficile gestire, secondo le normali procedure aziendali BMW, i controlli di qualità sui veicoli. Finora erano stati il punto forte delle moto bavaresi. Lo ha reso noto la filiale BMW del Regno Unito, che ha ammesso di aver ricevuto 7.000 moto affette da problemi all’immobilizzatore e alla pompa di benzina. Episodi anche in Italia.

Bmw: antenna difettosa, il motore non parte, ma in italia fa partire i controlli


MILANO 2 settembre 2008 – Se non volete rischiare di rimanere a piedi perchè la vostra moto BMW non riconosce la chiave elettronica e non ne vuole sapere di partire, oppure, peggio ancora, perché l’indicatore della benzina segna all’improvviso la riserva, ma voi avete appena fatto il pieno, allora andate dal concessionario e fate controllare la vostra due ruote in garanzia. Le pressanti richieste di moto fatte dai concessionari alla Casa Madre di Monaco (fino a 6 mesi per averla da tante ne sono state vendute) hanno mandato in tilt il controllo di qualità. Questo è stato il risultato: immobilizzatori dell’antifurto troppo severi con il proprietario (moto inchiodata nel parcheggio), pompe della benzina malfunzionanti sulle R 1200 GS e tante facce perplesse da parte dei fedelissimi del Boxer. Adrian Roderick, direttore generale della filiale BMW ha ammesso: “Questi sono stati gli ultimi due problemi con cui abbiamo avuto a che fare. La causa è stata un aumento del 40% nelle vendite – quota stock più produzione n.d.r. – che ci ha costretti ad incrementare le moto in linea di montaggio del 15 – 20 % all’anno, mettendoci in difficoltà”. Ciò che più lascia perplessi è che la Casa di Monaco non ha optato per una campagna di richiamo (considerato che non si tratta di un problema legato alla sicurezza), ma ha deciso di sostituire in garanzia i pezzi, qualora il problema si dovesse verificare. Hendrik von Kuenheim, presidente della BMW, taglia corto: “Abbiamo venduto più moto e quindi è normale che ci siano stati più problemi”.

Si sono verificati diversi episodi anche in Italia
. Per questo la filiale italiana di BMW, con l’intento di prevenire malfunzionamenti, sta inviando a tutti i clienti una lettera per invitarli ad eseguire presso il proprio concessionario “il controllo e l’eventuale sostituzione dell’antenna anulare, componente preposto all’identificazione della chiave di accensione. In determinate circostanze tale componente potrebbe non leggere correttamente il codice della chiave e non dare quindi alla centralina il consenso all’avviamento della motocicletta. Questa eventuale difettosità non comporta alcun rischio per la sicurezza in quanto l’antenna anulare è coinvolta solamente in fase di accensione. L’aggiornamento verrebbe comunque effettuato automaticamente in occasione della prima visita in officina della motocicletta”. La rottura della pompa della benzina, invece, non è menzionata.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA